La Mercedes Classe A si allunga

Mercedes-Benz Classe A

Con l’arrivo, a fine 2018 arriva della nuova Classe A Berlina si amplia la famiglia di compatte della Stella. Una tre volumi a quattro porte con un passo di 2.729 millimetri e le proporzioni di una berlina sportiva. La nuova berlina compatta è equipaggiata con le tutte le novità introdotte dalla nuova generazione di Classe A. Motori moderni ed efficienti, elevato livello di sicurezza garantito dai più recenti sistemi di assistenza alla guida, ereditati direttamente dalla Classe S, e il rivoluzionario sistema di infotainment MBUX (Mercedes-Benz User eXperience). Con un Cx di 0,22 e una sezione frontale di 2,19 m², la nuova Classe A Berlina vanta in assoluto la migliore aerodinamica tra le vetture di serie, difendendo il record mondiale di CLA.

La nuova Classe A Berlina è prodotta ad Aguascalientes (Messico) e a Rastatt (Germania), ma è stata sviluppata a Sindelfingen (Germania). Il nuovo modello si mostrerà per la prima volta al Salone dell’Automobile di Parigi (4 – 14 ottobre 2018). All’Auto China di Pechino, nell’aprile di quest’anno, Mercedes aveva già presentato la versione Long, progettata in esclusiva per il mercato cinese. La nuova generazione di compatte ha contribuito notevolmente a svecchiare e rinnovare l’immagine del Marchio. Con CLA, nel 2013 Mercedes ha lanciato per la prima volta una compatta sul mercato americano. Tra gli automobilisti statunitensi che nel 2017 hanno acquistato una compatta Mercedes-Benz, quasi uno su due guidava prima una vettura della concorrenza, e oltre il 50% dei modelli CLA sono stati venduti a clienti nuovi (al loro primo acquisto Mercedes e conquistati da altri marchi). Nel 1997 Classe A ha inaugurato il segmento delle compatte della Stella e da allora è stata consegnata in tutto il mondo in oltre sei milioni di esemplari. Settimo modello della serie, Classe A Berlina va ad ampliare ancora una volta la gamma delle vetture compatte della Stella. Una logica integrazione di un’offerta unica nel segmento premium composta da Classe C, Classe E e Classe S.

Le principali misure di Classe A Berlina

  • Lunghezza/larghezza/altezza: 4.549/1.796/1.446 mm
  • Passo: 2.729 mm
  • Capacità bagagliaio: 420 litri
  • Spazio alla testa anteriore/posteriore: 1.024/944 mm
  • Spazio ai gomiti anteriore/posteriore: 1.457/1.446 mm
  • Spazio alle spalle anteriore/posteriore.: 1.400/1.372 mm
  • Spazio effettivo alle gambe anteriore/posteriore: 1.062/861 mm

Classe A Berlina assicura una spiccata funzionalità, a cominciare dalle misure superiori alla media nello spazio per le spalle, i gomiti e la testa, oltre alla facilità di accesso al vano posteriore. Lo spazio per i passeggeri posteriori (944 mm) è il migliore del segmento. Il bagagliaio ha una capacità di 420 litri ed è stato progettato pensando alla funzionalità, con una vano di apertura molto ampio che misura 950 mm in larghezza e presenta una diagonale di 462 mm tra serratura e bordo inferiore del lunotto. Permette quindi di caricare e scaricare comodamente anche i bagagli di maggiori dimensioni.

Difeso il record mondiale: nessuna è più aerodinamica di lei
Nuova Classe A Berlina sfrutta i presupposti favorevoli della lunga coda per battere nella sfida aerodinamica Classe A a due volumi, di per sé già esemplare (Cx a partire da 0,25). Con un Cx di 0,22, la nuova Berlina eguaglia addirittura quello che era in origine il record mondiale di CLA, grazie a una sezione frontale di 2,19 m², più contenuta rispetto a CLA. La nuova Classe A Berlina può vantare il più basso valore di resistenza aerodinamica tra tutti i veicoli di serie al mondo. L’eccellenza aerodinamica fornisce un contributo essenziale al contenimento dei consumi negli spostamenti quotidiani. Numerosi cicli di calcolo, simulazioni CAE (computer aided engineering, ingegneria assistita dal computer) e misurazioni nella galleria del vento di Sindelfingen hanno permesso di ottimizzare numerosi dettagli. Tra le misure adottate figurano l’ampio utilizzo di guarnizioni (tra cui quelle nell’area circostante i fari) e il rivestimento pressoché totale del sottoscocca, che comprende vano motore, sezione principale del pianale, componenti dell’asse posteriore e diffusore. Sono stati ottimizzati in modo specifico gli spoiler delle ruote anteriori e posteriori, per migliorare il flusso intorno alle ruote e ridurre il più possibile le perdite aerodinamiche. Anche su cerchi e pneumatici si è lavorato per ottimizzare le proprietà aerodinamiche. Una presa d’aria regolabile sdoppiata, collocata dietro la mascherina del radiatore, riduce al minimo il flusso d’aria che attraversa il vano motore (disponibile a richiesta, non per tutti i mercati).

