FIAT 124 Spider: en plen air.

A quasi 50 anni dal suo debutto iniziale, la FIAT 124 Spider torna far parlare di sé: correva il 1966, infatti, quando venne presentata al salone di Torino l’icona italiana dello stile automobilismo che ha fatto sognare una generazioneFIAT 124 Sport Spider intera di giovani e di appassionati, grazie ad una meccanica raffinata, all’esclusivo design donato dal detto nero e dalle prestazioni di tutto riguardo. La FIAT 124 Sport Spider del 1966 era realizzata sul telaio della FIAT 124 berlina, sebbene accorciato fino a 392 centimetri di lunghezza e ad un passo di 2.28 metri, ed alimentata da un motore con architettura a quattro cilindri in linea, distribuzione bialbero da 1.5 litri di cilindrata e carburatore a doppio corpo: come ognuno di questi oramai gloriosi motori, anche la FIAT 124 Sport Spider era dotata dell’allora avanguardista comando della distribuzione con cinghia dentata in gomma. L’iconico stile ancora oggi ricordato per l’inconfondibile musetto con gli “occhioni” ai lati e l’ampia griglia del radiatore è da attribuire a Pininfarina; il quale non si è FIAT 124 Sport Spider Abarthoccupato solo del disegno della vettura, bensì anche della produzione della stessa, su stile originalmente creato da Stevens Thompson Tjaarda van Starkenberg (Detroit, classe 1934; responsabile di auto come Ferrari 365 California, De Tomaso Pantera, Lancia Thema e Aston Martin Lagonda). Alla fine della sua gloriosa carriera, la FIAT 124 Sport Spider fu eliminata dal listino della casa torinese per continuare ad essere prodotta, fino al 1985, con il marchio del suo effettivo produttore: gli ultimi esemplari, infatti, portano il nome di “Pininfarina Spidereuropa”. Degne di nota di questo periodo sono le Pininfarina Spidereuropa Volumex, che si distinguevano dalle versioni tradizionali per un motore due litri sovralimentato mediante compressore volumetrico e le gobbe sul cofano motore maggiorate.


UNA SPINTA UTILE

FIAT 124 Spider

Per la riedizione della FIAT 124 Spider, nelle regioni Europee la vettura sarà dotata del motore turbo a quattro cilindri da 1.4 litri e tecnologia MultiAir, capace di erogare una potenza massima di 140 cavalli, una coppia di picco di 240 Newtonmetri ed una disposizione longitudinale che le permette, per mezzo di un cambio manuale a 6 rapporti,FIAT 124 Spider di scaricare l’erogazione sulle ruote posteriori, rispettando lo schema della sua antenata che prevedeva la trazione dietro. Per quanto concerne, invece, le caratteristiche generali, il motore ha mantenuto le caratteristiche peculiari a cui siamo abituati: testata in alluminio, alesaggio di 72 millimetri e corsa di 84, con un rapporto di compressione di 9.8:1. Da un punto di vista cinetico, invece, il motore risulta caratterizzato da un manovellismo compatto e di ridotto
peso, grazie alla cubatura ridotta, il quale consente di mantenere le vibrazioni e la pressione sonora entro limiti per garantire il comfort ai passeggeri del messo; tuttavia, in virtù delle elevate prestazioni, il motore ha richiesto l’impiego di tecnicismi specifici per gestire le sollecitazioni termomeccaniche, come gli spinotti flottanti dei pistoni e gli spruzzatori d’olio aggiuntivi inseriti nel basamento per il raffreddamento degli stantuffi.

FIAT 124 SpiderA concludere, troviamo sull’aspirazione il sistema MultiAir, capace di massimizzare le prestazioni sull’intero campo di utilizzo dei giri e di contenere i consumi anche in caso di carichi ridotti per mezzo di una gestione attiva delle valvole della testata per mezzo di attuatori idraulici azionati per mezzo del medesimo lubrificante motore che consentono di adattare il profilo delle stesse ed il numero degli azionamenti per ogni ciclo in maniera puntuale e precisa; a portare l’aria, poi, all’interno del piccolo prodigio, troviamo un intercooler posto a valle del compressore, il quale porta un incremento della densità della carica grazie all’abbassamento dell’aria comburente e, cosa molto importante in virtù dell’accoppiamento con il sistema MultiAir, la possibilità di un maggior margine verso gli anticipi di detonazione.


