La Scénic conquista il Festival di Venezia

Nuova Renault Scénic

La Scénic conquista il Festival di Venezia. L’aspetto glam e seducente che caratterizza il look della quarta generazione ben si sposa con il contesto in cui è avvenuta la presentazione (statica): alla Mostra del Cinema di Venezia, di cui è partner da tre anni, Renault ha fatto sfilare la nuova Scénic, la monovolume compatta che fu lanciata nel 1996 e che finora è stata venduta in 5 milioni di esemplari in Europa (di cui 500.000 in Italia). E, per una volta, le luci della ribalta non si sono concentrate su una diva di Hollywood, un regista famoso o un attore di richiamo, ma sulla monovolume francese, perfettamente a suo agio accanto al red carpet del Lido di Venezia. Del resto, il legame di Renault con il mondo del cinema è profondo: a fine Ottocento, le fabbriche della Casa transalpina sorgevano accanto ai primi studi cinematografici, a Billancourt. Da allora Renault sponsorizza i maggiori festival cinematografici mondiali, a cominciare, ça va sans dire, da quello di Cannes. Quest’anno, per la cronaca, a Venezia, 33 Renault Talisman e 7 Espace accompagneranno le star e i responsabili della 73° edizione della Mostra. E, sempre per rimanere in tema di motori & pellicole, Gabriele Mainetti, il regista del film-rivelazione “Lo chiamavano Jeeg Robot”, ha diretto “Ningyo”, un cortometraggio ispirato al concetto di modularità che caratterizza la nuova Scénic (presentato al Palazzo del Cinema di Venezia). Si tratta di un cortometraggio modulabile: gli spettatori, infatti, possono cambiare l’ordine dei tre moduli che lo compongono per dar vita a sei storie differenti. Per saperne di più: www.nuovascenic.it/ningyo

CHE RIVOLUZIONE
Rispetto alla generazione precedente, la Scénic “atto quarto”, che nasce sul pianale della Mégane (a sua volta “imparentata” con la Talsiman e la Espcae), è tutta nuova. Soprattutto è stata ridisegnata da cima a fondo dal centro stile guidato da Laurens van den Acker. Risultato: la vocazione resta quella di un’auto pratica e destinata alle famiglie, ma l’aspetto ricorda quello delle crossover più accattivanti. Merito di una linea sinuosa e filante, di un parabrezza panoramico e avanzato (diviso in tre parti), dello sbalzo posteriore ridotto e della curva spiovente del tetto, che rende il design generale ancora più dinamico, oltre alla presenza dei cerchi da 20″.

MOTORI E ALLESTIMENTI
Ampia, come da tradizione la gamma delle motorizzazioni: due sono quelli a benzina (il 1.2 TCe da 115 e 130 CV), mentre quelli a gasolio sono il dCi da 95 CV con trasmissione manuale a 6 rapporti, il dCi da 110 CV, proposto sia con la trasmissione manuale a 6 rapporti sia con il cambio automatico a doppia frizione EDC e 7 rapporti, il dCi da 110 CV Hybrid Assist con cambio manuale a 6 rapporti, il dCi da 130 CV con cambio manuale 6 rapporti e il dCi da 160 CV, proposto con cambio automatico a doppia frizione EDC e 6 rapporti.

La gamma della nuova Scenic è articolata in quattro livelli di finiture: Life, Zen, Intens e Bose, con prezzi che partono dai 21.900 euro per la versione 1.2 Life Energy TCe da 115 CV e arrivano a 33.350 euro per la 1.6 Bose dCi 160 EDC. Se l’allestimento Life è dotato di luci posteriori 3D Edge Light e, a bordo, dell’Hill Start Assist, Radio System con schermo da 4,2” e presa USB, Cruise Control, sistema di frenata di emergenza con rilevatore pedoni e cerchi in acciaio 20”, le aspettative dei manager Renault si concentrano soprattutto sulla versione Intens, spinta dal 1.5 dCi da 110 CV (costo: 27.800 euro) ed equipaggiata con touch-screen da 7” e diversi sistemi di assistenza alla guida, tra cui il riconoscimento della segnaletica stradale con allerta di superamento del limite di velocità, il Visio System, il rilevatore di stanchezza e i sensori di parcheggio posteriori e anteriori. Sulla Intens, inoltre, la funzione “One Touch Folding” consente di ripiegare automaticamente i sedili posteriori, ottenendo così un pianale piatto.

TECNOLOGIA E MODULARITÀ
La nuova Scenic è diventata più sexy, d’accordo, ma non a scapito della razionalità (è pur sempre un modello a vocazione familiare), dell’innovazione e della sicurezza. Di serie, infatti, la monovolume transalpina è equipaggiata con il sistema di frenata di emergenza attiva con riconoscimento pedoni (operativo se si viaggia a una velocità compresa fra 7 e 60 km/h) e, tra gli altri dispositivi di ausilio alla guida, figurano l’assistenza al mantenimento di corsia, il rilevatore di stanchezza, che avvisa quando si manifestano ripetuti segnali di affaticamento e il regolatore di velocità adattivo, che aiuta a tenere la velocità costante, preservando la distanza di sicurezza dal veicolo che si trova davanti.

Per quanto riguarda la modularità, il fiore all’occhiello è la console centrale scorrevole, che il conducente può spostare a suo piacimento premendo la maniglia posta davanti al bracciolo: in questo modo si può configurare l’abitacolo rendendolo, di volta in volta, più conviviale o trasformandolo in un vero e proprio cockpit. Inoltre, sono tanti i vani portaoggetti disseminati nell’abitacolo, con una capacità complessiva di 63 litri. Da sottolineare, infine, per i passeggeri posteriori la presenza dei tavolini Easy Life, con alloggiamenti utili per riporre oggetti e prese Usb per caricare i device elettronici.

SERIE SPECIALE
La nuova Scenic arriverà in novembre e subito dopo sarà la volta della versione a 7 posti. In fase di lancio è già disponibile (si può prenotare on line sul sito www.nuovascenic.it) la serie speciale Edition One (costo: 29.900 euro), con motore 1.6 dCi da 160 CV Twin Turbo abbinato al cambio automatico EDC a sei marce a doppia frizione. Questa serie limitata è riconoscibile dalla tinta Be-Style Giallo Miele con tetto Nero Etoilé, il tetto in vetro panoramico e i cerchi da 20’’ QUARTZ ed è dotata del motore dCi Twin Turbo da 160 CV e cambio automatico doppia frizione EDC a 6 rapporti. Sulla Edition One (prenotata finora da 1.250 clienti) c’è tanta tecnologia a bordo: segnaliamo il sistema Multi-Sense, i fari Led Pure Vision, il sistema Easy Park Assist, l’Head-Up Display, il Cruise Control Adattivo e il sistema One Touch Folding.