Motori: si parte con un diesel e un benzina
Alla data del lancio di Classe A Berlina saranno disponibili le due seguenti motorizzazioni[i]:

  • A 200 (120 kW/163 CV, 250 Nm); con cambio a doppia frizione 7G‑DCT (consumo di carburante combinato 5,4-5,2 l/100 km, emissioni di CO2 combinate 124-119 g/km);
  • A 180 d (85 kW/116 CV, 260 Nm); con cambio a doppia frizione 7G‑DCT (consumo di carburante combinato 4,3-4,0 l/100 km, emissioni di CO2 combinate 113-107 g/km).

[i] I valori indicati sono stati rilevati con le tecniche di misurazione prescritte. Si tratta dei valori di CO2 determinati con procedura NEDC ai sensi dell’art. 2 n. 1 del Regolamento di esecuzione (UE) 2017/1153. I valori relativi al consumo di carburante sono stati calcolati sulla base di questi dati.

Equipaggiamenti: KEYLESS-GO con HANDS-FREE ACCESS
Il modello di base dispone già di un ampio equipaggiamento. Sono di serie, ad esempio, il sistema di Infotainment MBUX (Mercedes-Benz User eXperience) con touchscreen e i sistemi di assistenza alla guida di ultima generazione, come il sistema di assistenza alla frenata attivo e il sistema antisbandamento attivo. Classe A Berlina può inoltre essere personalizzata con tanti equipaggiamenti a richiesta. Tra questi ci sarà, ad esempio, il pacchetto Comfort KEYLESS-GO con HANDS-FREE ACCESS. La funzione Comfort HANDS-FREE ACCESS, permette di aprire automaticamente il portellone del bagagliaio senza usare le mani. È sufficiente infatti un movimento del piede sotto il paraurti posteriore. Nell’anno del lancio, Classe A Berlina sarà proposta in versione Edition 1, un’instant classic arricchita da numerosi dettagli color rame.

Il design: sportività e modernità superiori
Con il suo design morbido e limpido, Classe A Berlina si ispira direttamente al linguaggio stilistico della limpida sensualità. Ne sono esempio le superfici nette e pulite, la riduzione delle linee e la precisione delle giunzioni. Ha le proporzioni di una berlina compatta e sportiva, con sbalzi anteriori e posteriori contenuti. La parte superiore dell’abitacolo molto arretrata e la coda compatta slanciano l’auto in avanti. I cerchi da 16 a 19 pollici e i passaruota sagomati sottolineano la presenza sportiva sulla strada. Il design del frontale è molto innovativo: il cofano motore è allungato e ribassato, i fari piatti presentano un elemento cromato e il design a fiaccola delle luci di marcia diurne, la mascherina del radiatore Matrix a una lamella è arricchita da pin cromati (a richiesta) e Stella centrale. Le spalle, muscolose e di forte impatto, e la linea precisa che le sottende sottolineano le sagome perfette delle fiancate. Il retrovisore esterno è posizionato sulla linea di cintura. Le luci posteriori sdoppiate enfatizzano le linee nette della coda particolarmente larga. Gli elementi riflettenti sono stati spostati nel paraurti in due parti a struttura modulare. A seconda dell’equipaggiamento, il paraurti è disponibile con diffusore nero oppure con elemento decorativo e mascherine dei terminali di scarico in versione cromata.

Design degli interni: la rivoluzione parte da dentro
Mercedes rivoluziona la classe delle compatte dall’interno, regalando una sensazione di spaziosità del tutto inedita. L’architettura particolare degli spazi si deve soprattutto alla plancia portastrumenti molto all’avanguardia, che rinuncia alla classica calotta di copertura. In questo modo il corpo di base, a forma di ala, si estende ininterrottamente da una porta anteriore all’altra. Il display widescreen (a richiesta) è completamente sospeso sulla plancia. Una particolarità sono le bocchette di ventilazione sportive che ricordano le turbine degli aerei. Il corpo inferiore sottostante (la cosiddetta ‘ala’ vera e propria) sembra essere sospesa grazie all’assenza di raccordi o elementi di transizione. Le luci ambiente rafforzano questo effetto sottolineando l’impressione di sospensione della struttura inferiore, con la possibilità di scegliere tra 64 colori (a richiesta), offrendo quindi una gamma cromatica superiore alla versione precedente di oltre cinque volte. Non solo aumenta la rosa dei colori, ma anche la scenografia delle luci è unica in questo segmento: raggruppate in dieci scenari cromatici, le diverse tonalità danno vita a uno spettacolo all’avanguardia con cambi di colore suggestivi. La personalizzazione della plancia è disponibile in tre versioni: con due display da 7 pollici, con un display da 7 pollici e uno da 10,25 pollici, con due display da 10,25 pollici.

