Sono davvero anti ladro le auto keyless?

keyless

Sul sito web inglese Which? sono riportati i dati di un’interessante indagine compiuta dall’ADAC (l’Automobile Club tedesco) dalla quale emerge che la grande maggioranza della auto protette con dispositivo keyless non sono totalmente sicure contro il furto.

I ladri agiscono tramite dispositivi elettronici relativamente economici venduti addirittura online. Il dispositivo acquisisce le onde radio emesse dal dispositivo e poi ‘inganna’ il sistema di sicurezza della vettura facendogli credere che il proprietario sia vicino all’auto. E così porte aperte e anche l’OK all’avviamento del motore. Pare che il 99% delle auto testate sia in qualche modo violabile… Il problema è che con questo sistema, decisamente comodo per l’utente, la ‘chiave elettronica’ emette in continuo il segnale, pur se debole poiché deve essere recepito a piccola distanza, ma questo è sufficiente al ladro per intercettarlo e duplicarlo col dispositivo ‘pirata’. La clonazione può avvenire ovunque, in luoghi pubblici, in palestra, e ovunque il malintenzionato abbia la possibilità di avvicinarsi alla vostra chiave elettronica. Meglio proteggerla in un contenitore metallico, suggerisce qualcuno, ma questo ovviamente riduce la praticità di un sistema che fa proprio della non necessità di maneggiare il dispositivo la chiave del suo successo.

Le Case conoscono il problema e stanno correndo ai ripari. BMW e Mercedes, ad esempio, hanno dotato la loro keyless di un dispositivo che intercetta il movimento. In pratica se la chiave è ferma, riposta in borsa o in qualche indumento, non emette il segnale ed evita quindi la ‘cattura’ abusiva.

OK per l’alta tecnologia, ma forse la buona vecchia barra al volante rimane il miglior deterrente…

Questo l’elenco delle vetture testate dalla ADAC.