Nuova MINI Cabrio: Stay Open

nuova MINI Cabrio

Nuova MINI Cabrio: Stay Open – La quarta generazione della Cabriolet premium nel segmento delle compatte introduce non pochi cambiamenti: le dimensioni esterne crescono, il design si imborghesisce e la vettura diventa più confortevole ed efficiente.

La MINI è sempre stata un’auto esclusiva, un’icona di stile con la quale identificarsi e distinguersi dalla massa. L’aspetto giovanile e moderno, ma in linea con la tradizione, ed il caratteristico Go-Kart feeling ne hanno da sempre decretato l’enorme successo. Ora, però, con il nuovo modello perde quel po’ di sportività in cambio di una maggiore eleganza e comodità.

Eleganza prima di tutto

nuova MINI Cabrio

Il design esterno, solito mix di eleganza e sportività, adotta ora forme più generose e linee più morbide. Questa scelta se da un lato ne ha incrementato l’immagine premium e la presenza su strada dall’altro ne ha ridotto la personalità trasformando il tanto apprezzato look corsaiolo in qualcosa di più simile ad un’auto da gran gala. Le dimensioni crescono (+98 mm in lunghezza, +44 mm in larghezza e +1 mm in altezza) a tutto vantaggio dell’abitabilità interna e della capacità di carico (+25% circa). Le carreggiate si allargano (anteriore +42 mm e posteriore +34 mm) ed il passo cresce (+28 mm) così da incrementare il comfort di guida. Nonostante i cambiamenti, l’aspetto estetico finale rimane comunque inconfondibile. I classici stilemi di design MINI come i proiettori circolari e le luci posteriori avvolti da cornici cromate, la griglia del radiatore esagonale e la cornice nera della scocca la rendono riconoscibile anche all’automobilista meno esperto. Ora però l’immagine è impreziosita dai fari a Led anteriori e posteriori e da alcune chicche come il Logo Projection che proietta sull’asfalto il simbolo MINI proprio sotto lo specchietto retrovisore.

A cielo aperto sempre

nuova MINI Cabrio

Gli interni rispecchiano in tutto e per tutto la filosofia BMW MINI. Si percepisce, infatti, qualità ovunque. Ottimo pellame, accoppiamenti ben progettati, plastiche di buona fattura e inserti pregiati. Rispetto a prima lo spazio e la comodità sono migliorati anche se non di molto. Nella disposizione nulla è cambiato, il tachimetro di grosse dimensioni è ancora al centro della plancia e ospita un navigatore professionale da 8,8 pollici, il volante corposo con comandi integrati ed il joystick posizionato nel tunnel centrale subito davanti al freno a mano. Sempre bello il LED ring: un anello a LED che cambia colore in relazione alle impostazioni di telefono e sensori di parcheggio, ma può variare tonalità anche in base al numero di giri del motore. Ma qui la magia la si percepisce una volta scappottata la premium compatta. Baciati dal sole e con il vento tra i capelli si viene coccolati dal sistema di climatizzazione con funzione specifica “capote aperta”, dal sistema “rain warning” dell’infotainment MINI Connected e dal dispositivo “Always Open Timer” che monitora la percentuale di guida a cielo aperto. La pregiata capote in stoffa, per la prima volta completamente elettrica, adotta ora un meccanismo automatico di apertura e chiusura con funzione di tetto scorrevole. L’apri e chiudi del soft-top avviene in appena 18 secondi anche con vettura in movimento, l’importante è non superare i 30 km/h.

L’era del turbo

nuova MINI Cabrio

In pura filosofia downsizing, sono 6 le motorizzazioni, tutte con la tecnologia TwinPower Turbo, disponibili fin da subito. Due unità 1.5 litri 3 cilindri benzina da 102 CV per la MINI One Cabrio e 136 CV per la Cooper Cabrio; due motori 2.0 litri 4 cilindri benzina da 192 CV per la Cooper S Cabrio e 231 CV per la John Cooper Works Cabrio; un propulsore 1.5 litri 3 cilindri diesel da 116 CV per la Cooper D Cabrio e un’unità 2.0 litri 4 cilindri diesel da 170 CV per la Cooper SD Cabrio. La trazione è rigorosamente anteriore (per ora non sono disponibili varianti a trazione integrale ALL4) e di serie è equipaggiata con un cambio manuale a 6 rapporti dagli innesti precisi e fluidi. Il cambio automatico Steptronic a 6 rapporti è di serie sulla MINI Cooper SD Cabrio mentre è optional sulle altre motorizzazioni ad eccezione della One Cabrio. Disponibile anche una variante sportiva del cambio Steptronic con paddle al volante per Cooper S Cabrio, Cooper SD Cabrio e John Cooper Works Cabrio. Tutte le versioni adottano, infine, come optional il MINI Driving Modes che cnsente di tarare la vettura secondo le proprie preferenze personali spaziando tra la modalità MID Mode (standard), la modalità SPORT (per i più esigenti) e la modalità GREEN (per gli attenti ai consumi). Le 3 modalità influenzano l’acceleratore, lo sterzo, la logica del cambio Steptronic e le tarature del Dymanic Damper Control se previsti.

Sicurezza in primis

nuova MINI Cabrio

Per poter assicurare la medesima rigidità torsionale della berlina ed un corretto comportamento di guida la scocca della nuova MINI Cabrio è stata irrigidita in modo considerevole grazie all’inserimento sotto il pianale di 4 barre a rombo. Nello specifico sono state aggiunte alcune centine antitorsione nella sezione anteriore e posteriore del sottoscocca, un elemento di spinta sotto il motore e sono stati ottimizzati i longheroni. Con tale soluzione si sono ottenuti i medesimi valori di rigidità torsionale con un aggravio di peso che varia dai 40 ai 70 kg in base al modello. La vettura è stata, inoltre, equipaggiata con una coppia di roll-bar attivi che fuoriescono in automatico in caso di incidente o ribaltamento.

