Land Rover Discovery, evoluzione della specie

Land Rover Discovery

Land Rover Discovery, evoluzione della specie. La nuova Discovery abbina un design esterno radicalmente rinnovato, appare molto diversa, ma rimane inconfondibilmente Discovery, caratterizzata da superfici raffinate e con proporzioni ottimizzate. I tratti tradizionalmente distintivi del suo design includono il tetto rialzato, che ha caratterizzato le quattro precedenti generazioni di Discovery, offrendo un’elegante soluzione. Anteriormente, le superfici scolpite, il prezioso design dei fari e l’angolo acuto del parabrezza rompono con la tradizione Discovery; le luci diurne ne sottolineano il look moderno e la novità della grafica.

Land Rover Discovery

Di profilo le fiancate evidenziano l’ottimizzazione dei volumi e delle proporzioni, mentre la grafica degli archi passaruota richiama quella della Discovery Sport, con le caratteristiche nervature che fanno “aderire” visivamente i passaruota alla carrozzeria del veicolo. Il nuovo linguaggio formale si manifesta anche negli archi passaruota, dal disegno marcato e insieme armonico, che donano alla Discovery un aspetto ancora più deciso e dinamico. Il design aerodinamico, – con un coefficiente di 0.33 – ne fa la più aerodinamica di sempre, con tutti i vantaggi che ne derivano in termini di efficienza. Posteriormente, i gruppi ottici Led presentano un andamento orizzontale che accentua la grinta sportiva; il nuovo portellone in un unico pezzo, ha consentito un design molto più dinamico che sarebbe stato inattuabile nei precedenti modelli con il portellone suddiviso. Il suo profilo arrotondato si integra senza soluzione di continuità con le fiancate, offrendo numerosi vantaggi. L’apertura più ampia facilita il carico e lo scarico e il portellone più grande, in posizione aperta, offre maggior riparo dagli elementi durante queste operazioni. Lo spoiler posteriore, accuratamente sagomato nella galleria del vento, gioca un ruolo importante minimizzando l’accumulo di polvere sul portellone, a tutto vantaggio della visibilità posteriore e senza compromettere le qualità aerodinamiche. E poi ci sono i dettagli raffinati: la Discovery è disponibile con l’opzione dei fari adattivi LED. Le sfaccettate unità LED, dal forte carattere grafico, ripropongono l’audace design prefigurato dal Concept Discovery Vision. Gli allestimenti, dal livello SE in su, comprendono le luci diurne realizzate con elementi “Light Pipe”, che virano dal bianco all’ambra quando sono azionati gli indicatori di direzione. I fari offrono cinque modalità d’impiego per meglio adattarsi alle varie situazioni: campagna (Country), città (Town), autostrada (Motorway), scarsa visibilità in campagna (Alternative Country) e abbaglianti (High Beam). Le varie funzioni sono affidate a sette gruppi di LED che si illuminano in differenti combinazioni per adeguare il fascio luminoso alle condizioni di marcia. La Discovery offre inoltre una scelta fra 17 colorazioni, con la possibilità di scegliere fra 14 stili di cerchi di lega, inclusi, per la prima volta, i cerchi da 21″ e 22″. Nella gamma è compreso un nuovo cerchio Aero da 20″, recentemente realizzato per ridurre la resistenza aerodinamica, e tutti i modelli sono equipaggiati con ruota di scorta full size, posta posteriormente sotto il pianale. È disponibile anche con cerchio da 19″.

Land Rover Discovery

Interni raffinati
La Discovery è un concentrato di design moderno, materiali di qualità e tecnologie all’avanguardia. I progettisti hanno creato una cabina a sette posti con maggiore versatilità e spazio, grazie all’attenta analisi ed all’ottimizzazione di tutte le prospettive progettuali. L’efficiente consolle centrale è delineata da robusti elementi verticali che intersecano la traversa della plancia; un numero minimo di interruttori fisici riduce le possibilità di distrazione del guidatore, grazie anche ai comandi facilmente intuibili. La luce ambiente configurabile e le cuciture a contrasto sottolineano la cura artigianale dedicata all’elegante abitacolo. I rivestimenti interni, tutti autentici, dalla pelle Windsor al legno Natural Shadow Oak, completano un interno disponibile in cinque combinazioni di colori, dall’Ebony e Acorn al Nimbus, Vintage Tan e Glacier.   I materiali pregiati e l’impiego intelligente della tecnologia, si fondono nella Discovery, in un complesso esclusivo di eccellenza nel design ed integrità progettuale. Ne è un ottimo esempio la funzione esclusiva Intelligent Seat Fold. Questo sistema consente di riconfigurare il layout dei sedili della seconda e terza fila in quattro modi diversi: con pulsanti all’interno del portellone, o sul montante C, o tramite il touchscreen o perfino a distanza, con uno smartphone.

