Subaru Outback

Subaru Outback

Subaru Outback. La perfezione non esiste, ma si può sfiorare. Questo è il commento, in estrema sintesi, che riassume il nostro long test, realizzato questa estate a bordo della nuova Outback, che abbiamo avuto modo di guidare attraverso le strade della Versilia. Una vettura straordinaria ed entusiasmante, sotto tutti i punti di vista. Nata nel 1995, la Outback esprime la sintesi di due vetture, una perfetta fusione tra i punti di forza delle crossover e delle Sport utility.

Linee esterne assai pulite
L’obiettivo dei designer era quello di realizzare la forte espressione di uno stile immediatamente riconoscibile e creato dai precedenti modelli Outback. In parole povere, nessuno stravolgimento delle linee morbide che l’hanno comunque sempre caratterizzata. Ciò è stato ottenuto grazie a una silhouette inconfondibile, che dà spazio all’ampia altezza da terra, con un carattere robusto e resistente. Pur mantenendo uno spazioso e confortevole abitacolo, le proporzioni rispecchiano una forma poderosa e dinamica, grazie anche ai pneumatici più grandi e ai parafanghi muscolosi, in grado di evidenziare un carattere forte. I pannelli di protezione coprono le parti più basse del corpo, non solo per salvaguardare il veicolo durante la guida off-road, ma anche per migliorare l’immagine energica e vigorosa. Grandi luci anteriori fendinebbia, barre sul tetto funzionali e altezza da terra ampliata valorizzano ulteriormente lo stile caratteristico di questa Subaru. Nell’estremità anteriore la griglia esagonale integrata al paraurti e i fari a occhio di falco mantengono il family feeling dei modelli Subaru, mentre la forma tridimensionale del “naso” la collega al resto del corpo per un aspetto più dinamico. I gruppi ottici posteriori riprendono il motivo dei fari anteriori. Le luci posteriori e di stop a Led esaltano il senso di qualità, migliorando la visibilità notturna.

Abitacolo spazioso, elegante e accogliente
Comoda e sportiva è il tema adottato per descrivere il design d’interni e per migliorare la qualità e il comfort di questo modello di nuova generazione, che offre un’area di guida più sportiva e un sistema di infotainment migliorato, per una più piacevole esperienza al volante. La strumentazione dispone di un pacchetto con indicatore a doppio quadrante che offre una sensazione di tridimensionalità, oltre a un volante a tre raggi con pulsanti multifunzione. Nella parte centrale c’è un grande schermo LCD a colori. Un grande pannello centrale ospita un ampio display, con schermo piatto centrale touch control. Una nuova generazione di interfaccia rende lo schermo facile da vedere e da usare, e ciò consente una connettività per una vasta gamma di supporti, tra cui navigazione e sistemi audio.

Particolare cura è stata posta nella scelta dei materiali interni che offrono un’esperienza tattile tale da raggiungere un livello di qualità degno dei modelli premium. L’attenzione al dettaglio, dal cruscotto soft-pad ai braccioli spessi e imbottiti, alla forma studiata delle maniglie delle porte, conferisce un senso di comfort dal momento stesso in cui i passeggeri entrano a bordo dell’auto. L’abitacolo offre comfort e relax di altissimo livello. Visibilità, spazio interno e sicurezza sono stati efficacemente confezionati e abbinati a uno stile sportivo e a una piacevole sensazione di ampiezza.

Le caratteristiche di base sono state migliorate senza compromettere la maneggevolezza del veicolo, come i parametri per ottimizzare la struttura della portiera e il telaio del tetto riprogettato per garantire uno spazio più ampio. I posti a sedere e la larghezza dello spazio fra le spalle degli occupanti la zona anteriore unite alla profondità per le gambe posteriori, in particolare, sono stati aumentati per ottenere una maggiore sicurezza e un abitacolo più comodo. Il montante anteriore è stato spostato in avanti per ampliare l’area dell’abitacolo. In questo modo è stata creata una diversa conformazione della vetratura della porta anteriore inserendo un secondo vetro nella zona cieca di visibilità. Per questo motivo gli specchietti retrovisori esterni sono stati spostati sulle portiere per ridurre l’angolo morto di copertura, creato dagli specchietti laterali, e per aumentare la visibilità anteriore. Tutto questo ha ulteriormente migliorato la sicurezza e la sensazione di spazio all’interno dell’abitacolo.

Meccanica
Telaio, sterzo, sospensioni, freni e tutti gli altri componenti sono stati rinnovati per offrire prestazioni ai vertici della categoria. L’ampia altezza da terra è abbinata a livelli ancora più elevati di stabilità di guida, raggiungendo comfort di qualità superiore. Il rollio è stato ulteriormente diminuito grazie alla maggiore rigidità del corpo, la posizione di montaggio delle sospensioni e il centro di gravità ulteriormente abbassato, per raggiungere una maggiore qualità di guida senza sacrificare la fluidità delle sospensioni.

