Texa ad Automechanika 2016

Texa

Texa ad Automechanika 2016 – Con uno spazio espositivo di ben 650 m2 su due piani (stand 96 – hall 8) l’azienda di Monastier di Treviso è pronta ad accogliere il pubblico che visiterà Automechanika 2016.

Texa, azienda italiana leader da ben 23 anni in tecnologie elettriche per l’automobile, ha in serbo non poche novità per il gremito pubblico che dal 13 al 17 settembre 2016 accorrerà ad Automechanika, la fiera biennale di Francoforte famosa a livello internazionale per l’esposizioni di attrezzature per autofficine, stazioni di servizio, parti di ricambio e accessori per l’industria automotive.

AXONE Nemo

AXONE Nemo

Una delle prime novità esposte dall’azienda trevigiana riguarderà un innovativo tablet per la diagnosi in grado di resistere alle difficili condizioni ambientali dell’officina e di rispondere alle sempre diverse richieste delle più avanzate officine connesse. AXONE Nemo, basato sulle caratteristiche tecniche dei migliori tablet attualmente in commercio (schermo capacitivo 12 pollici ultra wide con risoluzione 2440×1820, vetro Gorilla Glass, processore Intel® Quad Core N3160, memoria RAM 8 Giga e storage 250 GB, Wi-Fi a doppio canale e Bluetooth® 4.0 Low Energy), vanta potenti batterie per un utilizzo prolungato, una scocca in magnesio che lo rende robusto e leggero, la capacità di resistere a forti urti e un brevetto che lo rende impermeabile all’acqua e galleggiante.

AXONE Nemo

Il tablet di Texa è stato inoltre equipaggiato con un pacchetto di sensori costituito da un barometro, un accelerometro, un giroscopio, una bussola e un sensore di luce. A questi sensori si aggiungono due fotocamere da 5 megapixel, una frontale ed una posteriore completa di flash/torcia ed autofocus, molto utili per salvare e condividere immagini di componenti e particolari meccanici. Se ciò non vi dovesse bastare sappiate che Texa ha previsto per AXONE Nemo la possibilità di installare in modo rapido dei moduli magnetici capaci di estendere le sue potenzialità e le risorse di misura e controllo. Un esempio potrebbe essere il modulo termografico, che consente la diagnostica di veicoli elettrici ed ibridi, o il modulo Ethernet Broad R e DoIP/LAN, che garantisce la connessione con le vetture dotate del nuovo standard ISO 13400 (DoIP Diagnostic over Internet Protocol).

Software IDC5

IDC5

A bordo del nuovo tablet AXONE Nemo troveremo l’ormai ben noto software di Texa per la diagnosi multimarca. Stiamo parlando del software IDC5        che, grazie agli ultimi sviluppi e aggiornamenti, risulta ora più facile, intuitivo, veloce e completo. Merito, infatti, di una importante riscrittura del codice, il software permette di entrare in comunicazione con le centraline in modo molto più rapido rispetto a prima. Inoltre, anche la grafica e la “user experience” sono state riprogettate in modo da adattarsi perfettamente con il nuovo tablet AXONE Nemo ed implementare una “touch gesture” che consenta di raggiungere le funzionalità desiderate, semplicemente sfiorando con le dita il display dall’alto verso il basso, con la grande comodità di poter zoomare su voci e contenuti di particolare interesse.

IDC5

Infine, sono stati implementati numerosi schemi elettrici interattivi ricchi di animazioni che consentiranno al tecnico di verificare i dispositivi coinvolti e di controllare i flussi dei segnali in entrata o in uscita dalle centraline. Ad Automechanika Texa svelerà ai propri clienti anche il nuovo “store” fornito dalla Texa App che, collegato con il software IDC5, darà la possibilità di estendere ulteriormente il numero e l’efficacia delle diagnosi effettuate con il tablet AXONE Nemo. Sfruttando, infatti, la Texa App si potrà avere accesso diretto alle migliori banche dati contenenti manuali di riparazione, informazioni tecniche, dati di manutenzione e riparazione relativi a tutte le automobili, i veicoli commerciali leggeri, i mezzi pesanti attualmente circolanti.

Konfort 744

KONFORT 744

Ma Texa non è solo strumenti di diagnostica ma è anche dispositivi per la manutenzione e la ricarica degli impianti di aria condizionata. Proprio ad Automechanika verrà presentato la nuova Konfort 744, una stazione di ricarica completamente automatica che assicura una procedura di ricarica precisa ed accurata con una tolleranza massima di 10 grammi. Questa stazione risulta ideale per la manutenzione e la ricarica dei nuovi impianti di aria condizionata basati sull’utilizzo del refrigerante R744 (C02) che adottano una componentistica differente rispetto a quelli sviluppati per i refrigeranti R134a e R1234yf. La Konfort 744 adotta, infine, un accurato misuratore della concentrazione di CO2 nell’aria che, nel caso in cui questa raggiunga livelli pericolosi, interrompe la ricarica e un particolare sistema di scarico della CO2 nell’atmosfera che permette l’evacuazione del gas in maniera controllata per preservare la sicurezza dell’operatore e dell’impianto.