Ampio spazio a bordo
La Discovery misura 4.970 mm di lunghezza, 2.220 mm di larghezza (con specchietti estesi) e 1.846 mm di altezza: è 141 mm più lunga, ma più stretta e bassa di prima. Il passo, di 2.923 mm è cresciuto di 38 mm creando ancora maggior spazio in cabina, nella quale l’ingombro delle sospensioni posteriori è ridotto al minimo grazie alla configurazione compatta delle sospensioni Integral Link. Ne consegue che i sedili della seconda fila possono scorrere avanti/indietro di 160mm, consentendo ai passeggeri di regolare a piacere lo spazio per il carico e quello per le gambe; inoltre l’accesso alla terza fila di sedili risulta facilitato. Resi possibili dal particolare tetto rialzato, i tradizionali sedili a gradinata, marchio della Discovery, assicurano comfort e visibilità a tutti i passeggeri. La terza fila di sedili è progettata per accogliere agevolmente adulti al 95° percentile (occupanti alti 1,90 m.), garantendo così un totale comfort per tutti. Per la prima volta un SUV offre tutte e tre le file di sedili riscaldabili. Inoltre ben cinque punti di ancoraggio ISOFIX in totale consentono di posizionare il seggiolino per bambini anche nella terza fila di sedili. I sedili della prima fila sono riscaldabili e rinfrescabili, con funzione massaggio e 16 possibili regolazioni. La Discovery è disponibile anche in versione a cinque posti, per chi non necessita della versatilità offerta dalla terza fila ripiegabile.

Land Rover Discovery

Serie limitata First Edition
Per celebrare il lancio della Discovery ne verrà prodotta, in soli 2.400 esemplari, un’esclusiva edizione limitata che costituirà una vetrina dei punti salienti del design e delle caratteristiche tecnologiche di questo prodotto. I modelli First Edition saranno disponibili in tre sensazionali combinazioni di colori di carrozzeria e tre combinazioni di colore per la cabina: una proposta veramente diversa dalle altre. I dettagli su misura comprendono le finiture interne della plancia e delle portiere in alluminio, con una mappa incisa, celebrativa del Design e dell’Ingegneria del Regno Unito. La First Edition sarà ordinabile in Namib Orange con griglia e particolari neri, tetto a contrasto Narvik Black e cerchi neri da 21″, oppure Silicon Silver, sempre con griglia e particolari neri e cerchi Silver da 21″. Sarà anche disponibile in Farallon Black, con cerchi Silver da 21″, griglia e particolari neri. Il resto della gamma comprende allestimenti S, SE, HSE e HSE Luxury, con il Black Design Pack opzionale per tutte, tranne l’allestimento S. Il ricco equipaggiamento della S comprende cerchi in lega da 19″, Terrain Response a quattro programmi e clima manuale bizona. Tutte le versioni SE montano navigatore satellitare, clima automatico e audio di livello superiore, mentre le HSE acquisiscono rivestimenti in pelle, cerchi da 20” e fari LED. Al top della gamma, la HSE Luxury comprende rivestimenti in pelle Windsor, cerchi da 20″ e tetto panoramico di serie, oltre ad altre numerose caratteristiche di sicurezza e praticità.

