Bugatti EB110: la storia in un libro

bugatti EB110

Nella suggestiva cornice del Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, lo scorso 15 novembre, la casa editrice Minerva ha presentato un nuovo libro: “Bugatti, la vera storia delle EB 110”.

Il volume, racconta la controversa e affascinante storia della celebre supercar degli ani ’90, all’epoca la più potente sportiva stradale al mondo.

Sul palco, per testimoniare le loro esperienze e sensazioni, erano presenti

  • Roberto Mugavero, di Minerva,
  • Chiara Stanzani figlia dell’ingegner Paolo Stanzani  direttore generale di Bugatti,
  • Dario Trucco autore del libro e direttore di produzione della Bugatti EB110,
  • Edoardo Magnone presidente Registro Fiat Italiano,
  • Marcello Gandini designer della Bugatti EB 110.

bugatti EB110

Dalla 4a di copertina si capisce subito che il libro è un compendio di informazioni e documenti esclusivi con cui l’autore, Dario Trucco, voleva fare chiarezza sulle ombre che inevitabilmente si formano quando le grandi imprese, per svariati motivi, prendono una piega che risulta irrecuperabile.

Avendo vissuto in prima persona tutta la gestazione e la progettazione di questa iconica automobile, Dario Trucco  racconta la tormentata vicenda della rinascita del marchio Bugatti e del suo primo prodotto negli anno ’90.

E’ indubbio che la EB 110, comunque la si pensi, ha lasciato un’impronta indelebile nel panorama automobilistico internazionale.

Questa la sintesi del contenuto come riportata nella quarta di copertina del volume ‘La vera storia della Bugatti EB110’:

Quando nel maggio 1987 si venne a sapere che il marchio Bugatti era stato acquisito per farlo rinascere, il mondo dell’automobile iniziò a fibrillare.

I protagonisti di questa iniziativa erano due: l’ingegner Paolo Stanzani (padre delle più prestigiose automobili Lamborghini) che aveva già iniziato a progettare una nuova vettura ancora prima dell’acquisizione effettiva del marchio, e un imprenditore molto appassionato di autoveicoli, impegnato con successo nella loro importazione dal Giappone e nella distribuzione di vetture Ferrari.

Paolo Stanzani, amministratore unico della Bugatti Automobili, attivò, tra gli altri, Marcello Gandini, designer di fama internazionale e subito dopo Dario Trucco, autore di questo libro, incaricandolo di fare quanto necessario per progettare e costruire la carrozzeria dell’auto che Gandini stesso stava disegnando.

Con investimenti modesti l’ing. Stanzani riuscì a realizzare il motopropulsore, tutta la meccanica, il telaio e la prima carrozzeria.

E poi cosa successe?

Il seguito l’hanno raccontato in tanti, a partire dall’imprenditore con un suo libro.

Anche altri ne parlarono, e le opinioni espresse da ciascuno non potevano essere le più diverse.

Come si poteva superare questa ‘impasse’, figlia di una trama dalle mille verità?

Semplice: interpellare tutte le persone che, con qualunque ruolo, avevano partecipato al progetto, raccogliere le loro testimonianze riportandole integralmente, fino a confezionare questo libro, che non poteva intitolarsi diversamente: Bugatti, la vera storia della EB110.