Nissan Micra MY17: non più così tanto “micra”

Nissan Micra

Nissan Micra MY17: non più così tanto “micra” – La nuova Nissan Micra è una vera e propria rivoluzione piuttosto che un’evoluzione. Se, infatti, il nome è rimasto lo stesso, tutto il resto sembra esser stato stravolto per meglio andare incontro ai gusti di un pubblico più europeo, più maschile, più giovanile e più attento al piacere di guida.

Forte di un’esperienza maturata nei trent’anni dalla sua nascita, la quinta generazione di Nissan Micra cresce nelle proporzioni, nella qualità, nei contenuti e nella sicurezza a bordo. Più lunga (3999 mm), più larga (1743 mm) e più bassa (1455 mm), la compatta giapponese di segmento B vanta ora dimensioni più generose a tutto vantaggio di un maggiore spazio a bordo.

Grintosa fuori

Nissan Micra

Incarnando in tutto e per tutto il recente linguaggio stilistico del Concept Sway, la ex cittadina tutta morbida e tondeggiante mette ora in mostra una linea più aggressiva e sportiva, caratterizzata da taglienti linee lungo le fiancate, evidenti spigolosità specie al posteriore, un possente muso anteriore e un design del tetto tipico di una coupé, che le donano un’immagine slanciata, sportiva e giovanile. Il design generale della vettura è, infatti, impreziosito all’anteriore dalla caratteristica griglia V-motion e dai fari a boomerang; nella vista laterale risaltano il tetto allungato e spiovente e le maniglie delle portiere posteriori nascoste nei montanti; al posteriore salta subito all’occhio l’innovativo spoiler, che continua la linea spiovente del tetto, unito alle possenti spalle e alle generose fiancate.

Accogliente dentro

Nissan Micra

La stessa ventata di freschezza e salto di qualità rispetto alla precedente generazione lo si percepisce anche negli interni. L’azzeccato design, il perfetto accostamento di diversi materiali e l’enorme possibilità di personalizzazione, la rendono molto più appetibile per un pubblico giovanile ed europeo. Impossibile non notare, infatti, lo sportivo e gradevole volante a tre razze o lo schermo a colori da 7 pollici del sistema di infotainment ben incastonato al centro della plancia o ancora il particolare rivestimento in morbida e sgargiante pelle che percorre centralmente l’intera plancia da un lato all’altro dell’abitacolo. Peccato solo per la scelta di alcune plastiche un pò troppo rigide, o comunque di non pari livello qualitativo, sia per la parte alta del cruscotto che per la parte alta di tutte e quattro le portiere.

Nissan Micra

Crescendo le misure esterne, nello specifico la larghezza ed il passo della vettura, anche lo spazio a bordo ne ha beneficiato. La nuova Nissan Micra accoglie comodamente quattro passeggeri senza alcun minimo problema ne per le gambe ne per la testa specie nella parte anteriore dell’abitacolo. Al posteriore, invece, solo i più alti troveranno qualche difficoltà nel salire e nel scendere a causa della linea del tetto fortemente spiovente. Infine, il bagagliaio garantisce una capacità di carico di 300 litri che possono diventare facilmente 1004 litri abbattendo i sedili posteriori.

Sicura sempre

Nissan Micra

Dove però la nuova Micra è cresciuta maggiormente è nei contenuti tecnologici e di sicurezza attiva e passiva che la compatta giapponese porta in dote. Una tecnologia, di solito appannaggio dei segmenti superiori, che comprende: Around View Monitor (Monitor a Visione Panoramica), Lane Departure Warning & Prevention (Avviso e Prevenzione di Cambio Corsia Involontario), Intelligent Forward Emergency Braking (Frenata d’Emergenza intelligente) con riconoscimento dei pedoni, Traffic Sign Recognition (Riconoscimento Segnaletica Stradale) e Blind Spot Warning (Copertura Angoli Ciechi). Un pacchetto completo, denominato Intelligent Mobility Nissan, considerato dal costruttore giapponese il preludio alla futura Guida Autonoma.

Nissan Micra

A questo pacchetto di sicurezza alla guida fanno parte anche l’Active Ride Control e l’Active Trace Control. Se il primo regola i movimenti (beccheggio) della vettura agendo sui freni e sul motore, il secondo mantiene la traiettoria impostata agendo sui freni delle ruote interne ed esterne alla curva. Quest’ultimo dispositivo, inoltre, agisce contro l’uscita involontaria di corsia: il Lane Departure Warning & Prevention abbinato all’Active Trace Control non solo segnala il superamento della linea di carreggiata tramite una vibrazione al volante ma va a correggere la traiettoria del veicolo andando ad agire direttamente sui freni con piccoli interventi mirati sulle ruote dal lato in cui deve essere riportata la vettura.