Intelligent Seat Fold
La Discovery presenta, per la prima volta nel settore, il sistema Intelligent Seat Fold. Questo prevede quattro diversi modi per riconfigurare il layout della seconda e terza fila di sedili: interruttori all’interno del vano bagagli consentono di ripiegare o dispiegare i sedili al tocco di un pulsante, rimanendo in piedi dietro al veicolo; una pulsantiera sul montante C permette di comandare la terza fila di sedili dalla portiera posteriore; le file due e tre possono essere anche riconfigurate dall’interno del veicolo, tramite il touchscreen centrale. Infine, l’operazione può essere compiuta a distanza, tramite un’app per smartphone dell’InControl Remote di Land Rover; ad esempio, si possono riconfigurare i sedili già dall’interno di un negozio, se si è appena acquistato un oggetto particolarmente voluminoso. Questo sistema esclusivo impiega dei motori elettrici piccoli ed efficienti, in grado di ripiegare i sedili della terza fila in soli 12 secondi. I sedili della seconda fila vengono alzati o abbassati in 15 secondi. Sulla spalliera esterna di questi ultimi è anche presente un bottone dedicato che consente di alzare o abbassare il sedile per accedere alla terza fila di sedili, o uscirne. I sedili sono anche muniti di dispositivo anti pizzico e rilevamento di blocco, onde evitare possibili inconvenienti alle persone e agli oggetti. Avanzati sensori di peso posti nei sedili e nelle fibbie delle cinture di sicurezza, rilevano se il sedile è occupato, consentendone il movimento solo in condizioni di sicurezza. Il sedile, qualora venga rilevato un ostacolo o un oggetto mentre viene ripiegato, si bloccherà tornando alla posizione precedente. Inversamente, se un oggetto viene posto sopra un sedile mentre questo è ripiegato a filo del pavimento, ne renderà impossibile alzarne lo schienale. Il sistema intelligente può anche rilevare possibilità di collisione fra sedili e ridisporli automaticamente prima che questo avvenga.

Land Rover Discovery

Versatilità senza rivali
Il vano bagagli della Nuova Discovery può essere configurato per trasportare agevolmente oggetti di ogni forma e dimensione. Più spaziosa delle concorrenti dirette, la Discovery, dispone, dietro la seconda fila di sedili, di un volume totale di carico pari a 1.231 litri. Con questa sistemazione, grazie anche alle generose dimensioni dell’imboccatura (854 mm x 1.150 mm), il bagagliaio può ospitare una lavabiancheria di dimensioni standard. E dovendo trasportare oggetti ancora più voluminosi, la capacità di carico può essere aumentata fino a 2.500 litri, semplicemente ripiegando la seconda fila di sedili. Con tutti e sette i sedili eretti, lo spazio per il carico è ancora di 258 litri – sufficiente per una sacca da golf o tre valige tipo “bagaglio a mano”.

Powered Inner Tailgate
La Discovery è sempre stata sinonimo di versatilità, evolvendosi ad ogni generazione per soddisfare le crescenti aspettative della clientela. Ne è un esempio il portellone in un unico pezzo, che sostituisce quello suddiviso orizzontalmente, che equipaggiava la Discovery fin dal 2004, anno di introduzione della terza generazione Discovery. La Discovery originale del 1989 montava un portellone incernierato lateralmente, soluzione che ha subito le evoluzioni dettate dalla domanda della clientela ideale. Il portellone monopezzo della Nuova Discovery è la soluzione giusta per le famiglie del 21° secolo. L’imboccatura del bagagliaio è più grande di prima e il portellone, in posizione aperta, offre un miglior riparo dalle intemperie mentre si caricano gli acquisti o si sta facendo un picnic. Per non rinunciare però ai vantaggi del portellone suddiviso, Land Rover ha sviluppato il nuovo Powered Inner Tailgate. Questa innovazione comprende una sezione abbattibile aggiuntiva, che viene dispiegata all’apertura del portellone. Questa sezione da 285 mm, che può sopportare fino a 300 kg di peso, diventa un perfetto sedile per un picnic o per togliersi gli stivali infangati – restando al riparo del portellone. Aprendo il bagaglio, col telecomando o con il comando gestuale, il portellone si alza e il pannello interno si abbassa, per poi ripiegarsi automaticamente in verticale contro il portellone quando questo viene chiuso. Usando il bottone sul portellone si lascia il pannello in posizione verticale impedendo così che eventuali oggetti non fissati possano cadere dal bagagliaio. Per riabbassare la sezione del Powered Inner Tailgate basta premere il relativo pulsante posto nel vano di carico.

Land Rover Discovery

Activity Key
L’Activity Key è un’altra novità per i grandi SUV e serve per bloccare/sbloccare il veicolo senza la necessità del telecomando convenzionale. L’Activity Key, un robusto bracciale da indossare nelle attività all’aperto, si usa avvicinandolo alla “D” del distintivo Discovery posto sul retro del veicolo. Così facendo questo viene bloccato e si disabilitano le chiavi convenzionali che possono essere tranquillamente lasciate al suo interno. L’Activity Key, che non necessita di batteria, è stato sottoposto ad una serie di accurati test per accertarne il funzionamento anche in ambienti estremi. È perciò impermeabile fino a 30 metri e resiste a temperature da -50 a +125 gradi centigradi.