La riduzione degli attriti durante il funzionamento delle sospensioni e una maggiore efficienza vengono raggiunte attraverso un layout di base che aumenta l’efficienza dello stabilizzatore, in combinazione con l’ottimizzazione dei montanti anteriori e degli ammortizzatori posteriori, offrendo grande stabilità durante la sterzata e una qualità di guida premium. La forma del telaio è stata completamente riprogettata per potenziare la rigidità dinamica della sospensione posteriore e la sua posizione di montaggio sul telaio, migliorando così la qualità di guida e riducendo le vibrazioni del pavimento e dei sedili. Il rapporto di trasmissione dello sterzo è stato modificato, da 16,5:1 a 14,0:1 per una guida più diretta e agile. Più piccola, leggera e potente, l’unità elettrica del servosterzo è stata integrata in modo differente rispetto al precedente modello rendendo più accurato il controllo da parte del guidatore per ottenere una sensibilità dello sterzo specifica e naturale. Questo sistema aiuta anche a ridurre il consumo di carburante.

L’Active Torque Vectoring raggiunge prestazioni di sterzata superiori e una più rapida risposta dello sterzo. Oltre ai miglioramenti del design esterno dell’auto, è stata raggiunta una riduzione del 10,6% di resistenza al vento, in particolare migliorando il flusso d’aria nella parte posteriore della vettura. Ciò contribuisce anche alla riduzione dei consumi quando si viaggia ad alta velocità. Niente sfugge al controllo AWD: oltre all’esclusivo sistema Symmetrical, la nuova Outback è dotata di X-MODE, in grado di migliorare le prestazioni su strade scoscese, attraverso il controllo integrato ottimizzato di motore, trazione integrale, frenata e altre funzioni utili sulle superfici scivolose. L’impostazione Hill Descent Control offre agli automobilisti una maggiore tranquillità, mantenendo bassa la velocità sui percorsi in discesa.

Motore potente ed elastico
La vera forza di questa Subaru è il propulsore, il già noto 4 cilindri Boxer Turbodiesel 2 litri 150 CV, che i tecnici del marchio giapponese hanno affinato: oltre a fornire un’ampia coppia, caratteristica peculiare dei motori diesel, questo modello è conforme alla norma Euro 6. Importanti novità, come il turbocompressore ridisegnato, permettono una maggiore compatibilità ambientale. In accoppiata con il motore, il cambio Lineartronic raggiunge livelli avanzati di potenza e permette anche consumi contenuti. Convertitore di coppia, pompa dell’olio, e meccanismo della retromarcia sono stati ridisegnati, mentre un nuovo step nella gestione della cambiata delle marce automatiche e le 7 marce predefinite in modalità manuale migliorano la guidabilità e garantiscono un’apprezzabilissima silenziosità di marcia.

Sicurezza Preventiva
Di serie su tutta la gamma Outback, il sistema EyeSight di 3a generazione comprende telecamere stereo completamente rinnovate che aumentano l’angolo della visuale e il campo visivo di circa il 40%. Per migliorare ulteriormente la sicurezza preventiva, il sistema EyeSight comprende le funzioni Pre-Collision Braking System e l’Adaptive Cruise Control. L’EyeSight è il primo sistema a utilizzare la tecnologia con telecamera stereo per il rilevamento di ostacoli davanti alla vettura e offre una serie di funzioni collegate tra loro per aiutare il guidatore nell’abituale uso della vettura. Nella nuova versione di EyeSight, Subaru ha ulteriormente affinato le caratteristiche di sicurezza e prevenzione. A tal fine, ha completamente rimodellato le due telecamere stereo estendendo il campo e la distanza di visibilità di circa il 40%. Due telecamere ad alta definizione CMOS (Complementary Metal Oxide Semi-conduttori: sensori di immagine) a colori sono montate a fianco dello specchietto retrovisore interno per monitorare le condizioni del traffico, fornendo essenzialmente un paio di occhi supplementari a quelli del conducente. L’EyeSight non sostituisce il guidatore né agisce come un sistema di guida autonomo ma monitora costantemente le condizioni del traffico e avvisa chi guida se rileva la presenza di un pericolo imminente, limitando in modo significativo il rischio di incidenti che possono verificarsi in determinate circostanze. Operando in tandem con il motore, la trasmissione (il sistema si può avere solo in abbinamento al cambio automatico Lineartronic) e l’impianto frenante, l’EyeSight reagisce nel caso in cui il guidatore, di fronte a una condizione di pericolo riconosciuto, non applica la forza frenante sufficiente sui pedali o semplicemente non frena. Il sistema controlla anche il flusso del traffico e regola la velocità del veicolo di conseguenza. A differenza di altre tecnologie che si limitano a rilevare la presenza di oggetti sulla strada, il sistema Subaru offre un software altamente sofisticato che non solo rileva la presenza di un oggetto, ma riesce anche a riconoscerlo, grazie alla tridimensionalità ottenuta con le due telecamere, valuta i rischi potenziali associati a ogni ostacolo e determina l’azione più appropriata da adottare. L’EyeSight emette dapprima un avviso visivo con uno acustico, poi interviene con una prima frenata di avvertimento e, infine, interviene dopo aver rilevato che il conducente non è riuscito a prendere i provvedimenti opportuni, non ha reagito in tempo ed è in procinto di colpire un ostacolo.