Toyota al Salone di Ginevra 2016

Toyota C-HR

Toyota al Salone di Ginevra 2016. Il Salone di Ginevra 2016 rappresenta per Toyota l’inizio di una nuova sfida: è stata svelata ufficialmente, in anteprima mondiale, la versione definitiva di C-HR: modello unico ed esclusivo che consente alla Casa delle tre ellissi di entrare di diritto, e in grande stile, nel segmento dei crossover compatti. Disponibile da fine 2016, C-HR è il risultato, ancora più evidente di voler coniugare libertà nel design e creatività ingegneristica, il tutto per offrire prodotti esteticamente dirompenti con un’esperienza di guida rinnovata e senza eguali. C-HR è innovazione sotto tutti i punti di vista: è infatti introdotta su questo modello la nuova architettura TNGA (Toyota New Global Architecture) e la tecnologia ibrida di ultima generazione, già apprezzata su Prius, e in grado di offrire piacere di guida rinnovato e consumi mai registrati prima in questa categoria.

Il Salone di Ginevra 2016 apre, per Toyota, una nuova epoca anche nel segmento dei pick-up. Il nuovo Hilux si presenta al pubblico con uno stile, un comfort e livelli tecnologici rinnovati, mantenendo le sue celebri caratteristiche di resistenza e longevità. Un nuovo modo di viaggiare è, invece, assicurato dal nuovo Proace Verso, che farà il suo esordio per offrire la capacità di un vero MPV coniugato a uno spazio interno disponibile fino a 9 nove occupanti.

Parlare di Toyota, significa parlare di ibrido. Pioniere nel mondo in questa tecnologia, Toyota è leader di mercato con 8,5 milioni di veicoli ibridi venduti (oltre un milione solo in Europa). Dal 2000 a oggi le vetture ibride vendute in Italia, sono oltre 85.000 unità, con mix sempre crescenti sia per Toyota sia per Lexus (che nel nostro paese è presente unicamente con motorizzazioni Hybrid). Il mercato dell’ibrido in Italia ha registrato record di vendite, attestandosi al 2,1% di share nel mese di gennaio 2016 (+30% rispetto al cumulato 2015); il 96% di tale quota è rappresentato da Toyota e Lexus. Tale penetrazione è destinata a crescere, grazie all’introduzione di un modello come il C-HR, in un segmento che vale attualmente circa il 5% del mercato.

Il nuovo C-HR sarà disponibile già da subito con tecnologia ibrida di ultima generazione, che offrirà un livello di emissioni ai vertici del segmento e inferiori a 90g/km. La nuova motorizzazione Hybrid ha un’efficienza termica del 40%, la migliore al mondo per un motore termico; in alternativa, il C-HR sarà disponibile in Italia con il motore 1.2 turbo da 115 CV/85 kW (già visto su Auris) con un cambio manuale a 6 rapporti o un cambio automatico a variazione continua. L’unità ibrida sarà invece disponibile in versione 4×2.

L’innovazione del Marchio trova la sua massima applicazione anche in termini di sicurezza attraverso il Toyota Safety Sense, la nuova gamma di tecnologie studiate per prevenire e ridurre le collisioni. Il pacchetto Toyota Safety Sense, disponibile sul nuovo C-HR, includerà il sistema Pre-collisione, l’avviso di superamento corsia, il riconoscimento della segnaletica stradale e il sistema di abbaglianti automatici, oltre alla funzione di rilevamento pedoni e al Cruise Control adattivo.