Propulsori all’avanguardia
La Discovery è equipaggiata con una gamma di efficienti motori Jaguar Land Rover a quattro o sei cilindri, diesel o benzina. I diesel 2.0 litri Ingenium offrono livelli ridotti di consumi ed emissioni di CO2, senza detrimento per la possente coppia che i clienti esigono da una Discovery. I leggeri motori in alluminio Ingenium presentano un monoblocco rigido ed iniettori disaccoppiati che, assicurando bassi livelli di vibrazioni e rumore, sottolineano l’attenzione al comfort che caratterizza la famiglia Discovery. Tutti i motori sono abbinati ad una trasmissione automatica ZF a otto rapporti, che può essere controllata manualmente tramite i paddle sul volante, per la massima versatilità. L’intera gamma vanta tutta una serie di avanzate tecnologie che contribuiscono alla riduzione dei consumi. Tutti i propulsori, diesel e benzina, impiegano il sistema stop/start e la carica rigenerativa. A queste funzioni si affianca l’ECO Data che, tramite il touchscreen centrale, informa il pilota sui consumi in tempo reale. Il sistema è anche in grado di fornire consigli di guida intesi al risparmio di carburante.

Td4 diesel – 2.0 da 180 CV
In Italia, questa versione sarà disponibile a 3 mesi dal lancio I premiati motori diesel Ingenium di Land Rover assicurano alla Discovery livelli di emissione molto competitivi. Il diesel 2.0-litri Ingenium Td4 da 180 CV è il più efficiente, con 159 g/km di CO2 e consumi di 6.0 l/100 km. Questo moderno diesel, particolarmente raffinato, eroga una coppia di 430 Nm che conferisce alla Nuova Discovery le usuali capacità di traino e prestazioni Land Rover, oltre ad un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 10,5 secondi. Il 2,0 Ingenium Td4 impiega l’ultima generazione di iniezione diretta common rail ad alta pressione, che opera fino a 1800 bar, con iniettori a solenoide. Monta un turbocompressore a geometria variabile ed un efficiente intercooler, per una superiore risposta del motore. Prodotto nel Regno Unito, questo propulsore vanta tutta una gamma di caratteristiche avanzate che portano a nuovi livelli il comfort della Famiglia Discovery. I supporti motore a doppio isolamento e i supporti ottimizzati della trasmissione affiancano, per la migliore raffinatezza, la fasatura variabile delle valvole lato scarico e due contralberi.

Potente Sd4
La famiglia dei propulsori Jaguar Land Rover Ingenium include anche un diesel 2.0 litri da 240 CV, per chi desidera prestazioni superiori senza rinunciare all’efficienza della famiglia Ingenium. L’Sd4, che eroga 240 CV e una coppia di 500 Nm, accelera la Discovery da 0 a 100 km/h in 8,3 secondi – una prestazione paragonabile a quella della precedente Discovery V6 diesel 3.0 litri. Nonostante ciò, il quattro cilindri registra valori di CO2 di 165 g/km e consumi di 6,3 l/100 km Si tratta del primo motore Jaguar Land Rover che adotta la tecnologia dei turbocompressori sequenziali, per ottenere una spinta maggiore.

Sei cilindri Td6 diesel
Sulla Discovery è disponibile anche un potente diesel da 249 CV V6 da 3.0 litri, il Td6. Questo monoturbo presenta una ricircolazione dei gas di scarico a bassa pressione, una pompa olio a doppio stadio e ugelli di iniezione rielaborati, per offrire reattività, raffinatezza ed efficienza. Questo motore di ultima generazione produce il 7% di emissioni in meno del precedente TDV6 da: 203 g/km è sceso a 189 g/km, con consumi di 7,2 l/100 km. Il 249 CV è anche più prestazionale, accelerando il veicolo da 0 a 100 km/h in soli 8,1 secondi, e abbassandone il tempo di 1,3 secondi. Con 600 Nm di coppia a disposizione, il nuovo Td6 diesel offre un comfort rilassante a velocità di crociera e grandiose capacità all-terrain.

Sei cilindri Si6 a benzina
L’avanzato V6 supercharged da 3.0 litri vanta prestazioni impressionanti. L’Si6 da 340 CV eroga una coppia di 450 Nm e accelera la Discovery da 0 a 100 km/h in 7,1 secondi. La struttura leggera della Discovery è decisiva per ridurre emissioni e consumi su tutta la gamma di modelli. Il risultato è una diminuzione del 6% del CO2, a 254 g/km e consumi di 10,9 l/100 km, migliori di quelli del modello precedente.

