2014-Ford Focus ST

Ford ha sfruttato il Goodwood Festival of Speed per presentare la Focus ST ristilizzata. Stiamo parlando di un’auto già nota agli appassionati e quindi, apparentemente, sembra non esserci nulla di nuovo sotto il sole. In realtà, le novità sono tra le più importanti. Iniziamo a dire che il mostro Ford per il segmento C conserva il 4 cilindri EcoBoost da 247bhp (250,4 CV) e 266 lbxft (360, 6 Nm) di coppia massima. Ci scuserete per aver prediletto le unità di misura angolasassoni, ma… siamo in Inghilterra e quindi ci piace mantenere l’atmosfera. Ad una rivisitazione estetica, fa riscontro qualcosa di molto più sostanziale: l’intero assetto é stato completamente rivisitato, a dimostrazione che si può migliorare anche ciò che già sembra perfetto. Detto questo, però, qualche distratto potrebbe non essersi accorto della vera novità assoluta, visto che ora la Focus ST sarà disponibile anche con un turbodiesel, TDCi in casa Ford, che, se guardiamo i livelli di potenza e coppia dichiarati, sembra essere la Golf fighter per eccellenza. Per lei, infatti, c’é un 2.0 a 4 cilindri capace di 182 bhp (184,5 CV) e 295 lbxft (400 Nm). Entrambe le motorizzazioni sono accoppiate alla trasmissione manuale a sei rapporti, che si é confermata affidabile e precisa. Concludendo, rimane da sottolineare la modifica all’assetto. Le sospensioni sportive prevedono ora nuove molle anteriori con rigidezza elastica superiore e nuovi ammortizzatori su tutte e quattro le ruote. I tecnici Ford sostengono che con questo nuovo giro di giostra, la Focus ST diventa ancora più precisa, più reattiva e pronta per la pista. Ad aiutare, lo sterzo con servoassistenza elettrica che ora beneficia di una rivisitazione totale della taratura. La parola, ora, passa agli altri. Rimaniamo in attesa di una Focus fighter e non sarà così facile da trovare.

20140627-102823-37703446.jpg

20140627-102822-37702797.jpg

20140627-102822-37702454.jpg

20140627-102823-37703802.jpg