Mazda 2 Hybrid: la gamma della piccola giapponese si sdoppia

La famiglia della Mazda2 si amplia con l'arrivo della variante ibrida che va ad affiancare i modelli a benzina

Dalla partnership con Toyota, nasce la nuova Mazda2 Hybrid, variante alimentata da un powertrain full-hybrid della piccola giapponese, sviluppata sulla base della Toyota Yaris. L’arrivo sul mercato è previsto per la primavera del 2022 in abbinamento ad un unico propulsore ibrido con una potenza massima di 116 CV. Questa, però, non andrà a sostituire l’attuale Mazda2 a listino, ma si affiancherà a questa. L’attuale versione, infatti, continuerà ad essere venduta parallelamente, con i motori a benzina Skyactiv-G e ibridi “mild” e-Skyactiv-G.

Gemella della Yaris

Si tratta di fatto di un’operazione di rebadging. L’estetica della nuova Mazda2 Hybrid, infatti, è in tutto e per tutto simile a quella della sorella Yaris. Gli unici elementi a cambiare sono infatti i loghi posizionati sulla carrozzeria e all’interno dell’abitacolo quello sul volante. Qualche piccola modifica in più potrebbe essere presente proprio negli interni, ma per maggiori dettagli occorrerà attendere l’arrivo della macchina nelle concessionarie. Ad ogni modo, ad oggi si sa che gli allestimenti disponibili saranno tre: Pure, Agile e Select.

Full-hybrid

Ad alimentare la nuova Mazda2 Hybrid provvede un propulsore a benzina a tre cilindri con una cilindrata di 1.5 litri capace di sviluppare una potenza di 93 CV, abbinato ad un motore elettrico da 59 kW, per una potenza di sistema che raggiunge i 116 CV. L’unità viene proposta di serie con il cambio E-CVT, una trasmissione disponibile per il modello. Allineate alle caratteristiche del modello le prestazioni: per scattare da 0 a 100 km/h sono necessari 9,7 secondi, mentre la velocità massima si attesta sui 175 km/h. I consumi, invece, oscillano fra i 4 e i 3,8 l/100 km.