TPS 2

TPS 2

Importanti novità riguarderanno anche il mondo dei gommisti nel quale Texa ha lanciato il TPS 2. Il Tyre Pressure Service 2 (TPS 2) altro non è che l’evoluzione dello strumento che Texa già propone per le operazioni TPMS (Tyre Pressure Monitoring System). Merito dell’ampio display a colori ad alta risoluzione, saremo in grado di effettuare una lettura semplice e chiara anche in piena esposizione alla luce solare. Inoltre, il nuovo dispositivo si avvale del Bluetooth Dual Mode per un rapidissimo ingresso in comunicazione con l’interfaccia veicolo TEXA, di un modulo Wi-Fi così da collegarsi alla rete e scaricare gli aggiornamenti software e di una fotocamera da 5 megapixel, posta sul retro, per scattare foto da allegare alla reportistica cliente.

Calibrazione dispositivi ADAS

ADAS

Altro aspetto non meno importante è la ricalibrazione dei sistemi di assistenza alla guida ADAS ogni qualvolta viene sostituito un parabrezza perchè danneggiato o il dispositivo stesso perchè mal funzionante. In quest’ottica Texa presenterà il Kit Calibrazione telecamere e sistemi radar specifico per la taratura dei sensori e degli strumenti ADAS. Grazie ad una perfetta connessione tra il Kit di calibrazione e gli strumenti di diagnosi, il meccanico sarà in grado di effettuare il corretto posizionamento del pannello e l’esatta taratura dello strumento. A pieno supporto Texa ha, inoltre, sviluppato e previsto la specifica app ADAS che implementa funzioni come: Calibrazione Telecamera/Radar ed Assistenza al Parcheggio.

Telemobility

TMD MK3

Basati sul programma TMD (TEXA Mobile Diagnostic), i dispositivi Texa Telemobility si sono progressivamente affinati proponendo oggi soluzioni per il fleet management, dispositivi per il corporate car sharing e prodotti altamente personalizzati per le compagnie assicurative. Con le soluzioni di fleet management sarà possibile: una diagnosi dettagliata della flotta, una riduzione del rischio d’investimento, un aumento dell’efficienza di gestione e un contenimento dei costi e dell’impatto ambientale. Con i dispositivi di corporate car sharing si potrà controllare in tempo reale la disponibilità e la funzionalità di tutte le vetture aziendali non assegnate, garantendo che ogni mezzo lavori sempre al 100% del suo potenziale e assicurando un sensibile risparmio nella gestione della flotta. Grazie ai prodotti personalizzati per le compagnie assicurative si riuscirà a velocizzare la gestione dei sinistri eliminando al tempo stesso le frodi.

eTRUCK

eTRUCK

Basato sulla stessa filosofia del Texa eCARE, il nuovo dispositivo dell’azienda italiana consentirà di monitorare in modo costante da remoto lo stato del veicolo, di gestire la manutenzione da un punto di vista predittivo e di eseguire funzioni di regolazione che permettono di ripristinare le condizioni ottimali del veicolo stesso. L’innovativo dispositivo miniaturizzato potrà essere velocemente installato sulla presa diagnosi dove si configurerà in modo automatico. Grazie a questa piccola ma utile invenzione Texa incrementerà il rapporto tra l’autoriparatore ed il veicolo industriale, fidelizzando i clienti grazie ad un servizio di assistenza continuo e informandoli costantemente sulle condizioni dei propri mezzi. Sarà così possibile per le aziende mettere in atto azioni mirate alla riduzione dei costi e all’ottimizzazione nell’utilizzo dei veicoli.

Laser examiner

Laser EXAMINER

Non solo nuovi prodotti ma anche prototipi riempiranno lo stand 96 di Texa, tra questi quello di maggiore importanza è sicuramente il Laser examiner. Si tratta nello specifico di un dispositivo sviluppato in collaborazione con Brembo che consentirà di misurare con precisione il consumo del disco freno e l’altezza del battistrada degli pneumatici. Il dispositivo, appoggiato al disco freno tramite una doppia calamita incorporata, proietta un fascio laser che segna trasversalmente il disco stesso e, grazie ad una microtelecamera, analizza e interpreta il generale stato di usura delle superficie inviandolo via Bluetooth allo strumento di diagnosi. La comparazione non è solo numerica, ma anche visiva, per fornire una percezione immediata del consumo all’operatore. Lo stesso procedimento avviene per la determinazione del battistrada, naturalmente dopo aver sostituito la testina del sensore.