Nissan Qashqai: successo decennale

Nissan Qashqai

Nissan Qashqai: successo decennale – A dieci anni dal lancio il crossover giapponese si rinnova ulteriormente puntando a riconfermarsi leader nel segmento C nonostante i numerosi e agguerriti concorrenti.

La ventata di freschezza, introdotta con il restyling della seconda generazione, ha apportato alcune piccole ma importanti novità in fatto di design, qualità degli interni e tecnologia che vanno ad affinare ulteriormente le già note e apprezzate qualità del Nissan Qashqai.

Ventata di freschezza

Nissan Qashqai

Ora più sportivo e dinamico, il design del nuovo Qashqai vanta una griglia V-motion ancora più netta e distintiva, paraurti in tinta con plastiche nere ridotte al minimo, una nuova firma luminosa a LED con frecce integrate all’anteriore e nuovi fanali con firma LED 3D al posteriore, un nuovo design dei fari fendinebbia, un’esclusiva antenna shark sul tetto e sportivissimi cerchi in lega fino a 19 pollici.

Qualche piccolo accorgimento

Nissan Qashqai

Maggiore la sensazione di qualità negli interni grazie all’introduzione del nuovo volante D-Shape tagliato nella parte bassa, dei nuovi e più comodi sedili “monoform”, delle nuove finiture del cruscotto e delle portiere, del rivestimento in pelle della leva del cambio CVT, dei nuovi e più pregiati materiali sia per i sedili con impunture a vista che per la maggior parte delle plastiche con rifiniture di maggiore qualità.

La sicurezza non guasta mai

Nissan Qashqai

Restyling che ha coinvolto anche la parte più prettamente tecnologica. Sul fronte dell’infotainment troviamo l’adozione del sistema AUDIO BOSE a 8 casse e del nuovo sistema Nissan Connect EVO. Sul fronte della sicurezza i nuovi fari LED sono ora capaci di seguire la traiettoria (AFS), il sistema di assistenza alla partenza funziona sia in salita che in discesa, il sistema di frenata d’emergenza riconosce ora anche i pedoni e il sistema di rilevamento degli ostacoli posteriori è in grado di rilevare oggetti fissi, in movimento e piccoli bambini.

Il futuro si avvicina

Nissan Qashqai

Ma la vera novità consiste nell’introduzione, a partire però dalla primavera 2018, del nuovo sistema ProPILOT, un insieme di sistemi di assistenza alla guida che fanno compiere al Nissan Qashqai un importante passo verso la guida autonoma. Grazie, infatti, al Lane Keep Assist (LKA), all’Intelligent Cruise Control (ICC) e al Traffic Jam Pilot (TJP), il ProPILOT sarà in grado di regolare sterzo, accelerazione e frenata durante la guida in autostrada su corsia singola, sia in condizioni di traffico intenso sia ad alte velocità.

L’ideale per il nostro mercato

Nissan Qashqai

Nulla è cambiato, invece, sul fronte delle motorizzazioni. Fin da subito il nuovo Nissan Qashqai potrà essere ordinato in due diverse motorizzazioni benzina e altrettante motorizzazioni a gasolio. Sul fronte dei benzina la scelta potrà ricadere o sul 1.2 DIG-T da 115CV con trazione 2WD sia manuale a 6 rapporti che automatico CVT oppure sul 1.6 DIG-T da 163CV con trazione 2WD solo manuale. Sul fronte dei diesel si potrà optare tra 1.5 dCi da 110CV con trazione 2WD e solo manuale e il 1.6 dCi da 130CV con trazione 2WD sia manuale che automatica CVT o con trazione 4WD solo manuale.

Per sentirsi premium

Nissan Qashqai

Al fianco delle ormai classiche cinque possibilità di allestimento: Visia, Acenta, Business, N-Connecta e Tekna, tutte disponibili fin dal lancio, il Costruttore giapponese ha pensato bene di introdurre una sesta versione, la Tekna+, che si colloca come modello di punta potendo fare affidamento su caratteristiche premium di serie come i nuovi sedili in nappa di qualità superiore con trapuntature 3D, la funzione di memoria con due posizioni predefinite collegate agli specchietti retrovisori, il supporto lombare a 4 punti, le calotte dei retrovisori satinate, le barre al tetto e le cromature laterali e posteriori. Per conoscere esattamente i prezzi per il mercato italiano si dovrà attendere fino alla metà di giugno, momento nel quale potranno partire gli ordini del nuovo modello, mentre per poterne apprezzare dal vivo le caratteristiche si dovrà aspettare fino a settembre quando la nuova Nissan Qashqai farà la sua comparsa in tutte le concessionarie italiane.

Family feeling

Nissan Qashqai

Quello che mi stupisce ogni volta alla guida di una crossover Nissan è quella sensazione di essere a casa, di family feeling, come se l’auto che stiamo guidando fosse la nostra macchina da una vita e non ci fossimo messi alla guida per la prima volta solo poche ore prima. La posizione di guida si trova in un baleno e in un attimo ci si ritrova a proprio agio con tutti i comandi della vettura. Passati solo pochi chilometri sulle incantevoli strade boschive attorno a Vienna ho percepito subito quel leggero incremento di silenziosità e confort tanto decantato dagli ingegneri durante la conferenza stampa. Le vibrazioni e i fruscii sono stati ridotti sensibilmente e l’intero abitacolo può vantare ora una maggiore insonorizzazione. I propulsori, rimasti i medesimi della versione pre restyling, continuano a garantire una buona mobilità puntando più sui consumi che sulle prestazioni vere e proprie.

Nissan Qashqai

L’handling, invece, pur rimanendo sicuro e sincero in tutte le condizioni, non sembra aver beneficiato di particolari miglioramenti. Certo, il baricentro alto e la consistente massa non giocano a favore della crossover giapponese che si trova nettamente più a suo agio in strade caratterizzate da curve aperte e dolci cambi di direzione. Infine il comfort, seppur già buono, ha guadagnato qualche altro punto a suo favore permettendo alla nuova Nissan Qashqai di assorbire ancora meglio le asperità e di filtrare maggiormente le piccole vibrazioni.