INDIETRO TUTTA

FIAT 124 Sport Spider

Probabilmente, la più notizia che ha stupito maggiormente è stata quella del ritorno alla trazione posteriore: una distribuzione dei pesi bilanciata tra gli assi anteriore e posteriore, un posizionamento del motore in situazione arretrata che contribuisce a ridurre il momento di imbardata e l’utilizzo di componenti di alluminio sia nelleFIAT 124 Spider estremità anteriori che posteriori fanno sì, in congiunzione con lo schema di trasmissione, che l’oggetto si prefigga come estremamente divertente. Per sopportare le sollecitazioni dovute ad un utilizzo più dinamico, inoltre, il differenziale posteriore è stato dotato di ingranaggi ottimizzati per trasmettere l’elevata coppia erogata dal piccolo 1.4 turbo della FIAT 124 Spider; nonostante ciò, tuttavia, lo stesso differenziale mantiene una dimensione contenuta, garantendo la costanza nella lubrificazione mediante un’attenta sagomatura interna che crea un flusso continuo di olio da tutti i canalicoli dell’unità stessa.

In cooperazione con lo stesso la FIAT 124 Spider vedrà un cambio manuale a sei marce presentante una scatola in alluminio pressofuso, per contribuire all’alleggerimento del corpo vettura in maniera complessiva: dotato di un pedale di comando della frizione con taratura sportiva, il cambio è caratterizzato da innesti diretti, per privilegiare il piacere di guida, e da una spaziatura dei rapporti che favorisce la fase di spunto.


E POI?

FIAT 124 Spider

Un lavoro così sapiente sotto il punto di vista del motore non può che allinearsi con una cura nel telaio tale da poter sfruttare il potenziale del drivetrain di cui la FIAT 124 Spider è dotata: all’avantreno, infatti, la piccola scoperta torinese utilizza un raffinato sistema di sospensioni a quadrilatero, accoppiandole al sistema multilink presente al retrotreno per mantenere il controllo del veicolo in curva. Gli ammortizzatori, inoltre, sono imbullonati direttamente ai supporti del mozzo, fornendo un rapporto diretto tra l’ammortizzatore stesso e la corsa della sospensione: questaFIAT 124 Spider posizione di montaggio è stata studiata e progettata per minimizzare il rollio e sfruttare la forza laterale per aumentare la convergenza in curva anche quanto il veicolo è in curve a velocità elevate, garantendo la massima aderenza tra lo pneumatico e la strada e non compromettendo la stabilità dell’auto stessa.

Il comando di sterzo, invece, ha beneficiato di un servocomando elettrico del tipo a doppio pignone per associare la reattività alla leggerezza di funzionamento: l’asservimento, inoltre, è applicato direttamente alla cremagliera, assicurando un feedback estremamente preciso anche in situazioni di accelerazione laterale particolarmente elevate. Particolare importante al livello del volante è ul piantone dello sterzo ad assorbimento di energia: grazie a questa innovazione, infatti, la FIAT 124 Spider, in caso di impatto frontale, evita che lo stesso invada lo spazio vitale del guidatore per mezzo di due condotti assiali realizzati mediante la tecnica dell’hydroforming (pressati, cioè, con la forza dell’acqua in pressione) in grado di assorbile l’energia durante una collisione.


