AUDI RS 3 SPORTBACK, POTERE ASSOLUTO

Da sempre i motori 5 cilindri sono una garanzia in Casa Audi; garanzia di performance, di successi e di vendite. D’altronde, le vittorie in ambito sportivo conseguite dalla Casa dei quattro anelli negli anni ’80 sono lì a dimostrarlo. Usando la proprietà transitiva c’è quindi da giurare che anche la nuova RS 3 Sportback, che si appresta al debutto, sarà destinata a un sicuro successo. Volete scommettere? Stavolta i tecnici di Ingolstadt si sono superati perché questi nuovi motori hanno raggiunto uno stadio evolutivo di assoluta eccellenza: il 2,5 litri che sale sulla nuova RS 3 Sportback, infatti, è il propulsore prodotto in serie più potente mai realizzato su questo pianale. I numeri parlano da soli: il TFSI eroga 367 CV di potenza (465 Nm di coppia) e fanno raggiungere lo 0-100 km/h in soli 4,3 secondi. Ci si leva il cappello anche di fronte alla velocità dichiarata, 280 km/h.

Tutto questo ben di dio è accoppiato a un cambio S tronic a sette marce, caratterizzato da innesti più fulminei rispetto al modello precedente. Manco a dirlo la RS 3 è dotata di trazione integrale permanente quattro e ha la carrozzeria più bassa di 25 mm rispetto alla sorella A3 Sportback. La nuova Audi è cattiva fuori e dentro, con un appannaggio riservato, come da tradizione, ai modelli RS: assetto sportivo e regolazione degli ammortizzatori, servosterzo progressivo, supporti oscillanti dell’assale anteriore. A richiesta i dischi freno carboceramici, una vera e propria chicca nel segmento delle compatte Premium.