Nikola Zero

Nikola Zero

Nikola Zero. La Nikola Motor Company di Salt Lake City (Utah), è una start-up che ha fatto parlare di sé con un ambizioso programma per la realizzazione di “premium electric vehicles”; il nome Nikola, infatti, è quello di Tesla, il guru dell’elettromeccanica vissuto dal 1856 al 1943. La Nikola ha fatto parlare di sé con l’annuncio della prossima presentazione – al momento in cui scriviamo non ancora avvenuta – di un “supercamion” elettrico. A sorpresa, però, lo ha fatto precedere da un fuoristrada estremo, il Nikola Zero. Questa macchina, non facilmente classificabile (potrebbe sembrare un quad un po’ troppo cresciuto o un veicolo tattico per forze speciali), è stata presentata per la prima volta, sotto forma di prototipo, al Sand Sport Super Show che si è tenuto a Torrance, in California, dal 16 al 18 settembre.

Nikola Zero

La Nikola Zero è un’auto 100% elettrica, dalle prestazioni senz’altro roboanti (in parte incrementate rispetto a quelle annunciate nel maggio 2016, quando erano apparsi i primi rendering). Se fosse una moto diremmo che è una “nuda”, visto che la carrozzeria è ridotta al minimo ma, d’altra parte, tutto l’interesse va alla propulsione. Si tratta di quattro motori elettrici indipendenti, uno per ruota, alimentati a 400 V a corrente continua, con una potenza complessiva corrispondente a 520 HP (130 HP o 97 kW ciascuno). La trazione può essere, a scelta, 4×4 o 2×4, indipendentemente dalla velocità; l’alimentazione è fornita da un “battery pack” a ioni di litio da 72 kWh. Le prestazioni annunciate fanno riferimento ad un’accelerazione da 0 a 60 miglia (97 km/h) in 3 secondi, con una coppia di 645 Nm raggiungibile in meno di un secondo e l’autonomia varia tra 160 e 320 km, secondo l’impiego e il numero dei motori in funzione; non sono state, invece, fornite indicazioni sulla velocità massima. Possiamo aggiungere che il veicolo ha quattro posti e pesa a vuoto 862 kg; le sue misure sono: lunghezza 4,14 m, larghezza 1,99 m e altezza 1,88 m.

E ora il prezzo: negli Usa la Zero non è stata considerata propriamente economica ma si deve considerare che si tratta di un’auto piuttosto particolare, per un mercato di nicchia: la casa richiede all’ordine un deposito (restituibile) di 750 dollari e il prezzo di listino al lancio è di 37.500 dollari, optional esclusi.