MBUX (Mercedes-Benz User eXperience): esperienza unica
Nuova Classe A è la prima serie Mercedes-Benz a essere equipaggiata con il nuovissimo sistema multimediale MBUX (Mercedes-Benz User eXperience), che annuncia l’inizio di una nuova era della connettività firmata Mercedes me, di serie anche per Classe A Berlina. La peculiarità di questo sistema è la capacità di apprendere grazie all’intelligenza artificiale MBUX, personalizzabile e adattabile, in grado di mette in collegamento tra loro auto, guidatore e passeggeri. Tra le altre particolarità vi sono, a seconda degli allestimenti, la plancia ad alta risoluzione con display widescreen, i comandi touchscreen di serie del display multimediale, la navigazione con realtà aumentata e i comandi vocali intelligenti con comprensione del linguaggio naturale, che si attivano pronunciando ‘Hey Mercedes’. Inoltre è disponibile anche un display head-up. Il touchscreen del sistema MBUX fa parte del concetto complessivo dei comandi touch, che comprendono touchscreen, touchpad sulla consolle centrale e pulsanti touch control al volante. Il sistema MBUX rappresenta una rivoluzione della user experience nel settore automotive. Le animazioni sottolineano la semplicità della struttura dei comandi e affascinano con una brillante grafica 3D ad altissima risoluzione che viene renderizzata, calcolata e inviata, in tempo reale. Con la nuova generazione di Infotainment MBUX debuttano nuovi servizi Mercedes me connect e ne vengono perfezionati altri. Tra questi vi sono le funzioni di navigazione sulla base della comunicazione Car-to-X (informazioni da veicolo a veicolo su avvenimenti rilevati da sensori, come ad es. una frenata di emergenza o un intervento dell’ESP®, oppure rilevati grazie a un messaggio manuale dell’utente, come un incidente) e il tracking del veicolo, che facilita la ricerca dell’auto parcheggiata e invia un messaggio nel caso in cui la vettura sia stata urtata o rimorchiata. L’app Mercedes me può essere salvata come icona sullo schermo e può essere configurata liberamente sull’homescreen come tutte le altre applicazioni principali. Inoltre, a richiesta, l’MBUX visualizza i contenuti online, come i prezzi aggiornati del carburante o la disponibilità di parcheggi all’interno di un autosilo. L’aggiornamento online del sistema MBUX permette di avere accesso in modo semplice ai nuovi contenuti.

Intelligent Drive: funzioni mutuate da Classe S
Classe A è dotata dei sistemi di assistenza di ultima generazione, che assistono attivamente il guidatore, e offre quindi il livello di sicurezza attiva più alto del segmento con funzioni riprese da Classe S. Per la prima volta Classe A può viaggiare in modalità parzialmente automatica. Il presupposto fondamentale è la capacità di sapere cosa succede nelle immediate vicinanze: i sistemi di telecamere e radar migliorati le consentono di vedere fino a una distanza di 500 metri. Per le funzioni di assistenza Nuova Classe A ricorre anche ai dati cartografici e di navigazione. Il sistema di assistenza attivo alla regolazione della distanza DISTRONIC, che fa parte del pacchetto sistemi di assistenza alla guida (a richiesta), può assistere il guidatore in molteplici situazioni sulla base dei dati di navigazione e modificare la velocità in prossimità di curve, incroci o rotatorie. A queste funzioni si aggiungono il sistema di assistenza attiva nella frenata di emergenza e il sistema di assistenza attiva al cambio di corsia, particolarmente intuitivo. Inoltre, di serie, è previsto un sistema di assistenza alla frenata attivo ampliato. A seconda delle situazioni può contribuire a diminuire la gravità di un impatto con veicoli più lenti che precedono, che stanno frenando o che sono fermi, oltre che con pedoni e ciclisti in attraversamento, e può addirittura contribuire a evitare tamponamenti. Il sistema antisbandamento attivo (anch’esso di serie) può segnalare al guidatore, nell’intervallo compreso tra 60 e 200 km/h, l’abbandono accidentale della corsia di marcia trasmettendo leggere vibrazioni al volante e, se la vettura interseca una striscia di demarcazione continua, è in grado di riportarla in carreggiata frenando le ruote di uno stesso lato. In presenza di una striscia di demarcazione discontinua questo intervento viene avviato soltanto se sussiste un pericolo di collisione sulla corsia adiacente (anche dovuto a veicoli provenienti dal senso di marcia opposto). Il PRE-SAFE PLUS può rilevare il pericolo di un impatto posteriore. Se il pericolo di collisione persiste, prima dell’impatto il sistema può bloccare la vettura in posizione, riducendo la spinta in avanti causata dall’urto e, di conseguenza, diminuendo il rischio per gli occupanti di riportare lesioni.

