Mercedes Benz GLS: l’anima sportiva del SUV

Sulla neve battuta il controllo del mezzo è totale e si viaggia in grande sidurezza
Sulla neve battuta il controllo del mezzo è totale e si viaggia in grande sidurezza
La Mercedes Benz GLS nel suo terreno ideale
La Mercedes Benz GLS nel suo terreno ideale

Spesso parlando delle ultime frontiere dell’elettronica applicata sulle moderne automobili qualcuno muove l’accusa che il suo intervento è talvolta troppo invasivo, al punto da cambiare il carattere di una vettura, mitigandone o addirittura nascondendone i difetti di progettazione. In parte è vero: il famigerato ‘time to market’ spesso obbliga a correggere difetti anche gravi nel modo più rapido ed economico. Un mirato intervento sul software e voilà, il gioco è fatto. Meno male, però, che ogni tanto si può provare un mezzo come l’ultima nata della famiglia SUV di Mercedes-Benz, un ‘macchinone’ sette posti reali che pesa ventiquattro quintali, può stivarne otto di carico e trainarne altrettanti… Un tranquillo mezzo da famiglia allargata, penserà qualcuno, che tra le curve di montagna si muove più o meno come il classico elefante in una cristalleria.

Le vetture in prova allineate per la salita verso il passo del Rombo (2.509 m.s.l.m.)
Le vetture in prova allineate per la salita verso il passo del Rombo (2.509 m.s.l.m.)

E invece la nuova GLS è tutt’altra cosa. Merito senza dubbio dell’elettronica, ma soprattutto di chi le vetture 4×4 le sa fare molto bene, forse come nessun altro al mondo. Anche perchè coi poderosi V6 o V8 da 3.0, 4.6 o addirittura 5,5 litri con potenze da 258 a 585 CV non si può scherzare. Trovarsi abbracciati a un platano oppure in bilico su uno strapiombo è un attimo…

Promessa mantenuta

Dopo GLA (che aspettiamo anche nella versione a due ruote motrici), GLC e GLE, declinata anche in versione Coupè, come annunciato a inizio anno la Mercedes ha portato le ultime frontiere del suo concetto ‘S’ anche tra i SUV, presentando la nuova GLS, una vettura di 5,16 m nel cui abitacolo ci sono 7 posti ‘veri’ (i due posteriori sono comodi e pure regolabili) e la cui versione top di gamma, la Mercedes-AMG GLS 63 4Matic con cambio 7G-Tronic Speedshift Plus AMG, monta un V8 biturbo da 585 CV, corre a 250 orari e accelera da 0 a 100 km/h in 4.6 secondi! Un mezzo, quest’ultimo, che guarda dall’alto anche Porsche e Range Rover ed è destinato a pochi, poichè in vendita a 148.350 €.

Il motore della GLS 350 d 4Matic è un V6 di 3 litri che sviluppa 258 CV a 3.400 giri
Il motore della GLS 350 d 4Matic è un V6 di 3 litri che sviluppa 258 CV a 3.400 giri

Restando sulle versioni più accessibili ma pur sempre impegnative per il portafoglio, si va dagli 81.700 € della GLS 350 d 4MATIC (quella col V6 diesel di 3 litri che sarà la più venduta sul nostro mercato), agli 84.000 € della GLS 400 4MATIC (col V6 3 litri a benzina da 333 CV), alla GLS 500 4MATIC, che col V8 di 4,6 litri da 455 CV è solo un gradino sotto l’AMG e costa 103.180 €. Tutte le versioni, già prenotabili a partire dal novembre scorso, saranno in consegna da marzo 2016. Nonostante prezzo e ‘visibilità’ fiscale, Mercedes ha venduto bene questi grossi SUV anche in Italia, con circa 100 pezzi anno, ma sono gli USA il primo mercato mondiale della GLS, seguita dalla Russia e con la Cina che pur con un lieve flesso continua ad aumentare la richiesta per questo tipo di vetture.

