Il Nissan ProPILOT debutta sulla nuova Qashqai

Nissan

Nissan Qashqai, già leader tra i C-SUV sui mercati europei e italiano dove ha totalizzato rispettivamente 2,3 milioni e 300.000 veicoli venduti, ha un asso in più nella manica: la tecnologia Nissan ProPILOT, che assiste il conducente in fase di sterzata, accelerazione e frenata. Il ProPilot è disponibile sulla motorizzazione 1.6 dCi 130 CV 2WD e 4WD manuale e 2WD automatico, come optional sull’allestimento N-Connecta e di serie sulle versioni top di gamma Tekna e Tekna+.

Nissan

Driver sempre padrone
Pur rappresentando il primo passo di Nissan verso la guida autonoma, questa tecnologia richiede comunque l’attenzione del conducente, che rimane l’unico responsabile del controllo e del comportamento del veicolo. Perché, come ha sottolineato Bruno Martucci, Presidente e AD di Nissan Italia “vogliamo lasciare alle persone solo il piacere della guida, sollevandoli da situazioni stressanti come il traffico cittadino e fornendo loro un prezioso supporto in situazioni rischiose generate da distrazioni o eventi imprevedibili. D’altronde, già quando saliamo su aerei, treni o navi, ci affidiamo a tecnologie che consentono decolli, atterraggi e viaggi in condizioni difficili. Oggi avviene qualcosa di simile anche sulle nostre vetture, con tecnologie che ci fanno viaggiare più comodi e ci aiutano a prevenire incidenti grazie a telecamere, radar e sensori che leggono la realtà meglio e più rapidamente di quanto possa fare chi si trova alla guida e permettono alla vettura di intervenire quando e se necessario”.  ProPilot è parte della roadmap strategica Nissan Intelligent Mobility, che grazie alle nuove tecnologie punta ad avere una mobilità del futuro più sostenibile, autonoma, connessa.

Cos’è
Nissan ProPILOT aiuta il guidatore a mantenere la velocità impostata, da 30 a 140 km/h, la traiettoria e la distanza da altri veicoli, agendo su acceleratore, freno e sterzo. Il sistema, tramite una telecamera montata nella parte interna del parabrezza e un radar montato nella griglia frontale dietro il logo Nissan, combina tre funzioni. Intelligent Cruise Control, che regola la velocità e mantiene la distanza dal veicolo che precede nella stessa corsia di marcia. Lane Keep Assist, che agisce sullo sterzo per aiutare a mantenere il veicolo al centro della corsia, anche in presenza di traffico che precede. Traffic Jam Pilot, consente di seguire la vettura che precede alla distanza stabilita, se necessario rallentando fino a fermarsi e poi ripartire.

Come funziona
Il ProPILOT si attiva premendo l’apposito tasto posizionato sulla razza destra del volante. Quindi con il tasto “Set”, alla sinistra, si regola la velocità di marcia e la distanza desiderata dal veicolo che precede, visualizzata tramite barbettine orizzontali. Una volta attivato il sistema mantiene la velocità desiderata e, nel caso, la adegua per mantenere la distanza di sicurezza impostata rispetto alla vettura che precede. Se necessario il sistema può azionare automaticamente i freni fino a fermare del tutto l’auto, potendo farla ripartire automaticamente entro tre secondi. Se l’attesa è superiore il guidatore deve attivare la ripartenza premendo l’acceleratore oppure il tasto “RESUME”, questo fino al tempo limite di tre minuti, oltre i quali il sistema va riattivato premendo l’apposito pulsante. Inoltre, ProPILOT è in grado di mantenere la vettura al centro della normale corsia di marcia oppure in quella prescelta su autostrada, anche di notte, tramite un sistema di riconoscimento delle strisce che la delimitano. Va da sé che in caso di mancanza delle suddette strisce il sistema non può funzionare. Lo stato del ProPILOT è sempre visibile sul cruscotto, al centro tra i due quadranti. Nel caso di disattivazione del sistema, dopo 10” un segnale visivo avvisa il conducente, a questo si aggiunge dopo 5” un segnale acustico. Infatti, come anticipato, si tratta di guida assistita, perciò l’attenzione del guidatore non deve venire mai meno.

Nissan

Provare per credere
Abbiamo potuto testare la funzionalità del ProPilot direttamente sulle strade intorno a Roma, verificando la puntualità del sistema sia per quanto riguarda il mantenimento di velocità e distanza dal mezzo che precede, potendo quindi mantenere gli arti inferiori in perfetto relax, sia per il mantenimento della vettura nella corsia di marcia, anche nel caso di strisce appena percettibili come visione sull’asfalto, con il volante che trasmette un perfetto feeling al guidatore nel caso di correzioni per mantenere la centralità della corsia. Il tutto anche in condizioni critiche per un forte temporale. Quindi, sistema ProPILOT promosso.

Nissan

Pedale tuttofare
Il Nissan ProPILOT è disponibile anche sulla nuova Leaf, dove è integrato con il sistema e-Pedal presente di serie su tutta la gamma. Nell’occasione abbiamo potuto testare anche questo sistema, utile a rendere più comoda la guida nel traffico cittadino, che fa del pedale dell’acceleratore un comando pressoché unico, tranne che per le frenate di emergenza. NissanIn condizioni normali, infatti, oltre alla sua funzione naturale di acceleratore quando viene premuto, nel momento in cui lo si rilascia leggermente la vettura rallenta gradualmente, attivando peraltro la frenata rigenerativa, fino a fermarsi completamente, anche in presenza di pendenze fino al 30%. Un ulteriore plus del sistema è che la vettura rimane perfettamente stabilizzata, sia in salita che discesa senza limiti di tempo, consentendo la facile ripartenza con il semplice comando dell’acceleratore.