La Virtual Reality di Peugeot

Peugeot Virtual Reality

La Virtual Reality di Peugeot. Partirà venerdì 11 marzo da Napoli (e farà tappa a Roma, Firenze, Brescia, Torino e Milano, per poi concludersi il 24 aprile a Treviso) il tour che Peugeot ha organizzato allo scopo di illustrare il meglio della sua tecnologia agli automobilisti italiani. Nel segno dell’emozione, del coinvolgimento e, soprattutto, della realtà virtuale. Non a caso, l’iniziativa si chiama Best Technology Experience e, nelle intenzioni della Casa del Leone, rivoluzionerà il concetto di test drive come lo abbiamo finora conosciuto. Avendola provata in anteprima a Milano, non possiamo che concordare: Peugeot è in grado di offrire un’esperienza di guida nuova sotto ogni punto di vista.

Peugeot Virtual reality
Paolo Andreucci, a sinistra, e Stefano Accorsi

Peugeot 308 GT, 2008 e 208 GTi
I modelli del costruttore francese coinvolti in questa nuova avventura sono la 308 GT, la 2008 e la 208 GTi. Una volta saliti a bordi di queste vetture e grazie alla tecnologia Oculus e a tre video di Virtual Reality, gli appassionati, i curiosi e gli utenti si caleranno, anzi si immergeranno nel mondo Peugeot, scoprendo in un modo decisamente innovativo la Best Technology Experience del costruttore transalpino, nel segno della suspense, dei colpi di scena e dell’adrenalina pura. Al loro fianco, virtualmente, ci saranno due driver d’eccezione quali Paolo Andreucci, il pilota più vincente nella storia dei rally italiani, e l’attore Stefano Accorsi, ambasciatore del marchio Peugeot nel mondo. Il messaggio della Casa del Leone è chiaro: la tecnologia non deve essere solo utile e funzionale, ma anche divertente, coinvolgente, intuitiva e possibilmente accessibile al maggior numero di persone. Vediamo, nel dettaglio, alcune delle soluzioni più innovative ma già accessibili della tecnologia “made in Peugeot”.

Peugeot Virtual reality

Dall’i-Cockpit al Grip Control
Volante di dimensioni ridotte, quadro strumenti rialzato, touchscreen multifunzione (fino a 9,7″), posto di guida ergonomico: con il lancio della 208, l’abitacolo dei modelli Peugeot è stato rivoluzionato ed è diventato più elegante e più accogliente. Ma, soprattutto, il nuovo cockpit è stato concepito per offrire a chi si mette al volante sensazioni nuove, per un’esperienza di guida istintiva ed emozionante. Il Grip Control è un sistema che adatta la motricità in base alle condizioni di aderenza e a quelle climatiche (neve, fango, sabbia, inverno, estate). Abbinato agli pneumatici all season M+S (Mud & Snow), facilita la tenuta di strada di un veicolo che, pur con solo due ruote motrici, si adatta a qualsiasi tipo di terreno. Con una manopola ad hoc si possono selezionare cinque modalità di assetto (ESP standard, ESP disattvato, Neve, Fango e Sabbia), in modo da rendere la guida sicura e confortevole.

Peugeot Virtual reality

Dall’Active City Brake al Park Assist
Molto utile in caso di distrazione, il sistema attivo di frenata anticollisione urbano permette di ridurre il rischio di incidenti e i loro effetti in caso di mancata frenata, in città, quando si viaggia a meno di 30 km/h: un rilevatore laser posto sul parabrezza “riconosce” gli ostacoli (per esempio, un veicolo fermo nello stesso senso di marcia) e, se serve, innesca automaticamente la frenata d’emergenza per evitare la collisione, per ridurre la velocità d’impatto o, addirittura, per fermare l’auto. Grazie al Park Assist e alla retrocamera le operazioni di parcheggio non sono più un problema: la retrocamera si attiva automaticamente quando si innesta la retromarcia e visualizza sul touchscreen la manovra in corso. Con il Park Assist il conducente si limita a controllare l’acceleratore, il freno e il cambio, perché questa tecnologia misura lo spazio disponibile per il parcheggio e fornisce un aiuto attivo alla manovra, gestendo automaticamente lo sterzo e fornendo informazioni visive e sonore a chi si trova alla guida: l’auto parcheggia da sola. La retrocamera e il Park Assist possono essere integrati.

Peugeot Virtual reality

L’Adaptive Cruise Control e lo Stop&Start
In ambito extraurbano, questo dispositivo permette di impostare la velocità di crociera desiderata, assicurando così una guida senza stress. Se si raggiunge un’auto che viaggia a una velocità inferiore, l’Adaptive Cruise Control rallenta automaticamente, senza che il conducente debba intervenire. Se poi il veicolo che prevede accelera, il sistema riporta la vettura alla velocità impostata. In questo modo si mantiene sempre la distanza di sicurezza. Quanto al sistema Stop&Start, la nuova generazione di questa tecnologia è più rapida, efficace e silenziosa della precedente e permette di ridurre le emissioni di CO2: il motore si mette in stand-by e si riavvia in modo istantaneo, senza vibrazioni.

Motori e trasmissioni
Infine, diamo un’occhiata alla gamma dei propulsori Peugeot. La famiglia PureTech (tre cilindri) si caratterizza per un’elevata efficienza, una notevole elasticità ai bassi regimi e, a parità di potenza e piacere di guida, riduce i consumi e le emissioni di CO2. Dal canto loro, i motori diesel BlueHDi Euro 6 di ultima generazione sono dotati di FAP (il filtro attivo antiparticolato) con additivo AdBlue e del SCR (il Selective Catalytic Reduction): la presenza di questi due dispositivi permette di abbattere fino al 90% le emissioni di NOx (ossidi di azoto) ed eliminare le polveri sottili. Le motorizzazioni possono essere abbinate al nuovo cambio automatico EAT6 (Efficient Automatic Transmission 6), dotato della tecnologia Quickshift, che garantisce sia passaggi più fluidi e rapidi sia cambi di marcia multipli. Grazie alla riduzione degli attriti interni e all’utilizzo di convertitori antislittamento, la sua rapidità e la sua efficacia equivalgono a quelle di un cambio meccanico.