Tecnologia senza economia

L'inconfondibile forma delle Mercedes classe G è rimasta anche sulla sportiva GLS
Le inconfondibili forme delle Mercedes classe G sono rimaste anche sulla sportiva GLS

La dotazione tecnica delle GLS, motori a parte, è centrata sulla nota trasmissione 9G-Tronic associata ai più moderni sistemi di assistenza alla guida. Il motore è collegato al cambio tramite un convertitore di coppia idraulico la cui efficienza del 92% contribuisce a contenere i consumi, coadiuvato in questo compito anche dal sistema Start/Stop, di serie su tutte le versioni. La trasmissione è contenuta in una compatta scatola al cui interno ci sono una serie di frizioni a dischi multipli e di riduttori epicicloidali il cui innesto e disinnesto è comandato da una centralina elettronica che gestisce della valvole a cassetto comandate da un solenoide. Un sistema che garantisce eccellente velocità nella cambiata, paragonabile a quella di un cambio a doppia frizione, ma col vantaggio in scalata di poter fare più ‘salti’ contemporanei anziché passare attraverso tutta la sequenza di rapporti. All’uscita del cambio c’è il differenziale centrale, contenuto in una scatola dedicata, dal quale partono gli alberi di trasmissione che vanno ai due assi. Acquistando il pacchetto tecnico opzionale Off-Road si aggiunge alle 5 funzioni base Comfort, Sport, Slippery, Individual e OffRoad, quella OffRoad+ che attiva il bloccaggio al 100 % del differenziale centrale e un riduttore di rapporto 2,9:1 (che agisce quindi su tutte le marce) che fino a una velocità di 70 km/h consente di affrontare con sicurezza i percorsi più impegnativi. La trazione permanente 4Matic ripartisce la coppia motrice esattamente al 50% sui due assi. Solo la 4Matic Performance AMG privilegia la posteriore (60%-40%).
Di serie sulle nuove GLS anche le sospensioni pneumatiche Airmatic che includono anche un assetto rialzato fino a 306 mm dal suolo, con una profondità di guado di 600 mm. Il DNA off-road della GLS (che ricordiamo è la declinazione lussuosa del poderoso Mercedes-Benz G, da molti considerato il miglior 4×4 in circolazione) è evidente pure dall’astesa protezione del sottoscocca per evitare di danneggiare i componenti vitali nella marcia fuoristrada.

Sospensioni attive

Le già ricordate Airmatic sono dotate del sistema di sospensioni attive ADS ulteriormente perfezionato, la cui risposta varia a seconda del programma di marcia selezionato. I parametri di input sono angolo di sterzata, velocità delle ruote, velocità del veicolo (gestiti dall’ESP) e l’azionamento del pedale del freno. L’output e la regolazione dello smorzamento idraulico che agisce su ogni ruota, Su richiesta è possibile perfezionare ulteriormente il sistema dotandolo di stabilizzazione al rollio (sistema Active Curve System) che agisce su barre stabilizzatrici trasversali collegate alle sospensioni anteriori e posteriori. Questo porta a un comportamento dinamico su asfalto davvero irreprensibile, da vera ‘S’: mettere in crisi questa GLS è davvero difficile. Noi non ci siamo riusciti… Ma è nel fuoristrada e in condizioni di scarsa aderenza che l’elettronica e la meccanica della GLS si esprimono al meglio.

Sulla neve battuta il controllo del mezzo è totale e si viaggia in grande sidurezza
Sulla neve battuta il controllo del mezzo è totale e si viaggia in grande sicurezza

Per dimostrarlo, nella prova dinamica svoltasi sul versante austriaco delle Alpi tirolesi è stato scelto un tratto di percorso di alta montagna interdetto al traffico nel periodo invernale, il Timmelsjoch ovvero il Passo del Rombo a quota 2.509 m. Il fondo di neve ben battuta presentava tratti ghiacciati con un leggero strato di neve fresca spruzzata dal forte vento. Abbiamo percorso un lungo tratto prima in salita e poi in discesa con la GLS 350 d, col selettore Dynamic Select su Slippery. In questa condizione abbiamo affrontato una partenza da fermo su un rettilineo in salità affondando completamente il pedale dell’acceleratore fino alla velocità di 85 km/h, frenando poi a fondo fino all’arresto. Il controllo di trazione lavora in continuo per mantenere una traiettoria rettilinea, tanto che non è richiesta in pratica alcuna manovra sul volante. E lo stesso capita in frenata: applicando il freno al massimo la decelerazione è progressiva ed efficace e la direzionalità è precisa tanto che si potrebbero quasi togliere le mani dal volante… Anche l’intervento dell’ABS ci è parso molto ben calibrato con una risposta sul pedale percettibile ma non invasiva. Per confronto abbiamo anche utilizzato la modalità Sport, che nonostante gestisca maggiore coppia mantiene il controllo del mezzo entro ampi limiti di sicurezza.

