Nuove Fiat Tipo 5 porte e Station Wagon: more is less

Fiat Tipo 5 porte e Station Wagon

Nuove Fiat Tipo 5 porte e Station Wagon: more is less – Il Gruppo FCA chiude il cerchio e sferra l’attacco definitivo al segmento delle medie-compatte, inserendo a listino, dopo la Fiat Tipo 4 porte, anche la 5 porte, o hatchback che dir si voglia, e la Station Wagon.

Sviluppata attorno al concetto “Skills no frills”, cioè tanta sostanza senza fronzoli, offre molti contenuti interessanti ad un prezzo, specie al lancio, da capogiro al punto da essere premiata come “Best buy car” da una schiera di giornalisti internazionali.

Esterni

Fiat Tipo 5 porte e Station Wagon

Lunga 4,37 metri, larga 1,79 metri, alta 1,49 metri e con un passo di 2,64 metri, queste sono le misure sfoggiate dalla nuova Fiat Tipo hatchback. La variante Station Wagon differisce, invece, soltanto nella lunghezza (4,57 metri) e nell’altezza (1,51 metri) mentre a livello estetico sono praticamente quasi identiche. Entrambe le due nuove varianti di carrozzeria propongono linee filanti, proporzioni equilibrate, passo lungo con sbalzi corti. All’anteriore spiccano la nuova calandra cromata, i nuovi fari con tripli proiettori e luci diurne a Led e gli inserti cromati che contornano sia le prese d’aria che i fari fendinebbia. Nella vista laterale non passano inosservati i passaruota muscolosi, i cerchi in lega da 17 pollici, la linea di cintura alta e continua fino al posteriore ed l’inedito tetto più alto ai lati e meno al centro. Al posteriore ritroviamo un design già visto su altre vetture ma comunque caratterizzato dai tipici fanali posteriori a forma di “bastone da hockey”. Infine, se la 5 porte ha una silhouette posteriore compatta e sportiva, la Station Wagon ha un posteriore solido e spazioso. Insomma uno stile dinamico dal forte carattere che adotta soluzioni ideali per la mobilità quotidiana. Ogni scelta ha contribuito a rendere la vettura più spaziosa, capiente e accogliente, più filante nel traffico e più aerodinamica (Cx = 0,29). Le nuove Fiat Tipo posso a primo sguardo piacere oppure no ma questo è un giudizio soggettivo, una pura questione di gusto. Non attireranno di certo l’attenzione come altre vetture di Marchi più blasonati e ricercati ma non dimentichiamoci che la variante a 4 porte, in vendita da fine 2015, ha già venduto ben 12.000 unità nella sola Italia. Ciò che, invece, è oggettivo è che la qualità dei materiali, gli assemblaggi e le scelte costruttive non sono male specie se rapportate al prezzo a cui vengono offerte.

Interni

Fiat Tipo 5 porte e Station Wagon

L’abitacolo delle nuove Fiat Tipo 5 porte e Station Wagon eccelle in fatto di spazio a bordo per gli occupanti e di capacità di carico per i bagagli. In entrambi i casi, infatti, risulta ai vertici della categoria offrendo un’abitabilità davvero buona a cinque persone vere, un abitacolo confortevole, una buona accessibilità a bordo e una capacità di carico di 440 litri per la Hatchback e di 550 litri per la Station Wagon, capacità che in entrambi i casi può aumentare abbattendo la fila di sedili posteriori (60:40) consentendo di caricare oggetti lunghi fino ad 1,80 metri nel caso della Station Wagon. Saliti a bordo vi troverete di fronte una plancia semplice ma ricca in quanto a dotazioni. La linea è sobria orizzontale e filante, si trova qualche cromatura di abbellimento, ma il look generale e la scelta delle plastiche fa trasparire un po’ del low profile in puro stile economico. Insomma, se da un lato la ricca dotazione tecnologica di serie vi renderà felici di aver scelto la nuova Tipo, dall’altro la non tanto alta qualità delle plastiche, gli assemblaggi non così tanto precisi e qualche scelta progettuale un po’ troppo economica vi faranno leggermente storcere il naso. Ma non dimentichiamoci di essere comunque alla guida di una vettura di segmento medio capace di offrire tanto ad un prezzo davvero concorrenziale.

