JLR apre in Slovacchia

Jaguar Land Rover Plant

JLR apre in Slovacchia. Jaguar Land Rover ha iniziato i lavori per la costruzione del suo nuovo stabilimento di produzione in Slovacchia. Alla cerimonia per la posa del primo mattone ha partecipato il Primo Ministro Robert Fico e Andy Garth, l’Ambasciatore britannico in Slovacchia. Jaguar Land Rover continua ad essere il leader dell’industria automobilistica nello sviluppo di avanzate tecnologie per la costruzione di veicoli leggeri. Il nuovo impianto in Slovacchia di 300.000 m², sarà all’avanguardia nella progettazione e nella costruzione di prodotti in alluminio. Supportando l’attuale impegno dell’azienda nel voler offrire ai propri clienti delle vetture leggere dall’elevato livello tecnologico, questo stabilimento produrrà una nuova gamma di veicoli in alluminio Jaguar Land Rover. Lo stabilimento, costato 1 miliardo di sterline, avrà una capacità annua di 150.000 veicoli e le prime vetture ad uscire dalle sue linee di produzione sono attese per la fine del 2018. Avrà delle tecnologie costruttive all’avanguardia e sarà il primo in Europa ad utilizzare il sistema di trasporto Kuka Pulse, che è il 30% più veloce rispetto agli attuali sistemi di convogliamento. Sarà caratterizzato anche da un procedimento per la verniciatura altamente automatizzato, per garantire la massima qualità e per ridurre l’impatto ambientale. Guardando al futuro, la fabbrica è stata progettata con la flessibilità necessaria per consentire l’unione di tecnologie produttive intelligenti, che sosterranno una maggiore efficienza dei processi, delle consegne e della qualità. Lo stabilimento adotterà tutta una serie di soluzioni per il rispetto dell’ambiente, come i dispositivi per il risparmio idrico ed i sistemi di recupero del calore, al fine di garantire un livello di operatività sostenibile ed efficiente. A pieno regime, lo stabilimento darà lavoro a 2.800 persone e verso la fine del 2017 è previsto l’inizio delle assunzioni a vasta scala.