Volkswagen agevola la flessibilità del luogo di lavoro

Volkswagen, sede di Wolfsburg

Volkswagen agevola la flessibilità del luogo di lavoro. In futuro per i lavoratori di Volkswagen in Germania sarà più facile conciliare lavoro e vita privata. Infatti, in occasione di un incontro dei membri del consiglio di Fabbrica a Wolfsburg è stato siglato un accordo con l’azienda che getta le basi per la concretizzazione del lavoro mobile. Karlheinz Blessing, Membro del Consiglio di Amministrazione del Gruppo Volkswagen responsabile per le risorse umane, afferma: “Volkswagen ora dispone di una regolamentazione molto progressista per quanto riguarda la flessibilità del luogo di lavoro. Con ciò vogliamo favorire la soddisfazione dei dipendenti e la responsabilità del singolo e allo stesso tempo migliorare la qualità del lavoro e la produttività. Ove le mansioni del singolo lo permettano, i collaboratori e le collaboratrici potranno organizzare il loro lavoro a seconda delle esigenze tipiche della fase di vita in cui si trovano – se per esempio sono giovani genitori o se devono prendersi cura degli altri membri della loro famiglia”. Bernd Osterloh, Presidente del Consiglio Generale di Fabbrica, ha sottolineato: “Nel sondaggio “Buon Lavoro in Ufficio”, cui hanno preso parte 21.000 colleghi, molti hanno affermato che avrebbero desiderato migliori possibilità di lavoro mobile. Ora, grazie a questo accordo, vengono offerte più opportunità senza che nessun collaboratore sia obbligato a lavorare da casa. La nuova regolamentazione comporta che in futuro molti nostri colleghi avranno la possibilità di organizzare meglio il loro lavoro e la loro vita privata. È importante sottolineare che l’accordo sancisce chiaramente che la maggiore flessibilità del luogo di lavoro non deve essere intesa come un modo per non pagare il lavoro straordinario”. L’accordo sul lavoro mobile sarà effettivo a partire da settembre e contribuirà a rendere Volkswagen un’azienda ancora più attraente. I collaboratori avranno maggiori possibilità di lavorare flessibilmente perché, per esempio, potranno decidere dove lavorare al di fuori dell’ufficio. Sarà considerato lavoro mobile il lavoro compiuto da un collaboratore al di fuori della propria sede in giorni prefissati o occasionalmente. Il lavoro potrà venire suddiviso in modo flessibile fra l’attività in sede e fuori sede. I punti chiave dell’accordo sul lavoro mobile.

Consenso di entrambe le parti 
Avere la possibilità di lavorare anche fuori sede è una scelta volontaria. La flessibilità del luogo di lavoro non può venire imposta né dall’azienda né dal collaboratore.

Adeguatezza delle mansioni
Le mansioni del collaboratore devono essere adatte al lavoro mobile. Deve essere possibile per il collaboratore assentarsi dalla sede del proprio lavoro senza influire negativamente sui risultati del suo operato, sullo svolgersi delle attività dell’azienda o sui suoi contatti.

Orario di lavoro
Il monte ore settimanale del collaboratore rimane invariato anche in caso di lavoro mobile. Gli orari nei quali sarà possibile per l’azienda contattare il collaboratore saranno concordati sulla base delle esigenze private e lavorative di quest’ultimo. Al di fuori degli orari concordati, il collaboratore ha il diritto di non essere contattato dall’azienda.

Diritti del Consiglio di Fabbrica
I diritti di cogestione del consiglio di fabbrica rimangono invariati. Si devono tenere in considerazione i diritti del consiglio di fabbrica già nelle trattative per l’accordo sulla flessibilità del luogo di lavoro.