ZF: NUOVO SISTEMA DI TRAZIONE INTEGRALE DISACCOPPIABILE

ZFAllo European All-Wheel Drive Congress (EAWD) 2011 a Graz, ZF ha presentato un nuovo sistema di trazione integrale per auto. Grazie alla sua funzione di disaccoppiamento automatico, è possibile ridurre al minimo i maggiori consumi dei veicoli a trazione integrale. Rispetto ai sistemi tradizionali, consente una riduzione dei consumi di circa il 5%. Allo stesso tempo aumentano, grazie alla distribuzione della coppia sulle singole ruote, la dinamica e la sicurezza di marcia. L’architettura anteriore-trasversale permette inoltre di combinare il sistema con il nuovo cambio automatico a 9 rapporti di ZF.

Per poter collocare con successo sul mercato le auto 4×4 con trazione anteriore-trasversale, è necessario ridurre al minimo i consumi rispetto alla trazione su due ruote (2WD). Al momento i veicoli con trazione integrale innestabile classica (AWD) non presentano rilevanti vantaggi in termini di consumi rispetto a quelli con trazione integrale permanente: anche senza il secondo asse motore, la catena cinematica è attiva determinando perdite di  stabilità e aderenza.

ZF propone ora un sistema per il montaggio anteriore-trasversale che letteralmente abbatte i maggiori consumi determinati per concezione dalla trazione integrale. Si punta in tal caso su gran parte delle situazioni di marcia in cui la trazione integrale non è richiesta: in rettilineo la trazione inserita su tutte le quattro ruote non offre alcuna utilità in termini di dinamicità o agilità. Non appena manto stradale o stile di guida cambiano, i due assi motori possono esprimere appieno le loro potenzialità. Per sfruttare al meglio la trazione integrale mantenendo allo stesso tempo ridotti i consumi, è necessario inserire e disinserire le quattro ruote in modo tempestivo e impercettibile per il conducente nell’arco di frazioni di secondi. Soltanto in questo modo si può disporre totalmente, al momento giusto e con la massima efficienza della funzionalità della trazione integrale.

www.zf-group.it