Trasmissione automatica ad otto rapporti, dolce ed efficiente
Tutti i motori sono abbinati a una trasmissione automatica ZF a 8 rapporti, tarata dagli esperti Land Rover per unire dolcezza nei cambi di marcia, vivace reattività ed efficienza nei consumi. La trasmissione è controllata dalla manopola che si solleva al centro della consolle mentre durante le manovre del fuoristrada, per una guida dinamica e un più preciso controllo, è possibile cambiare marcia manualmente tramite i paddle al volante. I rapporti ravvicinati garantiscono che i cambi, che vengono effettuati in una frazione di secondo, siano quasi impercettibili. Per un maggiore controllo ed una guida orientata alle prestazioni, la trasmissione consente anche scalate di marcia multiple, pur mantenendo una transizione fra i rapporti particolarmente dolce.

Sempre più performante su strada e al vertice della categoria nell’all-terrain
La Discovery è stata lungamente messa alla prova per assicurare che prestazioni e comfort su asfalto risultassero pari alle sue capacità all-terrain. Uno degli obiettivi principali del team tecnico era quello di ottenere un’esperienza di guida più composta; questo obiettivo è stato raggiunto grazie ad un mix di innovazioni tecnologiche, inclusa l’avanzata architettura delle sospensioni e l’ultima generazione di sterzo servoassistito elettricamente in funzione della velocità. Il risultato è una guida più coinvolgente, senza che il comfort di viaggio ne risenta minimamente. Lontano dalle affollate vie cittadine e dalle autostrade, le ineguagliabili qualità all-terrain della Discovery ne fanno uno dei veicoli più capaci che il marchio Land Rover abbia mai sfoggiato. Il mix eccezionale costituito dagli angoli di attacco, dosso e uscita, dalla profondità di guado e dalla luce libera dal suolo – potenziati da un corredo di nuove tecnologie – le assicurano il primato della categoria anche sui terreni più difficili.

4×4 permanente, con due gamme di velocità
Per il massimo delle prestazioni in fuoristrada la Discovery è disponibile con una scatola di rinvio a due gamme di velocità – lenta o veloce – che ottimizzano le performance, in off-road e anche su asfalto. Il sistema intelligente prevede una distribuzione standard 50/50 della coppia fra i due assali, ma impiega una serie di sensori per redistribuirla alle ruote a seconda delle situazioni. Il sistema a due gamme di velocità sincronizzate, consente di cambiare tra i rapporti alti e quelli bassi in movimento, fino alla velocità di 60 km/h.

4×4 permanente, con Differenziale Torsen e gamma singola di velocità
Chi non necessita della gamma lenta può scegliere la trazione integrale permanente con scatola di rinvio a singola gamma di rapporti. Questa suddivide la coppia anteriore/posteriore in percentuale 42/58, ma può anche inviarla all’assale con maggiore aderenza, fino a percentuali rispettivamente di 62/38 e 22/78. La trasmissione a singola gamma di velocità comporta una riduzione di peso di 17 kg, ed è progettata per eccellenti performance stradali. Il sistema è completamente integrato con il Terrain Response 2 e con il controllo della trazione della Discovery, per sfruttare la capacità di distribuzione della coppia agli assali, anteriore e posteriore, nel modo più efficace.

All-Terrain Progress Control
L’innovativo sistema All-Terrain Progress Control (ATPC), lanciato sulla Range Rover Evoque, ora equipaggia anche la Discovery. Questo dispositivo consente al pilota che deve affrontare un terreno particolarmente difficile, di impostare una velocità ridotta (fra 2 e 30 km/h) per potersi concentrare sullo sterzo lasciando al sistema il controllo di motore e freni. Quando il sistema è attivo il guidatore può governare la velocità tramite i comandi del cruise control, mentre un’icona sul cruscotto mostra le regolazioni e le modalità selezionate. L’ATPC è fornito con l’esclusiva funzione Low Traction Launch, che facilita la partenza su superfici a scarsa aderenza, come l’erba bagnata o il ghiaccio.

Terrain Response 2 Auto
La Discovery monta l’ultima generazione del Terrain Response 2 di Land Rover, che controlla automaticamente le condizioni di marcia per tarare opportunamente le funzioni del veicolo in base al tipo di terreno: Guida Generica; Erba, Ghiaia e Neve; Fango e Solchi; Sabbia; Roccia. Questo intuitivo sistema ottimizza una gamma di regolazioni del veicolo, dalla mappatura dell’acceleratore alla risposta dello sterzo, dalla regolazione delle sospensioni a quella del controllo di trazione. In alternativa un selettore consente di scegliere manualmente l’opzione più opportuna, in modo semplice ed efficace.

