JAGUAR ALLA MILLE MIGLIA 2010

Mille Miglia_Jaguar 1Jaguar continua i festeggiamenti del suo 75° compleanno con una massiccia partecipazione alla Mille Miglia 2010. Il marchio è rappresentato da un totale di 27 vetture provenienti da tutto il mondo, tra cui un impressionante team di classiche XK120, C-type e D-type, supportate da Jaguar Cars e dal Jaguar Heritage Trust. Questa significativa rappresentanza alla Mille Miglia 2010, sottolinea l’antico legame di Jaguar con la corsa. Nel 1950, Jaguar schierò una squadra ufficiale di quattro XK120, ed un giovane Stirling Moss fece il suo esordio l’anno successivo. “La Mille Miglia è uno dei più grandi eventi automobilistici del mondo, ed uno dei quali dove Jaguar si è sempre sentita a casa propria,” ha detto Mike O’Driscoll, amministratore delegato di Jaguar Cars, che sarà alla guida di una delle famose C-type da corsa iscritte all’edizione di quest’anno. “Il nostro legame risale ai primi anni Cinquanta, quando le XK120 e le XK140 erano regolarmente ai nastri di partenza, e gareggiavano le C-type e persino le D-type. Quest’anno sono particolarmente orgoglioso di vedere al via una così importante rappresentanza di auto Jaguar d’epoca.” ha aggiunto. La Mille Miglia 2010, partendo da Brescia, si snoda su un percorso di oltre mille miglia, rispecchiando la manifestazione originale che tra il 1927 ed il 1957 è divenuta sinonimo di abilità di guida e coraggio. L’attuale format rievocativo è l’occasione ideale per vedere alcune delle più famose vetture Jaguar nel loro ambiente naturale: competere con le alter classiche vetture sportive sulla strada. L’edizione di quest’anno, inoltre, fornisce lo spunto per celebrare un importante momento storico del marchio. Per di più, Jaguar è orgogliosa di essere uno degli sponsor della Mille Miglia 2010. “Il 2010 segna il 75° anniversario del nome Jaguar, e 75 anni vissuti guardando avanti, progettando e realizzando vetture che rappresentano il meglio dell’innovazione tecnologica, della leadership nel design e di successi sportivi,” ha continuato O’Driscoll. “Sin dall’inizio, siamo stati ispirati a progettare e sviluppare auto belle e veloci, che si distinguono da tutte le altre. Non potevamo pensare ad un’occasione migliore per continuare le celebrazioni dei nostri 75 anni che la leggendaria Mille Miglia, sicuro di provare l’incomparabile fascino, la passione e la tradizione sportiva che la corsa sicuramente saprà offrire, anche quest’anno, a tutti i concorrenti ed agli spettatori.”

Le Jaguar famose che partecipano all’edizione 2010

Tra le sei vetture iscritte come team ufficiale di Jaguar Cars, ce ne sono tre che hanno una storia particolarmente importante ed appartengono alla collezione dello Jaguar Heritage Trust:

JAGUAR XK120 OPEN TWO-SEATER (targa NUB 120) – 1950

La NUB 120 è stata la XK120 che ha collezionato il maggior numero di successi nelle competizioni e, più degli altri modelli, ha gettato le fondamenta per le credenziali sportive di Jaguar. La vettura apparteneva a Ian Appleyard, con la quale gareggiò insieme a sua moglie Patricia (figlia di Sir William Lyons) nelle vesti di navigatore. Dopo un secondo posto ottenuto nella sua prima gara, Rally dei Tulipani del 1950 in Olanda, Appleyard conquistò una serie impressionante di vittorie tra cui il Rally delle Alpi nel 1950 e 1951, il Rally RAC e il Rally dei Tulipani nel 1951. Nonostante la vettura avesse mancato la vittoria nel Rally delle Alpi del 1952, la terza partecipazione consecutiva senza aver riportato alcuna penalità le valse la vittoria della prima Gold Cup.

JAGUAR C-TYPE (targa NDU 289) – 1953

Con la sua splendida carrozzeria in alluminio, la C-type conquistò la prima vittoria Jaguar alla 24 Ore di Le Mans 24 nel 1951. Due anni più tardi, le tre vetture ufficiali si classificarono al primo, secondo e quarto posto, con la vettura vincitrice guidata da Rolt e Hamilton fu la prima auto di sempre ad aver ottenuto una media di oltre 100 m/h. La NDU 289, una delle 43 C-type venduta ai privati, era una vettura di produzione di serie costruita nel 1953. Partecipò alla Mille Miglia del 1953 guidata dal suo proprietario, il pilota italiano Tadini.

JAGUAR D-TYPE ‘LONG NOSE’ (targa 393 RW) – 1956

Questa vettura è stata la penultima D-type prodotta da Jaguar, costruita nel marzo 1956 per il team corse. Quello stesso anno vinse la 12 ore di Reims, guidata da Duncan Hamilton e Ivor Bueb, mentre nella 24 Ore di Le Mans alcuni problemi non le consentirono di andare oltre il sesto posto (dietro i vincitori Flockhart e Sanderson con una D-type del team Ecurie Ecosse). Sebbene Jaguar si ritirasse dalle competizioni alla fine di quello stesso anno, l’auto continuò a gareggiare negli USA con il team Cunningham/Momo, giungendo terza nella 12 Ore di Sebring nel 1957. Questa vettura è una delle migliori D-type conservate con le sue caratteristiche originali. Jaguar supporterà Sixt, sponsor ufficiale della Mille Miglia 2010. Attraverso questo accordo, Jaguar ha fornito una flotta di 25 XF che fungeranno da vetture appoggio per tutta

la durata dell’evento. La Mille Miglia 2010 è la rievocazione della più famosa corsa su strada, tenutasi dal 1927 al 1957. L’attuale evento è una gara di regolarità, dove l’enfasi si concentra più sulla precisione che sulla velocità. E’ aperta a tutte le auto dello stesso tipo che hanno partecipato alle corse dell’epoca. L’edizione 2010 parte da Brescia giovedì 6 maggio e, passando attraverso Bologna e Roma, termina nuovamente a Brescia la sera di sabato 8 maggio. Per ulteriori informazioni sulla Mille Miglia, inclusa la lista completa delle 375 vetture iscritte, sono sul sito: www.1000miglia.eu