Cupra Born: il brand spagnolo si lancia punta sull’elettrico

La Cupra Born è il primo modello elettrico del costruttore spagnolo. Punta su un design spiccatamente sportivo e su tre tagli di batteria

Cupra entra ufficialmente nel segmento delle auto elettriche con la Born, il primo modello a zero emissioni del brand spagnolo. Figlia del lavoro del Gruppo Volkswagen sul fronte dell’elettrificazione, la Born è sviluppata sulla moderna piattaforma MEB, appositamente sviluppata per fare ai nuovi modelli 100% elettrici del Gruppo. Rispetto alle Volkswagen ID.3 e ID.4 oltre alla Skoda Enyaq con le quali è imparentata, la Born sfoggia un look più aggressivo e un powertrain più votato alle prestazioni.

Oltre 200 CV

La nuova Cupra Born viene proposta in abbinamento a tre diversi tagli di batteria. Si parte da quella da 45 kWh che assicura un’autonomia di 340 km, per poi passare a quella da 54 kWhda 420 km di autonomia. Al vertice della gamma, invece, si posiziona quella con accumulatore da 77 kWh che promette percorrenze di 540 km, che secondo Cupra possono salire fino a 780 km se ci si muove in ambito urbano. La trazione è solo posteriore, con potenza di 150 o 204 CV per una coppia di 310 Nm. In opzione si può scegliere la funzione e-boost che porta la potenza a 231 CV per uno scatto da 0 a 100 km/h in 6,6 secondi.

Estetica sportiva

Rispetto elle sorelle marchiate Volkswagen e Skoda, la Cupra Born punta su un assetto studiato ad hoc. I cerchi invece, hanno un diametro di 18 o 19 pollici, ma in opzione ci sono anche quelli da 20 pollici. Inedito è anche il design della Born, che seguendo il linguaggio stilistico del costruttore spagnolo punta su linee dal sapore spiccatamente sportivo tanto negli esterni quanto negli interni dove, inoltre, spiccano diversi inserti in materiali riciclati.