Sospensioni pneumatiche integrali
Le sospensioni pneumatiche Land Rover sulle quattro ruote non solo migliorano la qualità di viaggio su asfalto, ma potenziano le capacità off-road del veicolo. Con la modalità off-road in due stadi il sistema automatico può variare fra due altezze di marcia: +40 mm e +75 mm. A velocità inferiori ai 50 km/h è disponibile la regolazione a +75 mm; per velocità maggiori su sentieri sconnessi, dai 50 agli 80 km/h, il veicolo opera a +40 mm. Inoltre la nuova funzione Speed Lowering diminuisce la resistenza aerodinamica ed i consumi riducendo l’altezza di marcia di 13 mm a velocità di crociera superiori a 105 km/h. Altre funzioni comprendono una migliore taratura che impedisce alle sospensioni di abbassarsi durante un guado profondo o previene una spanciata, se il centro del veicolo rischia di toccare il terreno.

Advanced Tow Assist
La Discovery è equipaggiata con un’evoluta tecnologia semiautonoma che rende sicuro e semplice il traino di un rimorchio. Con questo dispositivo, e una capacità di traino di ben 3.500 kg, la Discovery è il più capace veicolo nella sua categoria. L’Advanced Tow Assist elimina lo stress delle manovre in retromarcia consentendo di posizionare il rimorchio o il caravan senza neanche usare il volante. Questa tecnologia semplifica le complesse manovre in retromarcia, guidando il rimorchio nella posizione di parcheggio desiderata tramite la manopola rotativa del Terrain Response 2, posta sulla consolle centrale. Dopo che il guidatore ha configurato il sistema sul touchscreen centrale immettendovi le caratteristiche principali del rimorchio, alle immagini trasmesse dalle videocamere montate negli specchietti vengono sovrapposte delle linee guida, che mostrano la direzione prevista del rimorchio. Sterzando il rimorchio tramite la manopola del Terrain Response 2, ed azionando i pedali, il guidatore può parcheggiare il rimorchio in retromarcia in assoluta sicurezza, poiché il veicolo calcola automaticamente i necessari interventi dello sterzo. Questo sistema intelligente avverte il guidatore se la sterzata impostata è eccessiva e rischia di portare il rimorchio a formare un angolo troppo acuto con il veicolo. La funzione Trailer Light Test, in prima mondiale, è un altro esempio di tecnologia mirata alla praticità. Questa rende possibile controllare le luci del rimorchio senza alcuna assistenza, facendole lampeggiare stando fuori dal veicolo. Il sistema è attivabile tramite un pulsante nel vano di carico o con il touchscreen principale del veicolo.

La Discovery è disponibile con l’Electrically Deployable Towbar, un gancio di traino estraibile elettricamente azionato da un pulsante nel vano di carico o dal posto di guida, sempre tramite il touchscreen centrale. E ancora, la funzione Rear Height Adjust consente di abbassare o alzare il posteriore del veicolo con il telecomando o con interruttori nel vano bagagli, per semplificare al massimo l’aggancio del rimorchio, o rendere più agevole la salita dei cani nel vano di carico.

Quando il gancio è pronto, l’Hitch Assist facilita l’aggancio del rimorchio o del caravan. Impiegando le videocamere surround, il touchscreen centrale mostra il gancio di traino, e riconosce il punto di aggancio del rimorchio. A questo punto il display effettua uno zoom, e mostra una linea guida che risponde agli input di sterzo, per aiutare il guidatore a posizionare correttamente la Discovery. Le Discovery equipaggiate con il gancio estraibile elettrico presentano anche un’altra novità: il sistema Nose Load Measurement. Questa funzione di sicurezza controlla rapidamente il peso del rimorchio applicato sul gancio (fino a 120 kg) per evitare pericolosi sovraccarichi, e può essere attivata dal touchscreen centrale o con l’app InControl Remote di uno smartphone. Con il rimorchio saldamente agganciato, il sistema Trailer Stability Assist ne controlla il movimento e, se rileva uno sbandamento, riduce la velocità del veicolo diminuendo i giri motore e frenando gradualmente, per restituire il pieno controllo al guidatore.