E’ di Bosch l’acceleratore intelligente

Bosch

Parlare di consumi è sempre un campo minato. Le Case si danno da fare per ottimizzare i rendimenti dei loro motori intervenendo sui parametri che gestiscono iniezione e accensione in funzione delle condizioni di funzionamento registrate dai sensori. E di passi avanti, rispetto al passato, ne sono stati fatti davvero tanti. Eppure non tutti gli utenti li percepiscono allo stesso modo. Bosch ha rilevato che la ‘sensibilità’ del piede dei guidatori è responsabile di un quarto dei consumi di carburante. Un parametro fortemente soggettivo che l’indicatore di consumo istantaneo e la spia verde che indica che ci si sta muovendo in una ‘zona eco’ riescono solo in parte a controllare. Le sempre maggiori ‘distrazioni’ cui è sottoposto chi guida portano spesso a trascurare questo tipo di avvisi. Ora, però, Bosch ha sviluppato un ausilio tecnico specifico, ovvero un pedale dell’acceleratore attivo. Una lieve vibrazione comunica a chi guida quando il tocco sta diventando ‘pesante’: “Il pedale dell’acceleratore attivo di Bosch aiuta i guidatori a risparmiare carburante, oltre ad avvisarli di situazioni potenzialmente pericolose”, ha dichiarato Stefan Seiberth, Presidente della divisione Gasoline Systems di Robert Bosch GmbH. “Inoltre, se il veicolo è dotato di un sistema di assistenza, il pedale funziona come ausilio alla guida. Abbinato al sistema di navigazione o a una videocamera che riconosce i cartelli stradali, l’innovativo pedale dell’acceleratore di Bosch offre ai guidatori un segnale di avvertimento aptico se, per esempio, si stanno avvicinando a una curva pericolosa a velocità troppo elevata”.

Con il feedback sul pedale fino al 7% di risparmio di carburante
Con il feedback sul pedale fino al 7% di risparmio di carburante

La vibrazione contribuirà all’addestramento alla guida economica e questo potrebbe portare, secondo le stime di Bosch, a una riduzione dei consumi e delle emissioni fino al 7%. Il pedale dell’acceleratore attivo può fornire un’indicazione del momento migliore in cui cambiare marcia più efficace rispetto al classico avviso luminoso sul cruscotto: “Il pedale avverte il guidatore con una vibrazione”, ha proseguito Seiberth, “ma se preferisce accelerare ulteriormente prima di cambiare marcia, gli basta semplicemente applicare una pressione leggermente superiore”.

Il risparmio di carburante non è l’unico vantaggio offerto dal pedale dell’acceleratore attivo. Questa tecnologia può anche contribuire a rendere le auto più sicure. La maggiore sicurezza è legata alla possibilità di connettere questo componente innovativo a una serie di sistemi di assistenza. Se collegato ai sistemi di avviso anti-tamponamento, per esempio, il sistema può generare una vibrazione che avverte di non accelerare ulteriormente.

Il collegamento online del pedale dell’acceleratore consente di segnalare situazioni o comportamenti anomali sfruttando le segnalazioni emesse dalle infrastrutture. Infine il link diretto al sistema di navigazione consente di avvertire chi è al volante quando la velocità di approccio a una curva pericolosa è troppo elevata, oppure quando non si stanno rispettando i limiti di velocità, fino a generare una forza che si oppone all’ulteriore affondo sul pedale.

L'interattività consente all'acceleratore intelligente Bosch di aumentare la sicurezza
L’interattività consente all’acceleratore intelligente Bosch di aumentare la sicurezza

Il ‘pedale intelligente’ di Bosch aumenta senza dubbio la sicurezza di chi guida, ma, aggiungiamo noi, chi ha in mano una vettura non deve mai dimenticare che, salvo rari casi, la concentrazione su ciò che ci circonda e sulle manovre che si devono compiere non deve mai venir meno. Ben vengano dunque gli aiuti dell’elettronica, ma è auspicabile che anche l’addestramento alla guida compia analoghi passi avanti e si evolva insieme alle auto, ai dispositivi di infotainment sempre più invasivi e al traffico.