POWERSHIFT 6DCT250: INIZIA LA PRODUZIONE DI SERIE

GetragPresso gli stabilimenti Getrag di Modugno / Bari e di Irapuato è stata avviata la produzione di serie per il più giovane membro della famiglia di cambi Powershift di Getrag. Il cambio 6DCT250 verrà realizzato innanzitutto per la Renault Mégane e Scénic e, per il mercato NAFTA, per la Ford Fiesta. Per il 2010 sono già pianificati oltre 100.000 cambi, fino alla fine del 2011 saliranno a oltre 400.000 p.a. Il cambio a doppia frizione 6DCT250 è stato sviluppato per l’applicazione nei segmenti di autovetture di piccola e media cilindrata. “Modugno acquista un ruolo chiave nella produzione di tecnologie di cambio altamente moderne, dice Bernd Eckl, Amministratore Delegato responsabile per le Vendite, Acquisti Diretti e Produzione.

Lo stabilimento di Modugno è responsabile per la produzione completa di set di ingranaggi sia per il mercato europeo sia per la sede che li assembla in Messico, e assembla inoltre i cambi per il mercato europeo. Per questa ragione, lo stabilimento italiano Getrag è stato ristrutturato per la nuova tecnologia di cambio a doppia frizione e a partire dal 2012 andrà a pieno regime. Il nuovo stabilimento Getrag di Irapuato è responsabile per il montaggio, controllo finale e consegna sul mercato NAFTA di determinati cambi ed è stato adattato in maniera ottimale per la nuova tecnologia. Attraverso la strategia di standardizzazione dei componenti viene reso possibile un veloce adeguamento alle richieste dei clienti. Inoltre tutte le varianti possono essere realizzate con un solo tipo di linea di produzione.

“Con il Getrag Powershift 6DCT250 annunciamo l´era della 2a generazione di cambi a doppia frizione”, esulta Bernd Eckl. Il cambio rende possibili ulteriori risparmi nei consumi fino al 20% rispetto al tradizionale convertitore di coppia. “Attraverso la doppia frizione a secco e una nuova tipologia di attuazione elettromeccanica il cambio riesce perfino a battere il tradizionale cambio manuale nei consumi e nella produzione di CO2”, afferma Eckl.

www.getrag.de/it