Motorizzazioni

Fiat Tipo 5 porte e Station Wagon

Se tre sono i diversi tipi di carrozzeria disponibili per la nuova Fiat Tipo, tre sono pure le motorizzazioni presenti in gamma e sempre tre le alimentazioni tra cui potrete scegliere. Si parte con il 1.4 litri Fire nella variante classica a benzina da 95 CV e 127 Nm, si passa al 1.4 litri T-Jet nella variante bifuel benzina/GPL da 120 CV e 215 Nm, si prosegue con il 1.3 litri Multijet II diesel da 95 CV e 200 Nm e si termina con il 1.6 litri Multijet II diesel da 120 CV e 320 Nm. Su entrambe le varianti a benzina sarà disponibile un cambio automatico a 6 rapporti, il piccolo 1.3 litri diesel opterà per un cambio manuale a 5 rapporti mentre il 1.6 litri Multijet sarà ordinabile sia con il cambio manuale a 6 rapporti o con il nuovo cambio automatico a doppia frizione sempre a 6 velocità. Tutte le motorizzazioni adottano la semplice trazione anteriore e non è prevista, almeno per ora, una variante a quattro ruote motrici. L’unità benzina da 95 CV accelera da 0 a 100 km/h in circa 12,1 secondi e raggiunge una velocità massima di 185 km/h riuscendo a fermare l’indicatore dei consumi intorno ai 5,7 litri per 100 km nel ciclo combinato. L’unità diesel da 120 CV, a fronte di un peso di 1395 / 1495 kg, archivia la pratica dello 0 – 100 km/h in appena 10,1 secondi e raggiunge una velocità massima di 200 km/h facendo registrare un consumo di appena 3,7 litri ogni 100 km nel ciclo combinato.

Allestimenti

Fiat Tipo 5 porte e Station Wagon

Forte di una gamma semplice ma completa, le nuove Fiat Tipo 5 porte e Station Wagon saranno proposte in due allestimenti, denominati Easy e Lounge, e in un allestimento per le flotte chiamato Business. In tutti e tre gli allestimenti la Hatchback e la Station Wagon non risultano mai povere ma ricche di contenuti tipici di vetture ben più costose. L’allestimento entry level “Easy” prevede, infatti, di serie il Bluetooth, i sensori di posteggio posteriori, i fari fendinebbia, il climatizzatore automatico mono zona e ben 6 airbag. Il più ricco allestimento “Lounge” aggiunge i cerchi in lega da 17 pollici, i dettagli cromati sulla carrozzeria e negli interni, la regolazione lombare del sedile, il cruise control, il volante e il pomello del cambio in pelle e il sistema Uconnect 7 HD Live.

Tecnologia e sicurezza

Fiat Tipo 5 porte e Station Wagon

Sulle nuove Fiat Tipo fa la sua comparsa l’inedito sistema di infotainment UconnectHD Live con schermo da 7 pollici a colori touch-screen capacitivo. Il sistema di ultima generazione, perfettamente integrato nella plancia orizzontale, include l’interfaccia Bluetooth con vivavoce, streaming audio, lettore di SMS e riconoscimento vocale, porte Aux e USB con l’integrazione di iPod, comandi al volante e, a richiesta, telecamera di parcheggio posteriore e il nuovo sistema integrato di navigazione TomTom con mappe 3D oltre ad essere completamente compatibile con i sistemi Android Auto e Car Play. Questo concentrato di tecnologia è disponibile di serie sulle versioni Lounge mentre è un optional a pagamento sulle versione Easy. Se la tecnologia è all’avanguardia la sicurezza attiva e passiva non è da meno. Di serie troviamo sei airbag, il controllo pressione pneumatici, il controllo della stabilità ESC, il controllo della trazione TCS, l’ABS, il controllo della partenza in salita ed il Panic Brake Assist (PBA) che interviene in caso di frenate d’emergenza aumentando la forza frenante. Sono inoltre disponibili il Cruise Control, l’Adaptive Cruise Control (capace di mantenere la distanza di sicurezza) ed il Full Brake Control che frena automaticamente la vettura per evitare incidenti. A completare la ricca dotazione tecnologica e di sicurezza concorrono i sensori di posteggio posteriori, la telecamera posteriore che, sfruttando il sistema Uconnect, permette di visualizzare ciò che accade dietro alla vettura mentre effettuiamo delle manovre in retromarcia, i sensori pioggia e crepuscolare e lo specchietto retrovisore elettrocromico.

