Anteprima su Francoforte

fms09banner2L’IAA, giunto alla 63a edizione, è stato inaugurato quando stavamo per andare in stampa. In questa sede, quindi, ci limiteremo a proporvi una breve panoramica su quelle che, a nostro avviso, sono state alcune delle “prémiere” più significative.Nelle ”News” pubblicate nelle pagine successive abbiamo parlato della Maserati GranCabrio, della Fiat Punto Evo e del SUV ix35 di Hyundai, che quindi per ora tralasciamo. Cominciamo con i costruttori che “giocano in casa”. Audi, in occasione del centenario della nascita, oltre alle rilevanti novità di prodotto, ha presentato il restyling del suo storico logo.

Ora i Quattro Anelli hanno un aspetto più “robusto”, brillante e contrastato, mentre la scritta Audi, allineata a sinistra e non più al centro, appare invece più essenziale e di un rosso meno intenso. Il logo si accompagna al “claim” della Casa: “All’avanguardia della tecnica”.Mini, dopo aver festeggiato i suoi primi 50 anni, propone la Coupé Concept, una potente due posti che intende proporre il meglio del “go-kart-feeling”.

Grazie al motore della Mini John Cooper Works da 211 CV (155 kW) con una coppia di 260 Nm (280 Nm con overboost), e costruita secondo il concetto di “lightweight design”, promette prestazioni all’insegna della sportività, unite a un deciso contenimento dei consumi e delle emissioni. Il frontale è simile a quello delle “sorelle” della gamma, mentre il profilo e la parte posteriore, fortemente caratterizzati, sono il risultato di studi aerodinamici che promettono performance senza pari nel proprio segmento. Opel ha presentato la nuova Astra.

Oltre al riuscito restyling, la vettura vanta una gamma di otto motori estremamente efficienti, con potenze che vanno da 95 CV (70 kW) a 180 CV (132 kW). Da segnalare, inoltre, l’aggiunta nella gamma, a partire dalla primavera 2010, della prima generazione di Astra ecoFLEX con emissioni di CO2 di 109 g/km e un consumo medio di soli 4,2 l/100 km. Anteprima mondiale per la nuova versione della Porsche 911 GT3 Cup, variante racing della 911 GT3 RS. La sportiva è equipaggiata con un sei cilindri contrapposti da 3.8 litri e ha una potenza di 456 CV (331 kW). Il cambio è manuale a sei velocità con opzione sequenziale. I passaruota posteriori sono stati allargati di 44 mm, in modo da poter alloggiare pneumatici ancora più larghi. L’alettone posteriore, posto più in alto e incrementato nelle dimensioni (da 1,46 m a 1,70 m), contribuisce ad aumentare il carico aerodinamico al retrotreno. Al Salone di Francoforte, chi invece si distingue nei consumi, facendo registrare i valori più bassi nelle rispettive categorie è casa Volkswagen, con le nuove generazioni di Polo, Golf e Passat BlueMotion. Grazie a questa tecnologia, per esempio, la Polo TDI 1.2 da 75 CV (55 kW) può vantare un consumo di soli 3,3 litri di combustibile per 100 km ed emissioni di CO2 pari a 87 g/km. Si parla quindi di una riduzione dei consumi pari a 0,9 litri per 100 km e del 20% per quanto riguarda le emissioni. Lasciamo le Case tedesche e passiamo alla Francia. Citroën ha presentato la DS3,

citycar dalla linea molto accattivante, potenziale concorrente di Mini e Fiat 500. I tre motori a benzina (1.4 e 1.6 VTi da 95 e 120 CV – 1.6 THP da 200 CV) e l’unità diesel 1.6 HDi declinata in due livelli di potenza (90 CV e 109 CV) sono abbinati a un cambio manuale a sei marce. Concludiamo questa breve panoramica con un salto in Inghilterra: la Jaguar XJ. Stile da coupé sportiva per l’elegante berlina quattro porte, che esprime al meglio l’impronta stilistica di Ian Callum.

Il frontale, con un’ampia griglia a nido d’ape, comunica subito un’idea di potenza. Al posteriore, spiccano i fari a LED disposti verticalmente. Il tetto panoramico in vetro è di serie su tutti i modelli. Per gli interni, finiture di qualità elevatissima, con abbondanza di pelle pregiata. La scocca della XJ è realizzata in lega di alluminio e questo implica minor peso e, quindi, consumi ed emissioni più bassi. La XJ sarà equipaggiata con i propulsori GEN III, ben noti per la loro efficienza. Per le unità a benzina, abbiamo un 5.0 V8 aspirato e un 5.0 V8 sovralimentato con compressore volumetrico, cui si affianca una versione da 470 HP; per i diesel, è disponibile il 3.0 V6.

Giulia Colombo Taccani