SPA, UNA DOPPIETTA PER LE MANS

AUTO / LE MANS SERIES : 1000 KM DE SPA-FRANCORCHAMPS 2010Doppietta per la 908 HDI FAP® e il team Peugeot Total alla 1000 km di Spa-Francorchamps, ultimo appuntamento prima della 24 Ore di Le Mans. In una gara condizionata pesantemente dalle condizioni meteo e da alcuni imprevisti (un black out elettrico ha costretto ad una temporanea sospensione), la 908 HDi FAP® n°3 (Bourdais, Pagenaud, Lamy) ha prima conquistato la pole position e poi tagliato per prima il traguardo precedendo la “gemella” 908 HDi FAP® n°2 (Montagny-Sarrazin).

Il velocissimo circuito belga ha fatto da scenario ad una gara ricca di colpi di scena, con pioggia a tratti insistente, in cui la superiorità delle vetture del Leone non è mai stato messa in discussione delle rivali Audi R15. La 908 HDi FAP® n°3, scattata dalla pole al semaforo verde, si è resa subito protagonista di un testacoda sulla pista bagnata perdendo alcune posizioni e impostando una gara tutta d’attacco per recuperare. Il 64° giro è stato il momento del riaggancio, con la vettura n°3 che ha preso la scia dell’Audi di Dindo Capello  per poi superarla dodici giri più tardi, alla 76esima tornata. Conquistata la prima posizione la 908 HDi FAP® n°3 l’ha conservata fino alla bandiera a scacchi, incrementando fino ad un minuto il vantaggio sull’Audi, a sua volta superata nei giri finali dalla seconda 908, la n°2.

Per il Team Peugeot Total si tratta della quarta doppietta, ma tutta l’équipe comincerà da subito a lavorare per presentarsi al meglio alle verfiche tecniche di Le Mans, domenica 6 giugno.

Olivier Quesnel, direttore di Peugeot Sport: “E’ la quarta doppietta consecutiva per il Team Peugeot Total. Le 908 HDi FAP® sono molto competitive e gli equipaggi molto affiatati, credo che sia di buon auspicio per la 24 Ore di Le Mans. Ciò significa che il lavoro svolto nei mesi invernali è stato efficace, ma ricordiamo che il nostro obiettivo prioritario è tra un mese…”.

Simon PAGENAUD: “Grazie a Pedro e Sébastien, con le loro performance mi hanno sicuramente facilitato nella guida. Ho preso il volante che eravamo in testa e sono riuscito, poi, a condurre una delle gare più belle della mia carriera. Certamente il peggiorare delle condizioni meteo mi ha messo un po’ di apprensione visto che abbiamo deciso di mantenere le gomme slick mentre i nostri rivali avevano scelto le intermedie,  ma l’ingegnere che mi seguiva dai box mi ha permesso di guidare tra una goccia e l’altra…”.

Sébastien BOURDAIS: “E’ stata una gara disputata in condizioni molto difficili. Soprattutto nei turni di guida dei miei compagni, sono stati molto bravi a gestire la vettura. Per me, dopo i due secondi posti di Le Mans e Sebring, finalmente una vittoria”.

Pedro LAMY: “Al via la pista era molto scivolosa e ho fatto subito un testacoda a La Source, fortunatamente senza danneggiare la vettura. Seppur perdendo alcune posizioni, sono ripartito subito all’attacco mantendo un buon ritmo. La vettura era eccellente e ben bilanciata e ci ha permesso di risalire la classifica fino a giungere alla vittoria”.

La classifica finale della 1000 km di Spa-Francorchamps:

1. PEUGEOT 908 HDi FAP® (Bourdais, Pagenaud, Lamy) 139 tours

2. PEUGEOT 908 HDi FAP® (Montagny-Sarrazin) + 1mn08s308

3. Audi R15 (McNish-Kristensen-Capello) +1mn26s215

4. PEUGEOT 908 HDi FAP® (Gené-Wurz-Davidson) +1giro

5. Audi R15 (Rockenfeller-Dumas-Bernhard) +2 giri

Miglior giro

Franck Montagny, 1mn59s797

Pole position

Sébastien BOURDAIS, 1mn57s884

Prossimo appuntamento: 24 Ore di Le Mans (12-13 giugno)