Sicurezza passiva: cellula dell’abitacolo indeformabile e moderni sistemi di ritenuta
Classe A è la prima Mercedes a essere sviluppata anche nel nuovo centro tecnologico per la sicurezza delle vetture (TFS). Nella configurazione delle strutture della vettura sono confluite anche le conoscenze nell’ambito dell’infortunistica stradale. In termini di geometria, spessore dei materiali, tecnica di giunzione e qualità dei materiali (maggiore percentuale di lamiere d’acciaio ad alta e altissima resistenza) ogni singolo componente grezzo è stato sviluppato per resistere alle sollecitazioni. Il cuore del concetto di sicurezza della carrozzeria è il vano passeggeri altamente indeformabile. È soprattutto il maggiore impiego a lamiere d’acciaio ad alta e altissima resistenza e a lamiere d’acciaio formate a caldo a contribuire alla maggiore stabilità in caso di sollecitazioni, ad esempio in caso di collisioni anteriori, laterali e posteriori e di cappottamenti. Guidatore e passeggero anteriore dispongono di una cintura di sicurezza a tre punti con limitazione della forza di ritenuta e pretensionatore. In combinazione con il sistema PRE-SAFE (a richiesta) i sedili anteriori sono equipaggiati anche con pretensionatore dell’avvolgitore reversibile. I sedili posteriori più esterni sono dotati di cintura a tre punti con pretensionatore e limitatore della forza di ritenuta. Classe A è equipaggiata, di serie, con airbag per il guidatore e il passeggero anteriore, airbag per le ginocchia del conducente e windowbag. Diversamente da molte vetture concorrenti, il windowbag copre anche il montante anteriore e protegge meglio gli occupanti su tutta la fascia laterale. Anche i sidebag per torace e bacino sono di serie per i sedili anteriori, mentre sono a richiesta per i sedili posteriori.

Fari MULTIBEAM LED: visibilità ottimale in qualsiasi condizione
Un altro esempio che testimonia il trasferimento tecnologico dalla classe S alla classe delle compatte sono i fari MULTIBEAM LED, disponibili a richiesta, che consentono di adeguare elettronicamente le luci di marcia alle condizioni del traffico in modo estremamente rapido e preciso. In ogni faro di Classe A ci sono 18 LED attivabili singolarmente. Il colore della luce dei LED, simile a quello della luce diurna, non affatica gli occhi e si ripercuote positivamente sulla concentrazione. La carreggiata viene illuminata in modo accurato e chiaro. Un’altra possibilità è rappresentata dai fari a LED High Performance. Di serie Nuova Classe A è dotata di fari alogeni con luci di marcia diurne a LED integrate.

Assetto: agilità e comfort
A seconda della motorizzazione e delle preferenze, Classe A è disponibile con diversi assetti. La gamma di cerchi spazia dai 16” ai 19” pollici. Sull’asse anteriore Classe A Berlina dispone di una configurazione McPherson per le sospensioni. Le versioni più potenti e i modelli con 4MATIC, con una diversa regolazione degli ammortizzatori o con ruote di dimensioni più generose, dispongono di un sofisticato asse posteriore a quattro bracci. Gli altri modelli montano un asse posteriore a bracci interconnessi alleggerito.

La produzione: Aguascalientes (Messico) e Rastatt (Germania).
La produzione di Classe A Berlina prenderà il via ancora quest’anno ad Aguascalientes. Con lo stabilimento produttivo della joint venture COMPAS (Cooperation Manufacturing Plant Aguascalientes), nel Messico centrale, salgono a cinque le sedi di produzione di Mercedes-Benz Cars, distribuite su tre continenti. COMPAS è un progetto nato dalla cooperazione con l’allenza Renault-Nissan. Daimler e Nissan partecipano entrambe al 50% alla COMPAS. Nel 2019 sarà inoltre avviata la produzione di Classe A Berlina nello stabilimento Mercedes-Benz di Rastatt, in Germania. Nella rete globale di produzione di Mercedes-Benz Cars, quello di Rastatt è lo stabilimento madre delle compatte ed è responsabile della gestione a livello globale della produzione oltre che della qualità e dei fornitori. Allo stesso tempo lo stabilimento di Rastatt si occupa del corretto avviamento della produzione nelle altre sedi, ad esempio curando la formazione dei dipendenti.