Fiat Amarcord

Amarcord Fiat. A Torino, dal 13 al 15 febbraio, i marchi Lancia e Fiat hanno partecipato alla 33esima edizione di “Automotoretrò” esponendo alcuni preziosi esemplari che hanno attirato l’attenzione del pubblico. Amarcord Fiat è iniziato dallo stand lancia, dove i visitatori hanno potuto ammirare l’Alpha, prima vettura prodotta dalla Casa (1908); per l’occasione è stata esposta la rarissima versione Sport di proprietà della collezione storica aziendale. Per festeggiare i 60 anni dalla sua presentazione al Salone di Bruxelles, è stata in mostra anche l’esemplare della Collezione Lancia dell’Aurelia B24 Spider (1955). Sullo stand anche un’Appia Coupé Pininfarina (1957), proveniente da una collezione privata. Amarcord Fiat ha significato vedere la versione carrozzata torpedo della Zero (1913), prima vettura della Casa di cilindrata contenuta prodotta in grande serie, che ha affiancato un’altra sessantenne d’eccezione, la 600, presentata a Ginevra nel marzo 1955 e presente all’evento torinese con un esemplare appartenente alla collezione storica Fiat. Presenti anche il nuovo crossover Fiat 500X nell’esclusiva verniciatura Rosso Amore tristrato, affiancata dalla sua più illustre antenata, la Nuova 500, rappresentata da un esemplare rosso della serie F (1966), proveniente da una collezione privata. All’esterno della fiera sono state allestite due aree dedicate dove il pubblico ha ammirato le ultime novità dei marchi Jeep e Abarth, oltre ad aver assistito a dimostrazioni su percorsi off-road. Nel dettaglio, sono stati esposti due esemplari di Jeep Renegade e Jeep Wrangler dotati di accessori Mopar, oltre ad alcuni prodotti firmati Jeep Owners Group (JOG), l’unico gruppo ufficiale gestito centralmente dal marchio e già attivo in 9 paesi europei. Il marchio Abarth invece era presente nella zona Racing con l’esposizione della nuova 695 Biposto, la “più piccola delle supercar” che porta le emozioni della pista su una vettura per tutti i giorni come dimostra un’accelerazione 0-100km/h in soli 5,9”. Merito del motore 1.4 T-jet da 190 CV, il più potente mai installato su una Abarth stradale, di un peso totale di appena  997 kg e di un rapporto peso potenza di soli 5,2 kg/CV , il migliore della sua categoria. Inoltre, è la prima vettura stradale al mondo, attuale e di categoria, equipaggiata con cambio a innesti frontali.