La schiena ringrazia

nuova MINI Cabrio

Abbiamo provato la nuova MINI Cooper D Cabrio in versione Hype sulle bellissime strade dell’Argentario. Fin dai primi metri ci siamo accorti di quanto la nuova generazione di MINI sia diventata molto più educata rispetto ai vecchi modelli. Se prima, infatti, si faceva apprezzare tantissimo per la sua guida precisa in pure stile Go-Kart a cui seguiva però un assetto a dir poco rigido e per nulla confortevole, ora la nuova MINI non disdegna quel velo di comodità in più regalando al conducente e ai passeggeri una guida meno divertente e affilata rispetto a prima ma di sicuro un livello di comfort nettamente maggiore. Molto è dovuto alla nuova taratura delle sospensioni, alle dimensioni cresciute, al passo più lungo e alle carreggiate allargate. Ma ciò che realmente ha modificato la dinamica della nuova MINI è il nuovo pianale modulare UKL completamente differente rispetto al passato. La completa assenza di rollio in curva e le botte nella schiena ad ogni asperità del terreno sono ormai soltanto un lontano ricordo per fare spazio ad un assetto che farà felici i meno giovani ed i meno patiti delle corse. La nuova MINI Cabrio si comporta comunque bene tra le curve risultando sempre stabile e sicura, ma meno reattiva e diretta rispetto a prima, e filtrando a dovere tutte le asperità del terreno che ci si propongono davanti.

nuova MINI Cabrio

Passando allo sterzo non abbiamo notato particolari differenze rispetto alla precedente generazione, è rimasto preciso e veloce, con una buona impugnatura e capace di non filtrare troppo le reazioni inviate dalla strada. La vettura era dotata del 1.5 litri 3 cilindri turbo diesel da 116 CV e 270 Nm capace di spingere la Cabrio compatta fino a 195 km/h e di archiviare la pratica dello 0-100 km/h in circa 9,9 secondi. Un propulsore che ci ha stupiti per l’erogazione lineare, l’assenza di vibrazioni e l’ottima elasticità di risposta anche ai bassi regimi. Il quantitativo di coppia e potenza è più che sufficiente a muovere allegramente la scoperta inglese finché non si forza il ritmo e si inizia a chiedergli troppo , allora solo in quel caso si percepisce una certa difficoltà da parte del motore ad assecondare le richieste del guidatore. Degno di nota anche l’ottimo lavoro di insonorizzazione a capote chiusa dove la vettura ci è parsa abbastanza silenziosa con fruscii e rumori ridotti a zero (rimane comunque leggermente più rumorosa dell’equivalente berlina). Stesso discorso quando si viaggia scoperti con assenza quasi totale di scricchiolii e fruscii generati dal vento. Infine, ottima la riparazione dal vento una volta scoperchiata con la possibilità di sfruttarla senza problemi anche a regime autostradale nel comfort più totale.

Semplice ma personalizzabile

nuova MINI Cabrio

Per agevolare il più possibile il cliente all’atto dell’acquisto, la nuova MINI Cabrio è disponibile in soltanto due versione (Boost, e Hype) oltre alla versione base. Questa scelta non solo ha permesso di semplificare la vita dei futuri acquirenti durante la configurazione della loro vettura ma consente loro di avere un maggiore valore residuo all’atto della vendita e un maggiore vantaggio cliente in fase di acquisto con un risparmio anche del 20% rispetto all’acquisto dei singoli optional. Ma la nuova MINI Cabrio è allo stesso tempo molto personalizzabile. La scelta può, infatti ricadere su ben 15 diverse varianti di vernici della carrozzeria, su 40 diverse modanature degli interni, sul pacchetto MINI Yours (che comprende pelle e capote esclusivi), sul kit John Cooper Works per gli esterni e gli interni (disponibile su tutte le versioni) e su una vasta scelta di cerchi in lega di alluminio da 15 fino a 18 pollici (tutti con diverse totalità di colore). Insomma, un modo semplice per rendere la propria MINI esclusiva e personale.

Premium anche nel prezzo

nuova MINI Cabrio

I prezzi della nuova MINI Cabrio partono dai 22.900 euro per la One Cabrio e arrivano fino ai 36.100 euro per la John Cooper Works Cabrio. Nel mezzo è possibile acquistare la Cooper Cabrio a 25.700 euro, la Cooper D Cabrio a 26.950 euro, la Cooper S Cabrio a 30.100 euro e la Cooper SD Cabrio a 32.950 euro. Naturalmente stiamo parlando dei prezzi delle versioni base. Optando per la versione Boost o per la più accessoriata versione Hype i prezzi possono crescere da un minimo di 1.800 euro fino ad un massimo di 3.800 euro. Prezzi che possono salire ancora scegliendo il cambio Steptronic (+1.750 euro), le sospensioni regolabili (+600 euro) o il sistema di navigazione professionale (+2.150 euro). Come si suole dire “la qualità si paga” e come abbiamo potuto notare in questo nostro primo contatto la qualità c’è e tanta anche! La nuova MINI Cabrio è già disponibile in tutte le concessionarie BMW MINI.

Maledettamente trendy, carina, sbarazzina. La mini cabrio è sempre una vettura che fa tendenza. Tendenza confermata anche quando abbiamo provato la cabrio Cooper D, 1.496 cm3, 115 CV.