La GLS è inarrestabile. In modalità OffRoad+ si attivano il bloccaggio del differenziale centrale e un riduttore
La GLS è inarrestabile. In modalità OffRoad+ (optional) si attivano il bloccaggio del differenziale centrale e un riduttore

Estetica: è una G

La plancia è sobria ma tecnologica
La plancia è sobria ma tecnologica

Resta indiscutibilmente un SUV Mercedes, ma c’è un nuovo frontale più scolpito e con la Stella ben evidente al centro. Il cofano coi due powerdome completa l’aggressivo muso della GLS. Per chi predilige il tocco sportivo c’è l’allestimento esterno AMG Line, di serie per la versione Premium.
Al volante si nota la nuova organizzazione della plancia, col Media Display a colori a 8″ ad alta risoluzione e il sound system Audio 20 CD con otto altoparlanti. Nella console centrale spicca il touchpad.

Il nuovo frontale della GLS, dominato dalla Stella al centro di quattro vistosi fregi
Il nuovo frontale della GLS, dominato dalla Stella al centro di quattro vistosi fregi

L’eccellente abitabilità interna per i passeggeri prosegue nel vano di carico, che può variare il volume da 680 a 2.300 litri con una profondità effettiva di oltre 2 metri. La fila centrale di sedili è ribaltabile nel rapporto 60:40. I due sedili della terza fila sono ribaltabili elettricamente.

La seconda fila di sedili è abbattibile in proporzione 60:40, la terza è ribaltabile elettricamente
La seconda fila di sedili è abbattibile in proporzione 60:40, la terza è ribaltabile elettricamente

La Mercedes-Benz GLS è disponibile nei tre allestimenti Sport, Exclusive e Premium. Gli ultimi due possono essere ulteriormente upgradati coi pacchetti Plus, con interventi anche tecnici, come il pacchetto di assistenza alla guida Plus e l’Active Curve System. Ovviamente l’elenco di dotazioni e optional è infinito e lasciamo al fortunato cliente scoprirlo direttamente in concessionaria, quando si farà confezionare la sua GLS…

 

Dati tecnici

Mercedes-Benz GLS 350 d 4MATIC005

Motore

Numero/disposizione cilindri 6/V
Cilindrata cm³ 2.987
Alesaggio x corsa mm 83,0 x 92,0
Potenza nominale kW/CV 190/258 a 3.400 giri/min
Coppia nominale Nm 620 a 1.600-2.400 giri/min

Trasmissione

Cambio automatico a nove rapporti 9G-TRONIC comandato elettronicamente
Trazione 

 

 

Ripartizione della coppia ant./post.

integrale permanente 4MATIC. A richiesta: Pacchetto Tecnico Offroad con ripartitore di coppia a doppio stadio, bloccaggio del differenziale centrale a lamelle (fino al 100%)50:50

Autotelaio

Avantreno asse a doppi bracci trasversali, controllo anti-dive, barra stabilizzatrice trasversale
Retrotreno asse a bracci multipli, anti-squat e controllo anti-dive, barra stabilizzatrice trasversale tubolare
Molleggio e sospensioni sospensioni pneumatiche AIRMATIC con regolazione del livello, sistema di sospensioni ADS perfezionato, stabilizzazione attiva del rollio ACTIVE CURVE SYSTEM a richiesta
Cerchi 8 J x 18 H2
Pneumatici 265/60 R 18 V

Dimensioni e pesi

Passo mm 3.075
Lunghezza totale mm 5.130
Larghezza totale mm 1.934
Altezza totale mm 1.850
Diametro di volta m 12,4
Volume bagagliaio VDAmin./max l 680/2.300
Peso in ordine di marcia a norma DIN (Direttiva CE*) kg 2.455
Carico utile a norma DIN (Direttiva CE) kg 795
Massa complessiva kg 3.250
Carico rimorchiabile (frenato/non frenato) kgkg 3.500750
Serbatoio/di cui riserva l 100/12

Prestazioni e consumi**

Accelerazione 0-100 km/h s 7,8
Velocità massima km/h 222
Consumo di carburanteNEDC combinato l/100 km 7,1
CO2 g/km 185
Categoria di emissione Euro 6
Classificazione energetica A

 

*Secondo Direttiva 1992/21/CE, equipaggiamento di serie con guidatore (68 kg), bagagli (7 kg) e serbatoio pieno al 90%

** Dati provvisori per la versione ECE; sono possibili differenze specifiche per Paese