Prezzi

Fiat Tipo 5 porte e Station Wagon

Al lancio le nuove Fiat Tipo 5 porte e Station Wagon sapranno rendersi ancora più appetibili grazie all’interessante prezzo di lancio proposto dal gruppo FCA. Il 1.4 litri benzina da 95 CV nell’allestimento Easy sarà, infatti, in vendita al prezzo di 12.750 euro mentre il 1.3 litri diesel da 95 CV sempre nell’allestimento Easy potrà essere acquistata a 15.750 euro. Cifre davvero interessanti, specie se si considera la ricca lista di dotazioni di serie, che permettono alle nuove Fiat Tipo di vantarsi della migliore offerta “Value for money” del mercato cioè di “offrire tanto a poco”. Finita l’offerta di lancio i prezzi di listino subiranno un leggero aumento. Il 1.4 litri benzina potrà essere acquistato nell’allestimento Easy a 15.900 euro o nell’allestimento Lounge a 17.300 euro. Se, invece, siete amanti della coppia del diesel, il 1.3 litri diesel avrà un prezzo definitivo di 18.900 euro per la versione Easy o di 20.300 per la versione Lounge. Se, infine, non disdegnate un filo di prestazioni, il 1.6 litri diesel potrà essere vostro a 20.100 euro, nel caso della variante Easy, oppure a 21.500 euro, nel caso della variante Lounge. Le nuove Hatchback e Station Wagon saranno in vendita a partire dal “porte aperte” del 14 e 15 maggio in tutte le concessionarie Fiat d’Italia. Solo in secondo momento, cioè da settembre, sarà possibile acquistarle anche in rete.

Alla guida della Hatchback e della Station Wagon

Fiat Tipo 5 porte e Station Wagon

Abbiamo avuto modo di provarle su un percorso misto di circa 100 km fatto di autostrade, statati e percorso di montagna costellato di curve. Trovare delle differenze tra le due versioni è praticamente impossibile. Ciò che traspare fin da subito è che le nuove Fiat Tipo sanno regalare un buon comfort di viaggio ai propri occupanti. Il merito va ai comodi sedili ben regolabili anche in altezza, alla buona insonorizzazione a bordo sia dai rumori che dalle vibrazioni, alla non male visibilità sia davanti che dietro e alla ben progettata dislocazione dei comandi che li rende tutti visibili e facilmente raggiungibili. La seduta è comoda e spaziosa e, merito del volante regolabile in altezza e profondità, facilmente si trova l’ideale posizione di guida. Il clima automatico mono zona con display digitale assolve bene il suo lavoro non costringendoci a repentini modifiche alle sue impostazioni. Il sistema di infotainment Uconnect, merito dello scherzo opaco anti riflessi, risulta ben leggibile anche in contro luce. Inoltre, anche messo alla frusta, non è mai risultato lento o affetto da lag rispondendo sempre bene ai nostri comandi. Il propulsore 1.6 Multijet II da 120 CV e 320 Nm, oggetto della nostra prova, spinge molto bene nell’arco di giri compreso tra i 1500 ed i 3000 giri/min mentre altrove ci è parso leggermente sottotono. Sempre all’interno di quel range di funzionamento si  è dimostrato elastico, pronto e con potenza e coppia a sufficienza. I consumi, specie ad andature da codice, sono davvero buoni consentendoci di percorrere anche più di 20 km/l nei tratti extraurbani. Ottimo lavoro anche per quel che concerne l’equilibratura e l’insonorizzazione del propulsore. Il diesel quattro cilindri non fa quasi mai sentire la sua voce o vibrazione se non ai regimi più elevati, zone che come dicevamo prima sono inutilmente raggiungibili.

Fiat Tipo 5 porte e Station Wagon

Purtroppo abbiamo potuto provare solo la variante con cambio manuale a 6 rapporti mentre non ci è stato possibile saggiare le doti del nuovo cambio automatico a doppia frizione a 6 velocità. Comunque il cambio manuale ha degli innesti precisi anche se un filo gommosi mentre la frizione del diesel ci è parsa pesante al punto giusto da non affaticare la gamba con un uso cittadino intenso. Lo sterzo è diretto, consistente e con una taratura morbida votata al comfort di guida nel traffico cittadino. Peccato che, a causa dei tanti tasti dei comandi al volante, la corona dello stesso ci sia parsa un po’ troppo cicciotta e non così comoda da impugnare. Veniamo, infine, all’handling della vettura. E’ a mio parere uno dei punti di forza di queste nuove Fiat Tipo. Merito di un anteriore a ruote indipendenti con schema MCPherson, di un posteriore a ruote interconnesse con schema a ponte torcente e dei Frequency Dependent Dampers, le nuove Hatchback e Station Wagon riescono ad ottenere una buona guidabilità con una discreta tenuta e un ottimo comfort di bordo. La vettura si presenta sempre sincera, facile e non goffa con un assetto ben piantato e capace di coprire le asperità del terreno senza mai risultare rigido o scomodo. Lo sterzo inserisce facilmente il muso in curva ed il posteriore segue fedelmente non facendoci sentire ne le dimensioni ne il peso (quasi 1400 kg) delle neonate di FCA. Infine, anche nella guida a limite le vetture rimangono sincere e facili con l’anteriore che è il primo a cedere optando per un sottosterzo, più facile da controllare, rispetto al sovrasterzo non poi così isolato specie sulle station wagon.