NISSAN AVM E PARCHEGGI SENZA PROBLEMI

Parcheggiare l’auto senza la paura di rigare la carrozzeria perché non avete visto un “panettone” di cemento armato? Niente paura perché con il sistema Nissan AVM, acronimo di Around View Monitor, il parcheggio in città sarà senza patemi d’animo, anche negli spazi più angusti. Il marchio giapponese rende disponibile questa tecnologia su diversi modelli (Juke, Note, Qashqai, X-Trail, e Murano) e non solo nei modelli top di gamma, ma anche nei segmenti più accessibili del mercato. Pulsar, per esempio, è l’unica vettura del segmento C a vantare l’utile marchingegno.

Vediamo come funziona. Grazie al lavoro congiunto di 4 telecamere grandangolari, collocate negli specchi laterali esterni, sul parabrezza e sulla parte posteriore del veicolo, vengono catturate immagini tutto intorno all’auto. Successivamente un software provvede a analizzare le immagini e le fonde insieme, restituendo al conducente, sul monitor del navigatore satellitare, un’unica vista aerea del suo veicolo (e di tutto lo spazio che lo circonda), come se lo si vedesse dall’alto.

Questa tecnologia è il preludio di Nissan alla guida autonoma, che la Casa ha annunciato di voler implementare sulle proprie auto nell’arco dei prossimi anni.