Audi produce i primi attrezzi stampati in 3D

La nuova tecnologia debutta con la creazione di un telaio per l'assemblaggio dei compressori

Dopo aver inaugurato lo scorso dicembre nello stabilimento di Wolfsburg il nuovo centro per lo sviluppo di utensili tramite stampa 3D, il Gruppo Volkswagen sta rapidamente diffondendo questa tecnologia in vari reparti e divisioni. A metà marzo, Audi ha annunciato di aver avviato la produzione dei primi utensili di precisione che saranno utilizzati per il pre-assemblaggio di alcune parti della e-tron GT, il terzo modello della famiglia e-tron.

Allineamenti a prova di errore

Il primo attrezzo è un telaio per assemblare i compressori del climatizzatore e del sistema di raffreddamento, operazione che solitamente richiede un’elevata precisione e dunque, l’assistenza di un operatore e che ora potrà essere automatizzata grazie a questo supporto con incorporata una morsa per immobilizzare i pezzi nella posizione corretta.

Un software più agile

il nuovo software permette di superare la fase della modellazione computerizzata e abbattere così i tempi di progettazione addirittura dell’80%. La stampa è totalmente automatizzata e consente di realizzare i pezzi utilizzando diversi materiali come la fibra di vetro, per dare robustezza alla struttura, e altri isolanti o conduttori.