Volkswagen, nuovo sistema di ricarica smart

La divisione Components della Casa tedesca ha presentato il nuovo robot che ricarica le vetture in maniera completamente autonoma grazie al V2X

Volkswagen Group Components’ mobile charging robot brings a trailer in the form of a mobile energy storage device to the vehicle.

Uno dei principali problemi legati allo sviluppo e all’espansione della mobilità sostenibile è ancora l’infrastruttura di ricarica con lacune in termini di disponibilità e capacità di energia massima a disposizione della rete. Mentre diverse Case automobilistiche stanno collaborando con vari enti per la realizzazione di stazioni di ricarica sempre più efficienti, il Gruppo Volkswagen ha presentato il primo prototipo di robot in grado di comunicare direttamente con le vetture e portare loro la ricarica. Ciò è reso possibile dalla recente implementazione, sui nuovi modelli, della tecnologia V2X per la creazione di un network che mette in comunicazione le vetture sia tra di loro sia con le infrastrutture, appunto.

The mobile energy storage device stays with the car during the charging process. The robot uses this time to charge other electric vehicles.

Fino a 50 kW di ricarica portatile

Il concept di colonnina mobile presentato dalla divisione componenti della Casa di Wolfsburg segna un passo importante verso una ricarica più flessibile e smart. Il robot, che guida da solo, è in grado di trasportare diversi pacchi di batterie cariche da circa 25 kWh ciascuna e, una volta che entra in contatto con le vetture che necessitano di ricarica tramite un’app o con la comunicazione V2X, si avvicina e si connette in maniera autonoma garantendo una ricarica in corrente continua fino a 50 kW di potenza.

Compact and autonomous: Volkswagen Group Components’ mobile charging robot.

Anche nei parcheggi sotterranei

Il robot, che può guidare autonomamente, è dotato di fotocamere, scanner laser e sensori a ultrasuoni. La combinazione di questi sistemi non solo consente di eseguire il processo di ricarica in modo completamente autonomo, ma anche di muoversi liberamente nell’area di parcheggio, anche sotterraneo, e riconoscere ed evitare possibili ostacoli. A seconda delle dimensioni dell’area è possibile utilizzare contemporaneamente diversi robot di ricarica in modo da poter fornire la ricarica rapida a più veicoli contemporaneamente.

Costi ridotti e ricarica per tutti

Il vero punto di forza di questa nuova tecnologia è la capacità di semplificare la vita agli automobilisti evitando loro di dover cercare una colonnina di ricarica. Infatti, questi possono lasciare la macchina in qualsiasi parcheggio disponibile e il robot penserà a tutto il resto. Anche se non è stata ancora comunicata una data di lancio ufficiale per questa nuova tipologia di ricarica, Mark Möller, Capo dello sviluppo della divisione Components, ha commentato: “Questo approccio ha un enorme potenziale economico. I lavori di costruzione e i costi per l’assemblaggio dell’infrastruttura di ricarica possono essere notevolmente ridotti mediante l’uso di robot”.