Bruno Vianello, presidente di TEXA, è un Cavaliere del Lavoro

Bruno Vianello

Questa mattina, alle ore 11, nel corso di una cerimonia che si è tenuta al Palazzo del Quirinale, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha consegnato a Bruno Vianello, presidente di TEXA, la prestigiosa insegna che gli conferisce in modo ufficiale il titolo di Cavaliere del Lavoro.

L’onorificenza viene assegnata ogni anno agli imprenditori italiani che hanno saputo distinguersi nei settori dell’industria, dell’agricoltura, del commercio, dell’artigianato e dell’attività creditizia e assicurativa.

I requisiti necessari per esserne insigniti sono l’avere operato nel settore di competenza in via continuativa e per almeno vent’anni con autonoma responsabilità, e l’aver contribuito in modo rilevante, attraverso lo sviluppo d’impresa, alla crescita economica e sociale e all’innovazione. Requisiti che Bruno Vianello ha ampiamente rispettato avendo portato la sua azienda, la TEXA, a diventare leader mondiale nel suo settore.

Particolare attenzione è posta alla specchiata condotta morale e civile, nel rispetto dei principi etici e della sostenibilità sociale, ambientale e di buona governance.

Bruno Vianello

Profilo della TEXA di Bruno Vianello

Fondata nel 1992, TEXA oggi è leader nella progettazione, industrializzazione e costruzione di

  • rumenti diagnostici,
  • dispositivi per la telediagnosi,
  • stazioni per la manutenzione degli impianti A/C,
  • analizzatori gas di scarico, dedicati ad autovetture, motociclette, camion, mezzi agricoli e motori marini,
  • produzione di sofisticati sistemi Powertrain per veicoli a propulsione elettrica.

Presente in tutto il mondo con una capillare rete di distribuzione, TEXA commercializza direttamente in Brasile, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Polonia, Russia, Spagna, Stati Uniti tramite filiali.

Attualmente sono quasi 1.000 i dipendenti: una forza lavoro giovane, tra cui oltre 300 tra ingegneri e specialisti impegnati nella Ricerca e Sviluppo.