Nuovo processo di saldatura

Saldatura alluminio

Nuovo processo di saldatura. La crescente diffusione dell’alluminio nella realizzazione della carrozzerie presenta ai costruttori il non facile problema delle saldature tra questo metallo e gli elementi in acciaio. Infatti, il tradizionale metodo di saldatura elettrica per punti (di tipo Spot Resistant Welding), a causa del calore generato, provoca un’alterazione nelle caratteristiche dei due metalli, abbassandone gli standard qualitativi; il processo, inoltre, richiede una gran quantità di energia. Nel 2012 Honda aveva compiuto un passo avanti, con il processo chiamato Friction Stir Welding, basato su un’evoluzione della saldatura per frizione ideato nel 1991 dal The Welding Institute di Cambridge. Con il metodo FSW di Honda la saldatura si ottiene mediante calore, frizione e pressione ricorrendo ad un terzo elemento per fondere insieme i due metalli. Variazioni del metodo FSW sono già applicate da Audi, Lincoln e Mazda.

Saldatura alluminio

Nel mese di ottebre è stata annunciata la messa a punto di un nuovo metodo da parte dell’équipe del prof. Glenn Daehn, docente di ingegneria e scienze dei materiali alla Ohio State University dopo dieci anni di ricerche. Questo metodo, chiamato saldatura VFA (Vaporized Foil Actuator) prevede il ricorso a impulsi elettrici ad alto voltaggio (della durata di milionesimi di secondo) che passano attraverso un foglio d’alluminio e una bolla di gas riscaldato a velocità dell’ordine delle decine di migliaia di km/h, “spingendo” gli atomi dei due metalli ad aderire gli uni agli altri. Poiché l’adesione tra l’alluminio e l’acciaio non comporta fusione la saldatura risulta più robusta. Il risparmio di energia è conseguenza della breve durata degli impulsi elettrici necessari a vaporizzare il foglio d’alliminio, molto iferiore a quella richiesta per fondere i metalli nei metodi di saldatura tradizionali.

I ricercatori dell’Ohio hanno applicato questo metodo a combinazioni di coppie composte da alluminio, acciaio e anche ferro, magnesio, nickel, rame e titanio; in particolare hanno creato saldature tra acciaio di gradazione commerciale e leghe d’alluminio con caratteristiche meccaniche senza precedenti. Inoltre, il metodo dela saldatura VFA consente di sagomare le parti metalliche durante l’unione, facilitando così i processi produttivi.