Il Lancia Club in Barbagia e Ogliastra dal 3 al 7 giugno.

lancia1-smallIl Lancia Club per il secondo raduno dell’anno, dopo la gita a Montecarlo, ha compiuto una scelta ben precisa, quella di abbandonare i soliti itinerari di una Sardegna sin troppo nota e non solo turisticamente, per visitare la parte più autentica dell’isola: la Barbagia e l’Ogliastra.

Quando un raduno di auto storiche si svolge in una delle più belle zone d’Italia; quando i soci di un club non appartengono solo a quel club, ma sono realmente amici contenti di rivedersi; e quando tutto si svolge serenamente, su percorsi affascinanti, con la costante presenza del sole si può dire di aver raggiunto il successo.Negli occhi dei lancisti resteranno certamente alcuni eventi che hanno segnato il raduno che è stato un vero autentico incontro con la cultura, l’arte e il folklore della Sardegna più vera, a cominciare dall’accoglienza del gruppo folkloristico dei bambini di Oliena, alle splendide curve della orientale sarda, alla discesa, a Sa Pedra Longa ed alla gioia di godere di un paesaggio unico, colorato e profumato.

Nella prima giornata i chilometri sono stati veramente tanti: più di 200, ma grazie alla cadenza delle soste, le autovetture sono state all’altezza della situazione.

lancia2-smallLa seconda giornata si è svolta nel cuore vero della Sardegna; accoglienza dei piccoli mammuttones, pranzo con i pastori sui montes di Orgosolo, visita ai murales ed al museo del baco da seta, le tappe che hanno contrassegnato l’itinerario.
Dopo tutto ciò, anche un adempimento ufficiale, l’assemblea ordinaria dei soci, che si è trasformata in un incontro vivo, con discussioni costruttive, idee interessanti per il futuro, con l’attiva partecipazione di tutti.

Il sabato un salto al mare di Cala Gonone, senza dimenticare il museo della tradizione sarda a Dorgali: “s’abba frisca il suo nome”; un nome che già la dice lunga!

Ma la carta vincente della manifestazione, è stato l’hotel Su Gologone, con la sua accoglienza, la sua attiva partecipazione.
I soci del Lancia Club, hanno potuto apprezzare la capacità di far sentire gli ospiti come a casa propria, in una struttura che ogni anno si rinnova senza però perdere le sue peculiarità.
Pasqua Palimodde, insieme alla figlia Giovanna e a Luigi Crisponi, è il cuore pulsante, il “motore creativo” dell’ hotel.

lancia3-smallLa vestale della cucina barbaricina continua a sorprendere con i piatti della tradizione. Sono piatti dal sapore genuino e antico. E così i maccheroni di busa, le carni allo spiedo, i filindeu
sono entrati negli splendidi menù culminati nella cena di fine raduno, alla quale hanno partecipato il presidente del club Il Volante di Sassari, Wanda Casula, ed il sindaco di Oliena Giuseppe Francesco Cappelli.

I lancisti hanno anche potuto apprezzare le meravigliose opere d’arte di grandi artisti sardi esposte nelle varie sale dell’hotel. Sono autentici capolavori firmati da pittori, ceramisti e scultori del livello di Giuseppe Biasi , Melkiorre e Federico Melis, Francesco Ciusa, Salvatore Fancello, le sorelle Altara, Liliana Cano, Antonio Corriga e tanti altri.

E così dopo Madonna, Richard Gere, Peter Gabriel , Antonello Venditti, Laura Morante, Vittorio Sgarbi e Francesco Cossiga anche i soci del Lancia Club sono ripartiti lasciando un pezzo di cuore a Su Gologone e in questa Sardegna, che non cessa di stupire.

Il prossimo incontro, dopo le Dolomiti di fine di giugno, sarà “Lancia in Abruzzo 2009” con sede ad Ortona dal 1 al 4 ottobre. Sarà un omaggio agli amici abruzzesi così duramente colpiti, ai quali il Lancia Club porterà un contributo concreto in memoria dei Soci coniugi Fioravanti che hanno perso la vita nella tragedia del terremoto.


Torino 30 giugno 2009
( // <![CDATA[
var prefix = 'ma' + 'il' + 'to';
var path = 'hr' + 'ef' + '=';
var addy33712 = 'ufficiostampa' + '@';
addy33712 = addy33712 + 'lancia-club' + '.' + 'it';
document.write( '
‘ );
document.write( addy33712 );
document.write( ” );
//n
// –>
// ]]>
ufficiostampa@lancia-club.it// <![CDATA[
document.write( '‘ );
// ]]>Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo // <![CDATA[
document.write( '’ );
// ]]>
)