Musica maestro

Nissan Micra

Sempre in linea con l’idea di catturare un pubblico sempre più giovane, Nissan non ha dimenticato nemmeno gli amanti della disco music e i fanatici della buona musica. A bordo della nuova Micra è stato, infatti, installato il sistema audio a sei altoparlanti Bose® Personal. Caratterizzato da due altoparlanti Bose UltraNearfield inseriti nel poggiatesta del sedile del guidatore, dalla tecnologia virtuale audio Bose PersonalSpace, da nuovi altoparlanti Bose Super65 installati in ogni portiera e da tweeters nei montanti anteriori, questo sistema hi-fi permette agli occupanti di vivere un’esperienza unica di totale immersione nel suono e al guidatore di isolarsi con la propria musica senza per questo disturbare gli altri occupanti del veicolo.

Sotto pelle

Nissan Micra

Fin dal lancio la nuova compatta giapponese sarà equipaggiata con tre diverse motorizzazioni: un 0.9 litri 3 cilindri turbo benzina (IG-T) da 90 CV, un 1.0 litri 3 cilindri aspirato benzina da 73 CV e un 1.5 litri 4 cilindri turbo diesel (dCi) da 90 CV. Tutte e tre le motorizzazioni potranno per ora essere abbinate solamente al cambio manuale a 5 rapporti e alla trazione anteriore ma in futuro (bisognerà aspettare circa un anno e mezzo) arriverà sicuramente un cambio automatico specie sulla motorizzazione benzina più performante.

Cucita addosso

Nissan Micra

Declinata in cinque diversi allestimenti: Visia, Visia+, Acenta, N-Connecta e Tekna, la nuova Nissan Micra vanta un equipaggiamento di tutto rispetto sopratutto negli allestimenti più alti. Grazie poi alle dieci tinte vivaci per la carrozzeria, ai quattro diversi pack per gli esterni e ai tre diversi interni, la compatta di Casa Nissan risulta estremamente personalizzabile vantando ben 125 diverse combinazioni. I prezzi partono da appena 12.600 euro per la motorizzazione 1.0 litri da 73 CV in versione Visia ma possono facilmente raggiungere i 19.800 euro se si opta per la motorizzazione 1.5 dCi da 90 CV in versione Tekna.

Nissan Micra

Potendo contare sull’alleanza Renault Nissan, la nuova Micra sarà prodotta in Europa e per la precisione negli stabilimenti Renault a Flins. Per poterla acquistare si dovrà aspettare il 16 marzo 2017 oppure l’open weekend del 25 e 26 marzo 2017, quando i futuri clienti potranno finalmente ordinare la propria Micra dopo averla configurata e personalizzata a proprio piacimento, ma già adesso la nuova Nissan Micra è pronta a lanciare la sfida alle numerose rivali che affollano il gremito segmento B.

Non chiamatela citycar

Nissan Micra

Appena saliti a bordo ci si ritrova all’interno di un abitacolo spazioso e accogliente, i sedili sono confortevoli e contenitivi al punto giusto e l’insonorizzazione ha raggiunto un livello tale da filtrare qualsiasi tipo di rumore, fruscio o vibrazione. L’esatta posizione di guida la si raggiunge facilmente grazie alle numerose regolazioni di sedili e volante, la visibilità anteriore e laterale è buona mentre quella posteriore è un pò limitata a causa del piccolo lunotto. Nulla però che non possa essere risolto grazie alla retrocamera o all’Around View Monitor. Entrambe le motorizzazioni, sia la diesel da 90 CV che la turbo benzina da 90 CV, non eccellono in quanto a prestazioni e brillantezza ai bassi regimi. Se però la diesel è campione in materia di consumi, facendo registrare percorrenze davvero da record, la turbo benzina non si risparmia nell’allungare agli alti regimi. Entrambe le motorizzazioni, inoltre, si sono distinte per la particolare silenziosità e per la quasi totale assenza di vibrazioni.

Nissan Micra

A livello dinamico bastano davvero poche curve per capire di non essere più alla guida della solita citycar. La nuova Nissan Micra è maturata anche sotto questo aspetto e trasmette a colui che la guida un discreto piacere di guida. Il telaio più rigido e lo sterzo più diretto le permettono di seguire con facilità qualsiasi tipo di curva. Anche avventurandosi su un percorso montano o su un misto collinare la nuova Micra vi saprà trasmettere sempre un comportamento stabile, sincero e neutrale. Certo, non sarà un’auto con la quale andarci a fare le corse ma sicuramente il piacere di guida è cresciuto e non poco rispetto alle precedenti generazioni.