Raduno Suzuki 4×4: in 150 ai piedi del Moniso

Sono stati ben 150 gli appassionati che il 24 settembre si sono dati appuntamento ai piedi del Monviso per il Raduno Suzuki 4x4

Sabato 24 settembre si è svolta l’annuale edizione del Raduno Suzuki 4×4, l’undicesima nella storia dell’evento. Sono stati ben 150 gli appassionati che nell’ultimo weekend di settembre si sono date appuntamento presso l’Azienda Agricola Dal Bessé di Frassino in provincia di Cuneo. Divisi in 80 vetture, da qui si sono mossi alla volta della Valle Po, fino ai piedi del Monviso.

Raduno Suzuki 4×4: carovana integrale

Il meteo non è stato dei migliori. Freddo e pioggia hanno condizionato l’intera giornata, ma questo non ha di certo spaventato i tanti partecipanti, anzi. Questi, potendo contare sul sistema 4×4 AllGrip sulle loro Suzuki, hanno affrontato il percorso con estrema disinvoltura. Per l’occorrenza, inoltre, gli uomini della filiale italiana di Hamamatsu hanno messo a punto due percorsi, uno percorribile anche dai mezzi di serie ed uno più estremo appositamente pensato per i tanti modelli preparati presenti all’evento. Per mettere alla prova le proprie capacità al volante, inoltre, è stato allestito un Parco Giochi Off-Road: qui i partecipanti hanno potuto cimentarsi nel superamento di particolari ostacoli appositamente posizionati lungo un percorso dedicato.

Raduno Suzuki 4×4: ospiti d’eccezione

Speciale guest dell’11° Raduno Suzuki 4×4 è stato il Suzuki Jimny in allestimento T2 guidato dal pluricampione del Campionato Italiano Cross Country Rally Lorenzo Codecà. Rispetto al Jimny stradale, quello da gara si caratterizza per l’assetto costituito da molle e ammortizzatori dedicati, così come inediti sono cerchi e gomme. All’interno, trovano posto tutte le dotazioni di sicurezza a norma Fia, mentre il motore resta il 1.5 aspirato di serie. Altro ospite d’eccezione del raduno è stato Hirohiko Shoda, meglio noto come Chef Hiro, che si è unito alla carovana di Suzuki a bordo di una Suzuki Swift.