Nissan Leaf – 250 km di autonomia

Nissan Leaf - 250 km di autonomia

Nissan Leaf – 250 km di autonomia – Grazie al cambiamento della configurazione dei moduli interni e l’utilizzo di un nuovo catodo ad alta capacità in Nickel-Manganese-Cobalto, Nissan realizza una nuova batteria da 30 kWh per la nuova Leaf, garantendo un incremento di autonomia del 26 % (da 199 km a 250 km), a fronte di un esiguo aumento di peso della vettura di soli 21 kg (in totale si superano di poco i 1500 kg in ordine di marcia). Nessuna modifica alle dimensioni e all’abitabilità del veicolo, così come rimangono invariate le prestazioni del piccolo motore sincrono in corrente alternata, che consente a Leaf di raggiungere 144 km/h di velocità massima e di scattare da 0-100 in 11,5 secondi, il tutto a emissioni zero.

2015 - Nissan Leaf

Ricaricabile sia nella propria abitazione sia più velocemente nelle stazioni dedicate, la nuova versione di Nissan Leaf da 30 kWh si affianca al modello da 24 kWh, che è attualmente il veicolo elettrico numero uno in Europa, sia a livello di vendite che di soddisfazione della clientela, infatti ben il 96% degli intervistati consiglia l’acquisto ad un amico. Si tratta di un progresso tecnologico notevole per la piccola giapponese, nata nel 2010 e in sviluppo continuo per rispondere alle preoccupazioni di un pubblico esigente, per il quale l’autonomia giornaliera di 200 km della precedente versione non era sufficiente.

Nissan Leaf – 250 km di autonomia – Come va su strada
Una prova lunga più di 200 km, da Nizza fino al famoso Col de Turini e ritorno, ci ha permesso di valutare il comportamento della Leaf e della sua batteria. Saliti a bordo della vettura, troviamo subito confidenza con i comandi del cambio, molto semplici ed intuitivi, che consentono di passare dalla folle alla modalità Drive, con un movimento ad elle verso il basso del piccolo joystick posto al centro del tunnel centrale.

Dopo pochi metri, un po’ estraniati dall’assenza totale di rumore proveniente dal motore, apprezziamo il buon feeling di sterzo ed il comfort delle sospensioni (con schema Mac Pherson anteriore e ponte torcente al posteriore) tra le asperità stradali della cittadina francese. Si inizia a salire verso l’alto e ci lasciamo il traffico alle spalle: affondiamo per la prima volta l’acceleratore e rimaniamo piacevolmente sorpresi dallo spunto: nella partenza da fermo l’accelerazione è notevole, paragonabile a una sportiva di pari segmento; bisogna però stare attenti a utilizzare con parsimonia la carica della batteria ed ecco che diventa utile il tasto ECO, posto comodamente sul volante, che limita la potenza e rende molto più progressiva la risposta al pedale. Un’altra modalità è la B-Drive (anch’essa abbinabile al tasto ECO) che consente di aumentare l’intensità del freno rigenerativo in fase di rilascio dell’acceleratore, utile nei tratti di discesa, per massimizzare il recupero energetico.

L’handling e il comportamento in curva hanno decisamente superato le nostre aspettative: la gommatura generosa (215/50 R17 sul modello in prova), anche se con mescola e costruzione adatte alla ridotta resistenza al rotolamento, garantisce ottima tenuta di strada e stabilità nei tratti veloci, complice anche il baricentro basso, dovuto all’installazione del battery-pack sotto al pianale della vettura. Innovativo il comando del freno: al posto del classico servofreno a depressione, di cui sono dotate le vetture con motore endotermico (non applicabile in questo caso), vi è la presenza di un dispositivo elettroidraulico, che comunica istante per istante con la centralina del motore. Quando il guidatore preme il pedale del freno, oltre alla normale frizione disco-pastiglia, il motore attiva, in combinazione, la frenata elettrica rigenerativa e al tempo stesso restituisce un feedback sul pedale, che ricorda al guidatore una normale frenata con comando idraulico. Infine, un apprezzamento va alla batteria da 30 kWh, che ha promesso quanto dichiarato, portandoci a spasso per oltre 200 km, tra curve, saliscendi e guida cittadina, dando prova di avere un’autonomia generosa e mettendo in luce un’elevata efficienza energetica nelle fasi di rigenerazione in frenata e rilascio di gas, enfatizzate soprattutto nella discesa dal Col de Turini, la quale ci ha consentito di recuperare quasi il 10% di carica elettrica.

2015 - Nissan Leaf

Nissan Leaf, 250 km di autonomia – I prezzi
Il prezzo in Italia è di 28.990 euro con il noleggio della batteria (da 79 euro al mese), oppure di 34890 euro acquistando la batteria, che è coperta da ben otto anni di garanzia, sinonimo di una qualità costruttiva notevole e di una tecnologia ormai consolidata da parte di Nissan.

2015 - Nissan Leaf