SICUREZZA IN PRIMIS

FIAT 124 Spider

La FIAT 124 Spider offre una carrozzeria alto resistenziale specificatamente progettata per fornire un’alta rigidità strutturale ed un peso contenuto mediante l’utilizzo di barre dritte ed un’intelaiatura continua adattata specificamente per una spider: in particolare, in caso di urto frontale, la struttura a carichi multipli della FIAT 124 Spider distribuisce la forza in due direzioni. Questo è stato possibile grazie al disegno di due percorsi, uno superiore ed uno inferiore, che per mezzo della loro forma dissipano l’energia dell’impatto riducendo al minimo le ingiurie provocate agli occupanti del veicolo: in particolare, il percorso superiore è dotato di una struttura a forma di X per gli FIAT 124 Spiderorgani anteriori del telaio, mentre il percorso inferiore comprende un telaietto esteso di assorbimento degli urti al livello della crociera della sospensione anteriore. Il percorso anteriore e quello inferiore non sono, tuttavia, da considerarsi indipendenti: infatti, essi formano una architettura unica che disperde ed assorbe la forza nei longheroni.

Accorgimenti simili sono stati adoperati nella zona posteriore della vettura, per evitare problematiche di natura maggiore in caso di tamponamento: innanzitutto, è presente una struttura con una sezione cosiddetta a doppio cappello sulle intelaiature laterali affinché le stesse resistano alle deformazioni impresse inFIAT 124 Spider seguito ad un urto al livello della coda. In ultima analisi, le sospensioni posteriori ed il telaio stesso sono stati progettati per formare un percorso che aiuti a proteggere l’abitacolo ed il serbatoio del carburante, riducendo l’eventuale rischio dovuto alla perdita di combustibile con conseguente pericolo di incendio e/o scoppio.

Tra le dotazioni di sicurezza attiva, degna di grande menzione è la presenza del cofano attivo: in caso di impatto con un pedone, infatti, lo stesso si solleva automaticamente per aumentare la distanza della testa dell’uomo dalle parti più rigide del contenuto del vano motore. A questo, inoltre, fa seguito il sistema elettronico di distribuzione della forza frenante (EBD), il controllo elettronico del rollio (ERM, estensione del sistema ESC che usa i sensori per calcolare se il veicolo è in una situazione di potenziale ribaltamento ed agisce sul comando dell’acceleratore e sui freni).


MUSICA MAESTRO

FIAT 124 Spider

A conciliare la colonna sonora prevista dal quattro cilindri posto al di sotto del generoso cofano anteriore, la FIAT 124 Spider offre un sistema di infotainment di immediato e facile utilizzo: infatti, il sistema al top di gamma è FIAT 124 Spidercostituito da uno schermo con tecnologia touch-screen dalla diagonale di 7 pollici con impianto audio Bose, connettività Bluetooth per dispositivi mobili, telecamera di retromarcia e navigatore satellitare 3D. Nella fattispecie, il sistema audio messo a punto dall’azienda del Massachusetts prevede nove altoparlanti, tra cui un doppio altoparlante incastonato nei poggiatesta di entrambi i sedili ed un subwoofer; al fine, inoltre, di rendere il viaggio ancora più comodo e fornire l’accesso a contenuti remoti, è presente a bordo il sistema “Aha” sviluppato dalla statunitense Harman, la quale permette l’accesso ad oltre 30.000 stazioni di contenuti audio, radio online, news, intrattenimento e permette di interfacciare la vettura con i propri profili dei noti social network Facebook e Twitter.


DISPONIBILITÀ

FIAT 124 Spider

Per festeggiare il ritorno del modello ed il compleanno dello stesso, la FIAT 124 Spider sarà disponibile in centoventiquattro esemplari contrassegnati dalla livrea color Rosso Passione e dai sedili in pelle di colore nero, oltre che dal badge celebrativo numerato e dalla scritta “Anniversary” a contornare la vettura stessa.FIAT 124 Spider

Inoltre, in onore del mercato che più ha apprezzato questo storico modello della produzione torinese, la nuova FIAT 124 Spider è stata presentata al salone internazionale di Los Angeles, dove il pubblico l’ha acclamata e dove si èmostrata in tutta la sua bellezza; unica domanda che ci sentiamo di porci è relativa alla motorizzazione, dal momento che nel mercato oltreoceanico la stessa si è presentata con una variante del 1.4 dotata di 160 cavalli e con la possibilità di essere accoppiata anche ad un cambio automatico, mentre nei nostri concessionari sarà disponibile a partire dall’Estate 2016 e, per adesso, solo con una potenza massima di 140 cv.